Coffee Break: Dalla carta alla pellicola – Film in arrivo che sono curiosa di vedere

Dalla carta alla pellicola

Ormai mi conoscete. Sono una drogata di caffè e anche se fa caldo, non rinuncio mai a questo elisir inebriante. Mi sono domandata quale fosse il modo miglior modo per tradurre questa ossessione sul blog ed ecco la risposta: coffee break. Una rubrica dove parlare del più e del meno, dal retrogusto amaro che soltanto un buon caffè lascia.

Il cinema sceglie sempre i soggetti di carta per rappresentarli sul grande schermo. Quest’anno sono arrivati diversi lungometraggi ispirati da romanzi, ecco quelli in arrivo. Godetevi la pausa caffè.

Per inaugurare la rubrica partiamo col parlare di alcuni film tratti da romanzo che stanno per sbarcare sul grande schermo. Siete pronti a scoprirli?

#1 La Torre Nera di Nikolaj Arcel

Dal 10 agosto al cinema

Tratto dall’omonima saga di romanzi fantasy di Stephen King, uno degli autori di letteratura fantastica più amati al mondo, il film La Torre Nera riporta l’epico viaggio tra mondi paralleli, connessi da un’unica struttura portante che rischia di crollare e condannare così l’universo al medesimo destino. Il giovane Jake (Tom Taylor) racconta a uno psichiatra di essere tormentato da oscure visioni di un mondo “altro”: la sagoma di una torre scura che si staglia all’orizzonte, la figura di un pistolero e quella di un uomo in nero si accavallano alle molte sconvolgenti immagini di morte e sofferenza. Durante la seduta, un episodio persuade Jake che non si tratti di semplice suggestione. Lo studio del medico si mette a tremare, il letto e la camera fanno lo stesso al risveglio, e le immagini nella sua testa diventano ogni giorno che passa più crude e reali. I frammenti di sogno che il ragazzo riesce a immortalare nei suoi disegni a carboncino lo conducono a un edificio, dove è nascosto uno strano dispositivo. Il congegno attiva un passaggio per Medio-Mondo, la dimensione parallela “immaginata” da Jake e sull’orlo del collasso. La missione del pistolero, condottiero senza macchia di nome Roland Deschain (Idris Elba), è quella di raggiungere la torre prima che venga espugnata dal perfido stregone Walter O’Dim (Matthew McConaughey), l’Uomo in Nero contro il quale Roland è condannato a combattere in eterno per proteggere il suo e il nostro mondo. L’ambita costruzione rappresenta il “perno” dell’universo e i destini dei due mondi dipendono da essa.

#2 IT di Andrés Muschietti

Dal 21 Settembre al cinema

Adattamento dell’omonimo romanzo di Stephen King, IT si incentra sulla prima parte del racconto, ambientata negli anni 80. Il palloncino rosso che galleggia a mezz’aria è il biglietto da visita di una misteriosa entità demoniaca che tormenta i ragazzini di Derry, attirandoli in una trappola mortale senza vie di scampo. Nell’immaginaria cittadina del Maine dove la gente scompare senza motivo, l’ennesima vittima è un bambino di sette anni di nome George, risucchiato in un tombino durante un temporale. Un gruppo di ragazzini perseguitati dai bulli per diverse ragioni, si riunisce sotto la denominazione di Club dei Perdenti per indagare sul mistero della morte di George e degli altri ragazzi scomparsi. Leader dei Perdenti è il giovane Bill Denbrough (Jaeden Lieberher), fratello maggiore dell’ultima vittima, attanagliato dai sensi di colpa per non aver impedito il brutale assassinio. Al suo fianco, bersagli naturali dei prepotenti per indole, aspetto o condizioni economiche, ci sono il grassoccio Ben (Jeremy Ray Taylor), l’impulsivo Richie (Finn Wolfhard), il pragamatico Stan (Wyatt Oleff), l’appassionato di storia Mike (Chosen Jacobs), l’ipocondriaco Eddie (Jack Dylan Grazer) e l’unica ragazza della banda Beverly (Sophia Lillis). Quando la ricerca li conduce a un clown sadico e maligno chiamato Pennywise (Bill Skarsgård), ciascuno dei coraggiosi componenti del neonato Club si rende conto di averlo già incontrato prima. 

#3 L’uomo di neve di Tomas Alfredson

Dal 12 ottobre al cinema

Nella città di Oslo quando i primi fiocchi cadono, alcune donne spariscono nel nulla e misteriosi pupazzi di neve compaiono a sorvegliare le strade. L’uomo di neve segue le indagini del detective Harry Hole (Michael Fassbender), a capo di una squadra speciale della polizia di Oslo incaricata di investigare su una serie di omicidi locali. Dopo l’ennesima sparizione, avvenuta durante la prima nevicata dell’anno, Hole scopre interessanti collegamenti con alcuni casi irrisolti vecchi di vent’anni: la cornice invernale, la vittima designata, il pupazzo di neve sulla scena del crimine, tutti elementi che richiamano i metodi di un elusivo serial killer. Con l’aiuto di una giovane e brillante recluta, il poliziotto dovrà unire i puntini per svelare il disegno nascosto dietro le frequenti sparizioni, prima che la neve torni a imbiancare le strade e cancelli ogni traccia dell’assassino.

#3 Tulip Fever di Justin Chadwick

Nella Amsterdam del XVII secolo, il ricco mercante Cornelis Sandvoort cerca di compiacere la giovane moglie Sophia e per riuscirci commissiona un dipinto al talentuoso artista Jan Von Loos che si innamora subito di Sophia. La relazione segreta tra i due diventa sempre più pericolosa, finchè decidono di fuggire e avventurarsi nel mercato dei tulipani, rischiando tutto pur di stare insieme.
La Weinstein Company porta sul grande schermo il romanzo di Deborah Moggach, dopo il fallito tentativo per opera della Miramax, che prevedeva la partecipazione di Keira Knightley nei panni di Sophie e di Jude Law in quelli dell’artista.

#4 Assassinio sull’Orient Express di Kenneth Branagh

Dal 6 dicembre al cinema

Dai finestrini delle carrozze del Simplon Orient Express non si vede altro che neve, un’immensa distesa bianca che inonda i binari e arresta la corsa del treno diretto a Calais. La premessa della nuova versione cinematografica di Assassinio sull’Orient Express è quella tradizionale del giallo corale firmato da Agatha Christie negli anni trenta. Gli illustri passeggeri a bordo del convoglio, riuniti nel lussuoso vagone ristorante, apprendono che un atroce omicidio si è consumato durante la notte: un distinto gentiluomo americano di nome Ratchett (Johnny Depp) è stato pugnalato nel suo scompartimento. Tra i presenti si fa largo il sospetto che l’assassino, bloccato dalla neve, non abbia mai lasciato il treno e si nasconda ancora tra i viaggiatori dell’Orient Express. A orchestrare gli interrogatori, perquisire le valigie e le cabine, raccogliere indizi e calmare gli animi, interviene il miglior detective sulla piazza, per caso a bordo dello stesso treno, il carismatico Hercule Poirot (Kenneth Branagh). Il grassoccio investigatore belga nato dalla penna della Christie, ascolta uno dopo l’altro i reticenti testimoni, annuendo e arricciandosi i baffi a ogni menzogna o tentativo di sviare le indagini. Il suo intuito non lo tradisce mai e la soluzione del caso è più vicina di quanto non sembri.  

E voi quale film aspettate?

Fonte trame: comingsoon e mymovies.it

 

Salva

Salva

Lascia un commento