Le cose che sai di me di Clara Sánchez | Recensione di Sandy

Clara Sanchez - Le cose che sai di me

«Il mio corpo si adattava alla passerella come le matrioske, come un guanto. Era il mio elemento naturale, camminavo separata dal resto del mondo, ma non così tanto da non sentirlo vicino. Smettevo di pensare non appena percepivo la musica e gli sguardi sopra di me, non appena mi trasformavo nel centro del mondo. Bisogna lasciarsi divorare dal ritmo, dalla luce, dalla velocità, dai vestiti, dalle scarpe; altrimenti la passerella ti afferra, ti sputa e ti tritura.»

Dettagli:

  • Titolo originale: El cielo ha vuelto
  • Genere: Romanzi Stranieri
  • Editore: Garzanti
  • Collana: Narratori Moderni
  • Pagine: 320
  • Prezzo ( Donna Moderna): € 6,90
  • Prezzo: € 18,60 / € 9,90
  • Prezzo e- book: € 6,99

Il Libro – Trama:

Il piccolo pezzo di cielo che si intravede dal finestrino è di un azzurro intenso. Patricia è sull’aereo che la sta riportando a casa, a Madrid. All’improvviso la sconosciuta che le è seduta accanto le dice una cosa che la sconvolge: “Qualcuno vuole la tua morte”. Patricia è colpita da quella rivelazione, ma poi ripensa alla sua vita e si tranquillizza: a ventisei anni è realizzata, felicemente sposata e con un lavoro che la porta a girare il mondo. Niente può turbare la sua serenità. E sicura che quella donna, che dice di riconoscere le vibrazioni emanate dalle persone, si sbaglia. Eppure a Patricia, tornata alla routine di sempre, iniziano a succedere banali imprevisti che giorno dopo giorno si trasformano in piccoli incidenti. Incidenti che stravolgono le sue abitudini e il suo lavoro. Non può fare a meno di ripensare alla donna dell’aereo e alle sue parole. Parole che a poco a poco minano le sue certezze. Vuole sapere se è davvero in pericolo. Vuole scoprire chi desidera farle del male, e quando il sospetto cresce dentro di lei, inizia a guardarsi intorno con occhi diversi, dubitando delle persone che ha vicino. Sente che tutto il suo mondo sta crollando pezzo dopo pezzo, ma deve trovare il coraggio di resistere: la minaccia è più vicina di quanto immaginasse. Però deve essere pronta a mettere in discussione tutta la sua vita, a leggere dentro sé stessa. Perché anche la felicità ha le sue ombre.

Recensione:

Ho spesso sentito nominare Clara Sánchez e i suoi romanzi, alcuni degni di lode, altri arduamente discussi. Nel bene o nel male le sue creazioni hanno quel qualcosa che le permettono di spiccare il volo e renderla una delle donne più talentuose della narrativa moderna spagnola. Ciò nonostante non mi era mai capitato tra le mani niente di suo e devo ammetterlo che mi sono pentita di non aver mai preso in mano un suo romanzo. Come si suol dire “non è mai troppo tardi” e dunque eccomi con “Le cose che sai di me”, mio rito di passaggio per conoscere meglio quest’autrice.

« C’è qualcuno che desidera che tu muoia. Lo avverto con grande forza, come se fossi nel cuore di quella persona, ma non nella sua mente poiché non so chi è né perché desidera la tua disgrazia.»

La storia ha come protagonista Patricia, giovane modella. La sua vita è perfetta. Una carriera brillante, un matrimonio perfetto e un conto in banca invidiabile. È realmente tutto così perfetto come sembra? Durante un viaggio incontra Viviana, una donna alquanto particolare, che le svela un segreto fuori dal comune. Qualcuno vuole la morte della modella, resta solo capire chi.
L’apparenza, è questa una delle parole chiavi del romanzo, ci svela che non è tutto come sembra. Dietro alla perfezione si cela un’ombra marcata e per Patricia sarà solo l’inizio della discesa dall’apice della sua carriera.

Il mondo della moda ha sempre avuto un fascino irraggiungibile. Abbagliati da luci, stoffe danzanti e modelle dalle caratteristiche singolari, spesso sfugge allo spettatore ciò che si può celare dietro a una sfilata, scatti su riviste o gigantografie sparse in ogni città. La protagonista, infatti, attraverso svariati flashback ci racconta la sua vita, la sua scalata al successo. Non è facile restare sulla cresta dell’onda se si invecchia. Arrivare a ventisette anni può segnare la carriera se il viso non è ciò che attira i clienti, quali stilisti, marchi noti. Non è semplice rimanere a galla se si commettono errori. Dunque è questo ciò che si continua a sognare? Un viso ritoccato su una rivista di alta moda? E poi? A ognuno le proprie scelte e desideri, sta di fatto che il mondo descritto dalla Sánchez da poco spazio alla felicità. È tutta finzione, immagine.

Al di là di quello che può sembrare, ovvero, una critica spietata al mondo della moda, Clara Sánchez ha voluto far emergere un aspetto sempre “meno importante” oggigiorno: la fragilità. Patricia è fragile. Nonostante sia sposata con Elìas, abbia ancora la sua famiglia e sua sorella a farle da spalla, è terribilmente sola. A conti fatti deve solo affidarsi a sé stessa, al suo istinto e razionalità per venire a capo di questa terribile situazione. La sua scalata verso la verità sarà tortuosa e ostile.

Mi è piaciuto il romanzo. Nulla è stato lasciato al caso. Lo stile della Sánchez è particolare, la sua narrazione è velata di un pizzico di mistero e drammaticità giustamente dosati. Non mi ha entusiasmata ma neanche annoiata, sono a metà tra l’innamorarmi e non. C’è qualcosa che manca: l’emozione. Nonostante il racconto sia stato portato avanti in maniera esemplare, è come se restassi in attesa del momento in cui mi emozionerò del tutto e resterò senza fiato. Momento che non è mai arrivato. Nonostante tutto non riesco ad identificarmi con la protagonista, a fare mio il suo dolore. Bisogna dirlo, però, ha una capacità descrittiva eccezionale. Ricorderò “Le cose che sai di me” con enorme piacere e lo consiglio a chi ha pazienza e voglia di lasciarsi coinvolgere da qualcosa di insolito.

Stamberga - Voto 3

 

 

 

Note sull’autrice – Clara Sánchez:

Ha raggiunto la fama mondiale con il bestseller ‘Il profumo delle foglie di limone’, in cima alle classifiche di vendita per oltre due anni. Con Garzanti ha pubblicato anche ‘La voce invisibile del vento’ e ‘Entra nella mia vita’. È l’unica scrittrice ad aver vinto i tre più importanti premi letterari spagnoli: il premio Alfaguara nel 2000, il premio Nadal nel 2010 e il premio Planeta nel 2013 con ‘Le cose che sai di me’.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento