La dolcezza può far male di Daniela Volonté | Recensione di Deborah

 

 

LA DOLCEZZA PUO’ FAR MALE

 

Non riesco a parlare davanti ai suoi occhi che s’illuminano all’improvviso, perciò mi limito a un cenno affermativo. Lele si avventa sulle mie labbra e, continuando a tempestarmi di baci, bisbiglia “Ti amo, ti amo, ti amo…”

 

Autrice: Daniela Volonté
Editore: Newton Compton Editori
Collana: Narrativa
Prezzo: 2,99 €
Pagine160

Acquistalo subitoLa dolcezza può far male

Trama:

Jack Lang è uno scrittore di gialli di fama internazionale e non vuole mai comparire in pubblico. Dietro al suo pseudonimo si nasconde Gabriele Neri, un uomo la cui esistenza è stata stravolta dal diabete e dalla mancata accettazione della sua nuova condizione. Cassandra Accorsi divide l’appartamento e il lavoro con la sua migliore amica, Elisa. È una web designer e il suo ufficio si trova tra il salotto e la cucina. Cassandra ha paura di viaggiare da sola e quando, per cause di forza maggiore, deve partire da Roma alla volta di Milano, accetta di condividere l’auto con una compagna di viaggio. Peccato che invece di una ragazza, sarà Gabriele a rispondere al suo annuncio. Arrivati a Milano, dopo un viaggio disastroso, entrambi sono più che felici di dirsi addio, ma il destino ha deciso di rimescolare le carte, e per entrambi ha in serbo una sorpresa…

 

Recensione:

Lettori, benvenuti!

oggi parliamo del nuovo romanzo di Daniela Volonté, La dolcezza può far male, edito da Newton Compton Editore, una storia dolce e tenera, se adorate i romance non potete perderla!

 

Appena la vedo, la strozzo. Le nocche dello sconosciuto che bussano sul vetro mi fanno desistere dai miei piani di vendetta.

 

Write, wrote, written – Lo stile di scrittura.

Lo stile di scrittura di Daniela è molto intrigante, cattura l’attenzione del lettore e lo trasporta dolcemente nel suo mondo. Le pagine scorrono molto veloci, la scrittura è fluida e molto piacevole. Le descrizioni sono accurate, precise ma non eccessivamente dettagliate. Luoghi e personaggi sono descritti in modo completo, sia dal punto di vista fisico e sia dal punto di vista caratteriale. Il POV è doppio, conosceremo i pensieri sia della protagonista femminile sia di quello maschile. Siete pronti a conoscere meglio Cassandra e Gabriele?

 

 

Caspita, che maleducato! Proprio un tipo così scorbutico mi doveva capitare? E adesso mi ordina pure di fermarmi…

 

Who are these guys? – I personaggi.

Cassandra è una giovane donna determinata ma anche molto timorosa. Affronta le sfide della vita a testa alta ma anche con timore, proprio come il viaggio in macchina da Roma a Milano che le cambierà la vita. Condivide un appartamento in una cittadina in provincia di Milano, con la sua miglior amica e collega, Elisa, insieme hanno un’attività di web design. Cassandra ha una vita tranquilla, in amore si è lasciata da qualche hanno con un ragazzo che la tradiva, e adesso non ha trovato ancora una persona speciale. Gabriele è uno scrittore che pubblica dietro pseudonimo, è molto schivo e introverso, non ama apparire in pubblico. Da tre anni la sua vita è cambiata, è stata stravolta dalla scoperta della sua malattia, il diabete. Lele non è mai riuscito ad accettare la sua nuova realtà, ha deciso di arrendersi e sfuggire alla vita: ha lasciato il vecchio lavoro, ha rotto i legami con la donna che stava per sposare ed è sempre assillato dalle attenzioni dei familiari. L’uomo ha perso la speranza e la voglia di costruirsi una vita normale.

 

Un pò scocciato mi domando cosa vorrà, ma quando leggo il messaggio, mi ritrovo a ringraziarla del fatto stesso di esistere.

 

Dopo l’infortunio di Elisa, Cassandra è costretta a tornare a Milano in macchina da sola, il viaggio le incute timore, perciò opta per la soluzione alternativa offerta dalla sorella della sua migliore amica: il car sharing. Pensando di trovare una donna come richiesto, il giorno dopo si reca sul luogo dell’appuntamento e viene avvicinata da un uomo. Scopre così che il passeggero misterioso è il taciturno e scorbutico Gabriele. Il viaggio trascorre molto lento, tra il malumore di lui e il traffico molto sostenuto, quando finalmente arrivano a Milano sono entrambi felicissimi di tornare alle loro vite e separarsi. Tornata a casa, Cassandra riprende la sua routine mentre Gabriele è intento a revisionare il romanzo che dovrà pubblicare in autunno, quando si accorge di aver smarrito la sua agenda con le annotazioni.

 

La fiammella che da giorni era sparita fa capolino al centro del mio petto. E io la maledico, perché ormai l’avevo archiviata come un principio di gastrite…

 

Titubante, Cassandra telefona a Gabriele per comunicargli di aver ritrovato la sua agenda in macchina, l’uomo per ringraziarla la invita a prendere un caffè. Trascorrono il tempo in modo tranquillo ed entrambi sono sorpresi di trovare piacere a stare insieme. Cassandra si è sempre sentita attratta da Gabriele, senza dubbio, nonostante fosse arrogante, si tratta di un uomo molto bello. I due riprendono la loro quotidianità, Cassandra immersa nel lavoro e nella speranza che Elisa ritorni a Milano; Gabriele tra le pagine del suoi nuovo romanzo e tra le preoccupazioni dei suoi familiari.

 

Ma quando lo vedo, ogni pensiero, ogni sentimento, è come un granello in una clessidra appena ribaltata.

 

Le settimane trascorrono, al culmine di una lite con la sorella apprensiva, Gabriele chiama Cassandre e le propone una gita a Colico. Cassandra è molto felice di trascorrere del tempo con Lele e acconsente di andare insieme al lago. Durante un improvviso temporale di montagna i due hanno un breve contatto. Rifugiati sotto un portico, Cassandra si rifugia tra le braccia di Gabriele terrorizzata a morte dai fulmini, si sente al sicuro. Lele invece, non si avvicina ad una donna da almeno due anni, non pensava di poter provare più certe sensazioni, rimane frastornato ed emozionato.

 

Come può questa creatura, che sembra un elfo dispettoso con la sua chioma infuocata, darmi tanta forza e soprattutto la voglia di guardare avanti?

 

Nel frattempo, Lele riceve l’invito alle nozze della sua ex, è molto indeciso sul da farsi e la sua famiglia fa di tutto per scoraggiarlo. Gabriele alla fine propone a Cassandra di accompagnarlo. Durante il ricevimento è molto teso ed impacciato, ritrovarsi nel mondo che ha lasciato, con le stesse persone di quando era felice lo destabilizza ma trova in Cassandra il suo punto fermo. La ragazza prende l’iniziativa per rompere la tensione, bacia Gabriele che ricambia la sua attrazione. Da quel momento i due si avvicinano sempre di più, si trovano benissimo insieme, si completano.

 

La mia mente non riesce a mettere insieme una frase comprensibile in questo momento. E va bene così.

 

La sorella di Gabriele fatica ad accettare la nuova situazione del fratello, la sua ritrovata indipendenza la spaventa. Lele parte con Cassandra per qualche giorno in Costa Azzurra, la vacanza vola e i due ragazzi la prolungano il più possibile. Insieme stanno benissimo, sono complici e vanno molto d’accordo. Per la prima volta dopo tanto tempo Gabriele si sente uomo, sente di poter ancora sperare in un  futuro felice nonostante la sua malattia. Tornati a casa separarsi è difficile, ma con la promessa di vedersi l’indomani è più accettabile.

 

Entro stasera scoprirò se è troppo tardi, perché ho intenzione di andare da lei. Spero solo che il libro sia già arrivato alla sua amica, altrimenti sarò nei guai. Non sono bravo con le parole

 

Poco dopo il rientro, i famigliari di Gabriele si accorgono che qualcosa non va in lui. La corsa in ospedale, gli attimi difficili di incertezza lo portano ad allontanare Cassandra senza una spiegazione. La ragazza riesce a scoprire del suo attuale problema renale e si precipita in ospedale, dove viene respinta. Gabriele viene dimesso, l’episodio non ha lasciato strascichi e si riprende bene, si concentra sul lavoro e su quello che ha perso. Cassandra è sconvolta dalla perdita del fidanzato, l’unico uomo che l’abbia davvero amata e fatta sentire viva; anche per lei il lavoro è l’unica attività sulla quale concentrare le proprie energie.

 

Ci credo! Le ho fatto capire chiaro e tondo che, se ho cambiato atteggiamento verso la vita, in buona parte è merito di Cassandra. Il che significa che, se ci tiene al nuovo Gabriele, deve accettare anche lei, perché fa parte del “pacchetto”.

 

Gabriele sa che non può ignorare i sentimenti che prova per Cassandra, così le organizza un gesto d’amore nella speranza che non sia troppo tardi. Cassandra capisce le paure e le insicurezze di Lele, si getta subito nelle braccia dell’uomo amato. La storia dei due giovani dal loro romantico ricongiungimento è sempre un crescendo di amore ed emozioni. Presto Lele acquista una villa nel paese di Cassandra e le propone di vivere insieme. Cassandra si sente pronta per questo passo, è pronta a tutto per trascorrere la vita al fianco dell’uomo che ama. Durante una presentazione in Germania del nuovo romanzo di Lele, Cassandra è strana e non si sente bene. Gabriele e preoccupato per la saluta della propria compagna ma Cassandra sa bene cosa c’è di nuovo: è incinta. Quando sgancia la bomba Gabriele è attonito, perché era sicuro di non poter avere figli, con una semplice frase Cassandra lo ha reso l’uomo più felice del mondo. Nonostante le difficoltà i due sono felici e follemente innamorati di loro stessi e della vita.

 

 

Vorrei chiederle tante cose, vorrei dirle come mi sento, ma non ci sono parole che possano descrivere il calore che mi scoppia nel petto.

 

Cari lettori eccoci emersi dalla storia di Gabriele e Cassandra. La dolcezza può far male è un romanzo che mi ha colpita molto, tratta una tematica importante in modo leggero e accattivante. Trasmette tanti messaggi positivi senza rendere la malattia opprimente o morbosa e questo mi è piaciuto tantissimo. Ti fa capire che il disturbo è un qualcosa di normale con cui è possibile avere a che fare, ma non rende la vita meno bella. L’importante è circondarsi di affetto e di amore, con i sentimenti positivi tutto, anche lo scoglio più alto e impervio, si può scavalcare.

 

 

Al prossimo libro! :)

 

Lascia un commento