BLOGTOUR: La casa di vetro di Len Vlahos – I personaggi

Benvenuti alla terza tappa del blogtour dedicata al romanzo “La casa di vetro” di Len Vlahos, pubblicato in Italia da Piemme.

Oggi conosceremo più da vicino i personaggi. Siete pronti?

Pagine: 300

Acquistalo subito: La casa di vetro

Editore: Piemme
Collana: Young Adult
Età: 16 anni
Prezzo: € 17,00

Pagine: 300

Jackie Stone è prigioniera in casa sua da quando il padre, malato di cancro, ha venduto la diretta della sua morte al miglior offerente. Per evitare di lasciare la moglie e le due figlie senza di lui e, peggio ancora, senza risorse economiche l’uomo ha permesso alle telecamere di un’emittente televisiva di entrare in casa Stone e di filmare tutto: la sua agonia, la moglie che cucina, le figlie che studiano. Più soldi, meno privacy, nessuna dignità. Ecco perché, armata solo della propria intelligenza e di un accesso a Internet, Jackie deciderà di riprendere in mano la vita della sua famiglia, finché morte non li separi.​

 


“Il tumore capì che il legame appena stretto fra padre e figlia era indistruttibile. Si fermò ad assaporarne la sensazione, a lasciarsi circondare da una felicità sfrenata. Poi il glioblastoma multiforme primario divorò il ricordo in un solo boccone.”

Benvenuti a casa Stone, in una famiglia come tante altre, almeno fino a quando il capo famiglia non scopre di avere un tumore al cervello e prende la decisione di mettere in vendita la propria vita su ebay.

Come abbiamo potuto vedere anche in Breaking Bad, una persona malata di cancro non realizza subito cosa stia succedendo, è come se la sua vita si fermasse mentre il mondo continua a girare vorticosamente. Walter White pensa a cosa succederà quando il tumore avrà la meglio e lo stesso fa Jared Stone, che, in un momento di follia, sceglie di vendere sé stesso pur di evitare che la sua famiglia lo veda soffrire e spegnersi lentamente.

Quello che non ha calcolato sono le conseguenze di questa sua scelta, il suo improvviso distacco dalla sua stessa famiglia crea dei muri, rafforzati dal suo annuncio su ebay.

“Si sentiva svuotata, come se al centro del suo essere si fosse spalancato un enorme buco che risucchiava tutto.”

Deirdre Stone lavora per una compagnia di assicurazioni internazionali con sede a Portland, un lavoro che le permette di contribuire al benessere della sua famiglia insieme a suo marito, ex politico, e di trascorrere più tempo con le sue figlie, Megan e Jackie.

La notizia del tumore di Jared la sconvolge, non riesce più a capire come affrontare la situazione e in più la scelta di suo marito di chiudersi a riccio le impedisce di agire come vorrebbe. Teme di perderlo e del dolore che questa perdita provocherebbe nella sua famiglia, le sue figlie sono ancora piccole per riuscire ad affrontare un lutto e come se non bastasse l’inserzione mette a dura prova il suo equilibrio sempre più vacillante.

“Jackie aveva quindici anni, ma rannicchiarsi contro la spalla calda e protettiva di papà le dava una sensazione di pace e conforto senza pari.”

Jackie Stone è la primogenita, una ragazzina tranquilla che preferisce stare sempre lontana da polemiche o problemi, nascondendosi dietro gli altri, se necessario. Non è una di quelle che si vede in prima fila a sfoggiare la sua intelligenza o brillare di luce propria davanti a tutti, le piace stare nell’ombra. Non ha molte persone di cui fidarsi, l’unico amico è un ragazzo che vive in Russia con il quale si sente virtualmente.

Questo non significa che non sia una sognatrice o aspiri a diventare qualcosa, semplicemente le piace essere riservata, parlare se c’è bisogno ed evitare la massa quando comincia il caos.

La notizia di suo padre la travolge come un fiume in piena e anche se tra lei e sua sorella non scorre buon sangue, si ritrovano a dover fronteggiare questa nuova situazione insieme. I dispetti di Megan passano in secondo piano ora che suo padre è malato, le sue certezze crollano di punto in bianco e anche lei si trova ad essere disorientata come sua madre.

“Megan e la sua banda di reginette di terza media erano di sicuro frivole e quasi tutte sciocche.”

A Megan Stone piace torturare sua sorella maggiore sia in pubblico che a casa. Avendo acquisito ormai una discreta notorietà non si fa problemi a schiacciare coloro che non le vanno a genio, questo ha contribuito ad allontanare ancora di più Jackie, che ora non riesce a sopportare la sola presenza di Megan.

Nonostante la sua superficialità teme di perdere la sua famiglia, la notizia della malattia del padre la porta ad affrontare qualcosa con cui credeva di non poter mai vivere, un po’ come succede a tutti noi, che quando vediamo una disgrazia accadere a qualcun altro pensiamo che non possa succederci e invece è proprio lì che il destino si fa beffe di noi.

Questi sono gli Stone, una famiglia normale che ora è nell’occhio del ciclone. Per scoprirli non vi resta che leggere il romanzo e vi assicuro che non ve ne pentirete.


Siamo giunti alla fine.
Non vi resta che procurarvi una copia d “La casa di vetro”.
Vi lascio il calendario con le prossime tappe del blogtour!
Non lasciatevene scappare neanche una!

Lascia un commento
Precedente Review Party: Chi soffia sul fuoco di James Patterson e Michael Ledwidge Successivo Recensione film: Wonder Woman di Patty Jenkins (Warner Bros)