Carne e sangue di Patricia Cornwell | Recensione di Deborah

A-cura-di-Deborah-Probabile-Firma

 

 

patricia-cornwell-carne-e-sangue

 

CARNE E SANGUE

 

Ho la sensazione che un’ombra si stia muovendo da qualche parte, che qualcosa di enorme e malevolo mi abbia puntato dal profondo e mi guardi.

Lucy ha fame di sesso e sete di sangue

 

Titolo originale: Flesh and blood

Genere: Giallo

Editore: Mondadori

Prezzo: 23,00 €

 

Trama:

È una bella giornata di sole a Cambridge, Massachusetts, ed è anche il compleanno di Kay Scarpetta, che sta per partire per una vacanza a Miami con il marito Benton Wesley. Mentre è nel patio di casa sua a controllare la brace del barbecue, Kay nota sette centesimi di rame disposti in fila sul muro del giardino. Si tratta forse di un gioco di bambini? Ma se così fosse, come mai quelle monetine sono tutte datate 1981 e risplendono come se fossero state appena coniate? Le squilla il telefono, è il detective Pete Marino che la chiama per avvertirla che a poca distanza da lì c’è stato un omicidio: qualcuno ha sparato a un professore di musica mentre stava prendendo la spesa nel bagagliaio della sua auto. Nessuno si è accorto di nulla. Questo è solo il primo di una serie di omicidi commessi da un cecchino che spara con estrema precisione, senza sbagliare un colpo, causando la morte istantanea di persone che non hanno nulla in comune tra loro, senza contare che nessuno sa chi e dove il killer colpirà di nuovo. L’unica traccia che la famosa anatomopatologa può seguire sono frammenti di rame… e saranno proprio questi a ricongiungerla inspiegabilmente con quel genio informatico di sua nipote Lucy. Carne e sangue è il ventiduesimo caso di Kay Scarpetta, un personaggio unico le cui sfide impossibili al male continuano ad appassionare milioni di lettori nel mondo.

 

Recensione:

Ciao amici della Stamberga,

oggi vi parlerò di un libro che appartiene ad una saga a me particolarmente cara. Si tratta di Carne e sangue, il penultimo libro del ciclo di gialli/noir con protagonista il medico legale Kay Scarpetta. Questa saga, partorita dalla magistrale penna di Patricia Cornwell, è veramente favolosa! Super consigliata agli appassionati del genere poliziesco, giallo e noir. Questo perché vivremo innumerevoli crimini dal punto di vista più brutale, saremo sempre a contatto con la morte descritta in tutti i suoi aspetti più macabri e disgustosi. Non sono storie adatte a tutte le persone facilmente impressionabili, tutti gli aspetti medici vengono trattati dettagliatamente in modo preciso e scientifico. Fatti i dovuti accorgimenti, è una saga che consiglio vivamente. Ho iniziato la lettura della stessa quando frequentavo le medie, trovando romanzi nella libreria di famiglia. Più avanti, con la scoperta di internet e l’avvento di kindle, ho iniziato a recuperare tutti i volumi che non conoscevo! Il ciclo è veramente corposo, adesso a memoria conteremo almeno una ventina di volumi pubblicati nel corso degli anni. Non spaventatevi dal numero di romanzi, vale la pena iniziare ad addentrarsi in questo fosco mondo. Parlando ancora brevemente della saga in generale devo ammettere che ogni romanzo mi ha catturata, Patricia non è mai banale anzi, le vicende sono sempre più complesse e contorte. I primi volumi sono per la maggior parte auto conclusivi, più ci addentrimo nella storia invece i romanzi sono collegati da fili invisibili l’uno all’altro che prenderanno consistenza solo quando l’autrice vorrà. Lo stile della Cornwell è fantastico, ti cattura, ti coinvolge, ti fa provare le emozioni, gli stati d’animo vissuti dai suoi personaggi. Per scrivere le sue storie si è documentata in modo approfondito riguardo a tutti gli aspetti medici citati; infatti nella mia immaginazione lei è Kay Scarpetta o meglio immagino l’anatomopatolpga con le sue sembianze. I suoi personaggi sono designati in modo completo e unico: fisico, ed emotivo. Ci fa entrare e conoscere tutti gli aspetti dei protagonisti, loro crescono e si evolvono col susseguirsi dei romanzi. Nessuno resta immutato, tutti vengono sconvolti e sopraffatti dagli eventi e, soprattutto ognuno ha il suo ruolo ben definito e fino a che non ha svolto tutte le sue parti non verrà abbandonato anzi, potrebbero esserci colpi di scena inaspettati. Per quanto riguarda il romanzo Carne e sangue, ammetto che ancora una volta non ho indovinato chi si celava dietro gli omicidii! Si tratta di un’avventura intrigante e oscura fino alla fine, con un pericoloso ritorno dal passato, alcuni demoni sono sempre in agguato. Affronteremo una serie di misteriose morti, all’apparenza senza un filo logico, un cerchio che si stringe sempre più attorno ai protagonisti, mettendoli tutti in serio pericolo di vita. Chi si celerà nei panni della bestia assetata di sangue? 

Nota sull’autrice:

Patricia Daniels Cornwell è una scrittrice statunitense. È una discendente di Harriet Beecher Stowe, l’autrice de La capanna dello zio Tom. Nata con il nome di Patricia Daniels, la Cornwell è stata sposata con un docente universitario, Charles Cornwell, di cui ha conservato il cognome per firmare i romanzi che scrive. Scrittrice ormai affermata e multimilionaria, ha fondato una apposita società, la Cornwell enterprise, nota anche per le sue attività benefiche.

Lascia un commento
Precedente La mia vendetta di Karin Slaughter | a cura di Sandy Successivo The Conjuring - L'evocazione | Recensione di Sandy