I guardiani dell’Efterion di Francesco Ambrosio | a cura di Anaëlle

A cura di Anaëlle

il-romanzo-desordio-di-francesco-ambrosio

I guardiani dell’Efterion

«Tu sarai ricordato, il tuo nome resterà qui per sempre, questo Tronco ti porterà nel suo grembo come ha fatto alla tua nascita. Ritornerai al cuore del Tronco dove tutto è cominciato. […] Efterion, per volontà del Creatore, entrò nella memoria del rami e delle radici di quel pianeta, che da quel momento, pervaso dallo spirito di quel piccolo essere dal cuore d’oro, avrebbe portato il suo nome.»

Dettagli:

Il Libro – Trama:

Mettetevi comodi. Una lunga fiaba ambientata nello spazio.
Un uomo che scappa da una clinica psichiatrica, una bambina russa che viene condotta contro la sua volontà su un pianetino chiamato Efterion, sulla quale si erge l’omonimo e grande Tronco che con i suoi tanti rami e radici veglia sull’armonia dell’intero universo.
La loro storia si incrocerà con quella di altri alieni, fino alla formazione di una vera e propria squadra di guerrieri volta a combattere innumerevoli nemici e cercare di riportare l’armonia e la pace nello spazio, sempre in nome dell’Efterion.
La Terra, quindi, è solo il punto di partenza, ma il viaggio continuerà tra pianeti e stelle diverse, spesso molto particolari. Ma da cosa dipende veramente l’oscurità che per secoli ha intrappolato l’universo?
Battaglie, tanti nemici, colpi di scena continui, intrighi e segreti oscuri si susseguiranno fino all’ultima pagina, per arrivare a svelare l’origine di tutto.
Il romanzo d’esordio di Francesco Ambrosio è una rutilante avventura fantastica in cui la sempiterna lotta tra bene e male deflagra in tutta la sua potenza.
Un romanzo denso, enigmatico, ricco di immaginazione, di paesaggi irreali e di personaggi contraddittori e, proprio per questo, estremamente affascinanti.

Recensione:

Bentornati, lettori!
Una serie di impegni mi stanno tenendo lontana dal blog, il tempo non è mai dalla mia parte quando si tratta di hobby e passioni. Ad ogni modo, sono riuscita a ritagliarmi un piccolo spazio per condividere con voi una delle mie ultime letture. Partiamo subito con il romanzo suggerito da uno scrittore emergente, Francesco Ambrosio. Il suo “I guardiani dell’Efterion” mi ha spinta fuori dalla mia comfort zone, ampliando i miei orizzonti. Come sempre siete voi scrittori a dare a noi lettori la possibilità di esplorare altri mondi tenendo semplicemente in mano un libro o lettore di e-book e per questo ve ne sono grata.

Fantasy e fantascienza si fondono in un solo romanzo per dare vita a una storia complessa e senza esclusione di colpi, dove il bene e il male si scontrano ancora una volta e la domanda da porsi è: chi è davvero malvagio?
Nuovi soldati vengono fabbricati per combattere una guerra che va avanti da molto tempo. Se prestate attenzione potete sentire le loro astronavi che volano nello spazio alla ricerca del nemico. Un nemico del quale non ci si riesce a fare una idea precisa perchè in questo libro tutto è possibile e tutto è il contrario di ogni cosa. Fidarsi è bene, ma non fidarsi è meglio. Per questo prima di puntare il dito vi conviene riflettere attentamente.

Ogni essere vivente che popola l’universo è importante. Che sia una bambina spaventata o una creatura aliena dal nome difficile. L’Efterion lo sa. Questo tronco senziente ha lo scopo di tenere l’equilibrio dell’universo, mantenendo la pace. Per questo difenderlo è importante. Se inquinato può compromettere il futuro delle diverse specie. Combattere il male è l’unico modo che resta per preservare ciò che è puro, ma l’oscurità sa celarsi in diverse forme e non è semplice individuarla. Questo è l’arduo compito degli eroi. Un peso forse un po’ troppo pesante con il quale convivere.

Nella vastità di personaggi, luoghi e descrizioni, è facile perdersi tra le righe, sopratutto per chi non fosse appassionato del genere. Vi consiglio di leggerlo con lentezza prestando la dovuta attenzione ad ogni particolare. Ogni dettaglio per quanto minuscolo è essenziale alla storia stessa. I passaggi da una situazione all’altra carburati da salti temporali e comparse di personaggi noti o nuovi, possono fuorviare. Come ho detto, prendetevi del tempo e assaporatelo con calma. È un romanzo da ricordare.

Dallo stile dell’autore si capisce la sua passione per il genere ed è attraverso la narrazione che si coglie quanto amore e dedizione abbia messo in questo suo lavoro. La sua determinazione denota una grande voglia di mettersi alla prova, la sua idea risulta perciò chiara e ben precisa. La cura nei dettagli emerge dalle descrizioni dettagliate e le caratterizzazioni dei suoi personaggi. Non mi resta che augurargli un grosso in bocca al lupo per il futuro.

Stamberga - Voto 3

Note sull’autore – Francesco Ambrosio:

Francesco Ambrosio nasce a Caserta il 16 dicembre del 1990. Dopo il diploma presso il Liceo Classico Francesco Durante di Frattamaggiore e una iniziale esperienza universitaria ha intrapreso varie strade che hanno comunque contribuito ad alimentare la sua passione per la scrittura. Ama creare, inventare storie che travalicano i limiti della realtà. Gli piace leggere, è un appassionato di thriller storici e fantasy. Tra le altre sue passioni ci sono il cinema, lo sport e nell’ultimo anno ha coltivato anche i balli caraibici. Inoltre pensa sempre a crescere e a migliorarsi in ogni cosa che fa perchè sa che non si smette mai di imparare dalla vita.

Contatti:

Salva

Comments

comments

I commenti sono chiusi.