Book Tag #8 – “Un libro per ogni pizza” 📖

Book Tag #8 – “Un libro per ogni pizza” 

È da un po’ di tempo che non rispondo ai booktag. Ho deciso che è ora di rispolverare i vecchi tag nei quali ci ha menzionati “La nicchia letteraria”, la quale ringrazio, sia per la pazienza che per il tag. Tra i tanti ho scelto questo e non c’è bisogno di spiegarvi il motivo, è così buono da farmi venire voglia di ordinare una pizza.

 

Schiacciatina
Un libro semplice, anche troppo.

 

Sandy:

Per questa Schiacciatina ho scelto un libro che mi fa tornare sempre il sorriso e mi emoziona come non mai: Il GGG di Roald Dahl.

Il GGG è un libro semplice, ma non per questo banale. Nella sua semplicità regala più emozioni di un qualsiasi altro libro che abbia mai letto. Divertente, ironico e magico, come mi scalda il cuore lui, nessuno. Questa è la prova evidente che i libri per bambini e ragazzi spesso celano molto di più di quelli per adulti. 

Margherita
Un classico che non passa mai di moda.

 

Sandy:

Ce ne sono moltissimo che per me non passano di moda, ma tra questi scelgo uno dei miei preferiti: Frankestein.

Il motivo non è soltanto la sua fama, ma il motivo che si cela dietro. È stato il primo libro ad avvicinarmi a Mary Shelley, a farmi scoprire l’autrice e il suo mondo. Dopo questo capolavoro, sono passata ai suoi racconti e da allora non ho smesso. Quasi, quasi, me lo rileggo.

 

 

Marinara

Un libro normalmente sottovalutato.

 

Sandy:

Un libro che ho sottovalutato è indubbiamente “Il mago” di Ursula Le Guin, ma ho notato a non essere l’unica ad aver fatto questo errore.

Okay che sono idiota, ma spero che la gente cominci ad accorgersi della bellezza di questo libro, il principio della saga. Non smetterò mai di ringraziare chi me l’ha consigliata, ora temo di arrivare alla fine.

 

 

Capricciosa

Un libro che ti ha dato problemi.

 

Sandy:

Il mio rapporto con questo libro è di odio puro. Non riesco a leggerlo, non posso finirlo. Ogni volta che ci provo è una lotta continua e non ne capisco il motivo. A scuola lo odiavo, non vi dico dopo che ho finito il liceo.

So che Pirandello non mi ha fatto nulla di male, “Uno, nessuno e centomila” mi ha conquistata, ma “Il fu Mattia Pascal” per me è no. NO e poi NO.

 

 

Montanara

Un libro completo, ma anche semplice.

 

Sandy:

Dopo averci pensato attentamente mi si è fuso il cervello, ma quel piccolo neurone funzionante, l’ultimo rimasto, ha lavorato quanto bastava per farmi venire in mente un titolo.

Il piccolo principe è un libro che per me ha tutto, nonostante sia scritto in maniera, per così dire, “semplice”.

 

Scialatelli alla nutella

Un libro che trasuda dolcezza.

Sandy:

Quando sento la parola “dolcezza” penso subito ai dolci quindi per questo punto mi butto, mal che vada… mi mangio un po’ di cioccolatini.

Ho letto questo libro in spagnolo “Como agua para chocolate”, la protagonista era una cuoca amatoriale, le sue ricette colpivano nell’animo perchè era come se trasferisse le sue emozioni nelle sue ricette.

 

Anche questo booktag volge al termine, invito tutti voi lettori a partecipare e nomino Chiara in bookland, Vivere tra le righe, Un libro, mille emozioni. Scusate, ragazze, ma questo tag s’ha da fare.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento
Precedente Sully di Clint Eastwood | Recensione di Sandy Successivo #Segnalazione: I guardiani dell'Efterion - Le leggende dello spazio di Francesco Ambrosio