I mercanti dell’apocalisse di L. K. Brass | a cura di Deborah

14360230_923902407713863_1711891742_o

 

 

 

I MERCANTI DELL’APOCALISSE

 

“Non puoi batterti da solo. Se vuoi andare avanti, trova almeno qualcuno di cui ti fidi e che sia disposto a lottare al tuo fianco. Come me.”      -Anna

 

 

Titolo: I mercanti dell’apocalisse

Autore: L.K. Brass

Editore: Giunti

Collana: Giunti Originals

Genere: Thriller

Prezzo: 8 €

Pagine: 391

 

 

Trama:

Daniel, geniale matematico, ha raggiunto il successo e tutto ciò che un uomo può desiderare, ma una beve telefonata cambierà la sua vita per sempre. Una terribile sciagura aerea e un attentato da cui si salva quasi per miracolo gli fanno capire di essere rimasto invischiato in qualcosa di oscuro e mortale. L’unico modo per proteggere se stesso e la figlia Isabel, la sola della sua famiglia a essere sopravvissuta, sarà scomparire. Anni dopo, vivendo sotto falso nome alla ricerca di chi gli ha distrutto la vita, si imbatterà in una nuova scia di morte e in un complotto che sta dissanguando la BCE e le economie europee. Con l’aiuto insperato di una giovane brillante operatrice finanziaria, Daniel lotta per ottenere risposte. Fra spionaggio informatico, inseguimenti e abili travestimenti, riuscirà a ricomporre tutte le tessere di quell’inquietante mosaico?

 

 

Recensione:

Stamberghiani, oggi parliamo di un thriller che ho scoperto grazie alla collaborazione con la casa editrice Giunti che ha fatto approdare gentilmente il romanzo da noi alla Stamberga; si tratta di un thriller finanziario. Non vi spaventate, anche io a dir la verità ero un pochino intimorita dagli elementi economici e finanziari contenuti nel romanzo ma sono stata incuriosita e catturata da queste tematiche. Iniziamo con lo stile di scrittura di L. K. Brass, lo ho trovato molto fluido, scorrevole ed accattivante, ma accattivante sul serio perché, come vi anticipavo prima, ha saputo rendere le nozioni ed i problemi economici davvero interessanti. Ho ritrovato alcune nozioni apprese durante le noiose lezioni di mico e macro economia seguite all’università, nel contesto del romanzo invece le medesime tematiche mi hanno intrigata, mi sono chiesta come sarebbe stato seguire i medesimi corsi tenuti da questo autore! Comunque, a parte gli scherzi, vi spiegherò meglio cosa mi ha affascinata e portata a pormi determinate domande. Passiamo alla vicenda, la storia è molto avvincente, ricca di mistero, suspance, azione ed inseguimenti, insomma possiede tutti gli elementi che ci si aspetta da un buon thriller ed in più è un racconto che ho trovato estremamente veritiero. Esso sa suscitare diverse emozioni, oltre agli elementi caratterizzanti del genere thriller, emergono in giuste dosi sentimenti di amore, affetto per la famiglia, solitudine e tristezza. Ho apprezzato molto il fatto che l’autore non abbia calcato la mano sui momenti di azione rendendoli inverosimili come in certi romanzi e film, anzi la loro semplicità li ha resi ancor più reali e di conseguenza appassionanti. Se mi fermo a riflettere posso tranquillamente immaginare che Daniel e Anna esistano davvero là fuori e abbiano vissuto queste vicende, mi è piaciuto tantissimo questo legame con la realtà che, secondo me, avvicina maggiormente il romanzo con i suoi personaggi al lettore. Insieme ai protagonisti visitiamo diverse città europee, le quali vengono descritte in modo accurato per quanto concerne il romanzo; purtroppo non avendo ancora visitato la maggior parte della città citate non so se le descrizioni sono fantasiose oppure effettive, ma propendo per la seconda opzione. Ora addentriamoci nella storia vera e propria, cercherò di parlarne senza importanti spoiler. Il protagonista Daniel, intelligente e brillante uomo alle dipendenze dell’Interpool, vedrà abbattersi su di sé tragedie per le quali la sua vita sarà sconvolta dalle fondamenta; dovrà dire addio ai suoi affetti più cari per colpa di misteriosi e crudeli avvenimenti. Anni dopo ritroverà una sorta di equilibro ma non dimenticherà cosa e sopratutto chi gli rovinò la vita. Durante un lavoro svolto presso un grande hotel immerso nelle piste da sci verrà catapultato di in una situazione ambigua, Michael un suo conoscente, nonché ospite dell’albergo, sembra essersi tolto la vita lasciando la moglie e le sue tre bimbe. Daniel capirà subito che qualcosa non va, qualcosa viene celato, qualcosa che lo collegherà al suo triste passato? Il protagonista non ha più niente da perdere deciderà per questo di invischiarsi in questa spinosa situazione iniziando ad indagare grazie alle sue centinaia di false identità costruite alla perfezione. Mi ha sorpreso e affascinato come risulta possibile rendere reale una persona che non lo è, tutti i dettagli, le accortezze ed i travestimenti che  sono dietro alle false identità. Nel suo percorso d’indagine Daniel incontrerà Anna, giovane e brillante donna finlandese dipendente della BCE ed esperta di finanza; le circostanze del loro incontro sono molto particolari e drammatiche, questo avvicinerà particolarmente i due. Insieme indagheranno sui retroscena della morte di Michael, scoprendo un’oscura e putrescente ragnatela di inganni, raggiri e truffe. Se la crisi economica in cui versiamo da anni fosse colpa di organizzazioni internazionali senza scrupoli che speculano sui mercati grazie alla operazioni di acquisto e vendita destabilizzandoli per arricchirsi? Questo in poche parole è il nodo su cui verte il mistero del romanzo, io pensandoci ho trovato questa cosa davvero interessante ed intrigante. Comunque, verremo coinvolti in inseguimenti e fughe mozzafiato in cui incapperanno i protagonisti per cercare di scoprire la verità e soprattutto per far in modo che le informazioni difficilmente conquistate finiscano nella mani di autorità competenti e non corrotte. Il finale è molto bello e lascia intravedere nuove avventure in cui incontreremo ancora Daniel e Anna.

 

 

 

Nota sull’autore:

L.K. Brass è nato a Lugano e si occupa di consulenza per i sistemi informativi finanziari. Ha vissuto a Parigi, Vaduz, Chicago, Ginevra e Zurigo. Questo è il suo primo romanzo, che apre una serie con gli stessi protagonisti.

Salva

Salva

Lascia un commento
Precedente Il curioso viaggio di Dante Alighieri | a cura di Sandy Successivo Sopravvissuto - The Martian | Recensione di Sandy