Estate a Oyster Bay di Jenny Hale | Recensione di Sandy

“Ma, dopo un po’ che faceva quella vita, si era accorta di non essere felice. Lì, invece, sì, che era stata felice.”

IL ROMANZO

Acquistalo subito: Estate a Oyster Bay

Editore: Leggereditore
Collana: Narratori Moderni
Data di uscita: 15 giugno 2017 (e-book)
Data di uscita: 29 giugno 2017 (cartaceo)

Prezzo: € 9,90

La lettura romantica perfetta per l’estate

Dicono che innamorarsi sia facile. Ma cosa succederebbe se sapessi che l’amore ti spezzerà il cuore? Per Emily Tate, tornare nella casa dell’infanzia a Oyster Bay è come ricominciare a respirare dopo il ritmo affannoso della città. Circondata dalle chiacchiere della sorella Rachel, dai biscotti al burro di Gram e da chilometri di sabbia bianca e soffice, Emily ritrova sé stessa e ciò che ha di più caro. Quando inizia a lavorare nell’elegante Water’s Edge Inn, l’affascinante proprietario Charles Peterson chiede il suo aiuto. Il progetto dell’uomo è espandere l’albergo ma per far questo ha bisogno dei consigli esperti di una persona del posto. Emily accetta e si assume l’impegno di farlo innamorare della sua cittadina. È così che il loro rapporto inizia a trasformarsi in qualcosa di più profondo… Almeno fino a quando i piani di Charles per l’espansione dell’albergo non rischiano di compromettere la bellezza e l’integrità di Oyster Bay. Emily perderà la sua casa e Charles, o riuscirà a salvare Oyster Bay e dare una possibilità al vero amore? Estate a Oyster Bay è la lettura romantica perfetta per l’estate. Un romanzo sull’importanza degli affetti familiari e sulla scoperta dell’amore.

Let’s talk about “Summer at Oyster Bay”

“Rimase assorta a osservare il riflesso del mare sul parabrezza e l’aria salmastra la riportò alla sua infanzia.”

Oggi parliamo di un romanzo decisamente estivo. Come l’estate stessa è imprevedibile, un vortice di emozioni che restano indelebili sulla pelle. È questa la stagione più viva di tutte le altre, solo d’estate, infatti, si respira un’aria spensierata dalle sfumature romantiche. Aggiungete anche un po’ di malinconia e avrete “Estate a Oyster Bay” di Jenny Hale, autrice del tutto nuova per me.

Emily Tate ha il cuore a pezzi. Tre anni di relazione sfumano nel nulla quando si rende conto di non amare l’uomo che ha accanto, per questo rifiuta la sua proposta di matrimonio. Sa benissimo che in questo modo si sta precludendo la possibilità di costruirsi una famiglia ed avere un futuro con Brad, ma non c’è la fa a mascherare ciò che prova. Qualcosa dentro di lei si è spezzata e nonostante le faccia male spezzare il cuore di Brad, è costretta a lasciarlo andare. Ora è single e senza alcun progetto di vita. Ha bisogno di un posto dove ricominciare, di quiete per ritrovare sè stessa e curare il suo cuore ferito.

“Oyster Bay era uno di quei posti che ti fanno venire voglia di restarci per sempre.”

Il miglior modo per ricominciare è tornare alle origini, al suo luogo di nascita. Oyster Bay è un paradiso terrestre, un posto magico, dove le preoccupazioni sono rumori distanti e lo scorrere del tempo sembra quasi dettato da un ritmo rilassante della brezza marina e il rumore del mare. È l’unico posto per Emily in cui valga davvero la pena vivere.

L’ultima volta che è tornata alla baia era per il funerale di suo nonno, al solo pensiero il dolore prende il sopravvento, i ricordi della sua terra sono troppi, a casa dei suoi nonni ha condiviso gioie e dolori con i suoi familiari, soprattutto con sua sorella, Rachel.

Ritornare a casa di sua nonna è benefico, appena oltrepassata la soglia il profumo di biscotti la riporta alla sua infanzia, è lì che si sente a casa.

“ll suo sorriso era autentico, ma non era, per caso, solo un modo per convincerla ad aiutarlo?”

Assunta al Water’s Edge Inn, un resort, Emily cerca in tutti i modi di non deludere la sua migliore amica, l’unica che ha riposto fiducia in lei tanto da darle un lavoro. Inizia così la sua nuova avventura come organizzatrice di eventi ed è durante una delle commissioni che si imbatte nel suo capo, Charles Peterson. Il loro primo incontro non è dei migliori. Charlie è un uomo dal fascino disturbante che mina la tranquillità di Emily. Ogni volta che gli è accanto, il suo cuore perde un battito. Resta perciò sorpresa quando le propone di lavorare a tempo pieno e a stretto contatto con lui per convincere gli abitante del luogo a fidarsi del nuovo magnate che ha comprato il resort. Intanto sua sorella, che è anche la sua migliore amica, non sta passando un bel momento. Lei e il marito sono in crisi e arrivati a quel punto non sa se riusciranno ad andare avanti. Rachel cerca di essere indipendente, ma suo marito non glielo permette, continua a vederla solo come la madre dei suoi figli che deve occuparsi di loro e della casa, ma lei vorrebbe tornare a lavorare, riprendere la sua carriera e realizzarsi nella vita.

“Per tutta la sua vita Emily era stata una persona chiusa, eccetto che con il nonno.”

Lavorando a stretto contatto con Charlie, la giovane Emily si renderà conto che le migliori da apportare al resort minacciano di distruggere il luogo nel quale è cresciuta, qualcosa che non può permettere, anche a rischio di perdere il suo lavoro. Comincerà per la giovane una lunga discesa nel declino, in una spirale dove i sentimenti per Charlie la tormenteranno a tal punto da non riuscire a trattenerli. Il pasticcio è fatto. Riuscirà ad uscirne?

“Estate a Oyster Bay” è un viaggio lungo la storia di Emily e la sua famiglia, un percorso che diventa a tutti gli effetti una giostra di emozioni per il lettore che si ritroverà immerso in un luogo senza tempo, scandito dal rumore delle onde e dalle vicende che popolano i personaggi del romanzo.

La storia è destinata a sciogliervi il cuore sin dalle prime pagine, ad entrare a contatto con Emily che, con delle semplici frasi, riesce a toccare le note giuste nel lettore. Il rapporto con sua sorella è meraviglioso. Sono una la roccia dell’altra e la loro nonna è un personaggio che di certo non passa inosservato, nonostante la sua perdita, ama incondizionatamente le sue nipoti, pulsa ancora di vita, anche se il suo sguardo stanco potrebbe far pensare il contrario.

L’estate ha un retrogusto malinconico per Jenny Hale che sceglie come suo personaggio una giovane donna alla deriva, alla ricerca di sè stessa e che cerca di uscire dal tunnel della sofferenza, derivante dalla perdita e dalla sfiducia nell’amore, che le ha spezzato il cuore. “Estate a Oyster Bay” diventa una storia di rivalsa personale, che non dimentica le tradizioni e accosta l’irruenza della gioventù e l’esperienza della vecchiaia. L’autrice si sente a suo agio tra le righe e questo provoca in chi legge quella sensazione familiare di tornare a casa dopo un lungo viaggio.

 

Lascia un commento
Precedente #SEGNALAZIONE: Le nuove uscite in libreria di Edizioni Clichy Successivo BLOGTOUR: Il segreto di Parigi di Karen Swan - il fatto storico dietro al libro