Mio fratello è un supereroe di David Solomons | Recensione di Sandy

IL ROMANZO

Oggi si torna a parlare di romanzi per ragazzi con David Solomons e il suo “Mio fratello è un supereoe”.

Prezzo: €14,90

Acquistalo subito: Mio fratello è un supereroe. Potevo esserlo anche io, ma mi scappava la pipì…

Editore: De Agostini
Genere: Ragazzi
Pagine: 320

Luke ha undici anni, un’incredibile passione per i fumetti e un terribile tempismo. Una sera come le altre, sta giocando sulla casa sull’albero insieme al fratello Zack quando sente l’impellente bisogno di fare pipì e si allontana. Solo per pochi, pochissimi minuti. Ma proprio in quel momento un’astronave compare davanti alla casa sull’albero e un alieno investe Zack di tutti i poteri di un supereroe. Proprio Zack! Quell’imbranato che non ha mai letto un fumetto in vita sua e che non sa distinguere Batman da Superman! Luke non riesce a credere ai propri occhi: il fratello non merita tanta fortuna. Le cose si complicano però quando Zack viene rapito dal suo arcinemico spaziale e Luke capisce di avere solo cinque giorni. Cinque giorni per aiutarlo a diventare un vero supereroe e salvare così il mondo intero.

 

Let’s talk about “My Brother Is A Superhero”

Penso che nella vita ci siano dei precisi momenti in cui le cose possono andare in una direzione o nell’altra.

Luke Parker è una ragazzino di undici anni, vivace e dalla fervida immaginazione, alle prese con le stramberie della vita. Un giorno accade l’impensabile: suo fratello diventa un supereroe.

Zack Parker, 14 anni, un supereroe?

Neanche il suo fratellino più piccolo riesce a crederci. Se solo non fosse andato in bagno, a suo dire, sarebbe stato lui quello dai grandi poteri che comportano grosse responsabilità. Zorbon il Decisore, viaggiatore interdimensionale e ambasciatore dell’Alto Consiglio di Frodaz Wonthreen Rrr’n’fargh, ha riposto fiducia nel giovane Zack, conferendogli alcuni poteri in grado di fare cose fuori dal comune: come la telecinesi. Da Zack Parker a Star Lad, il salto è stato breve, ma come Luke sa, prima di diventare un eroe vero e proprio, serve preparazione e dedizione alla causa, che non è più pensare a sè stessi ma un bene comune, battendosi per la comunità. Essendo il più piccolo un esperto di fumetti e supereroi, decide di aiutare suo fratello affinché divenga il più grande dei supereroi.

Dall’altro parte abbiamo Zack o Star Lad, ragazzo sveglio e ottimo studente, che non ha la più pallida idea di cosa significhi essere un supereroe. Si sente diverso, qualcosa in lui è cambiato, ma non si tratta solo di poteri bensì di un vero e proprio cambiamento fisico. Il signor Parker ha spiegato a Luke che suo fratello sta attraversando per una nuova fase, la “pubertà”, ma non sapendo nulla a riguardo, il più piccolo non ha saputo trovare una soluzione brillante al “problema” di suo fratello. Una tappa che abbiamo attraversato tutti, in maniera differente, quindi potrete ben capire lo stato d’animo di Zack, che non solo deve rispondere ai cambiamenti fisici ma farsi carico di grosse responsabilità, suo fratello non aiuta di certo ronzandogli attorno. Questo almeno fino all’inizio di tutto, quando la sua vita viene stravolta dall’arrivo di poteri. E sarà solo l’inizio dei problemi.

Le abilità che gli sono state donate comportano grandi sacrifici, come il dover nascondersi da tutti e celare la propria identità, arrivando a mentire anche ai genitori.

Comincia così uno strano percorso ricco di colpi di scena che metterà a dura prova i due fratelli, i quali ignorano le avversità che la vita gli porrà davanti. Si tratta di ostacoli ai quali, spesso e volentieri, anche noi adulti non riusciamo a superare, ma con un briciolo di fortuna e determinazione, tutto è possibile. La Nemesi di Star Lard riesce ad essere sconfitta e se prima Luke fosse addirittura invidioso dei poteri di suo fratello, andando avanti, si renderà conto che le responsabilità che gravano sulle spalle di Zack sono più grosse di quelle a cui deve rispondere lui, ancora bambino.

«Ma non tutti abbiamo dei superpoteri» obbiettai.
«Credo che tu li abbia» replicò lui.

Le persone sono speciali a prescindere da chi siano, non servono i superpoteri per essere unici e questo è un messaggio forte che il libro lancia. Non bisogna vergognarsi di chi siamo o di cosa facciamo, anche nel nostro piccolo, siamo dei supereroi perchè affrontiamo la più grande delle sfide, ogni giorno, la vita. Servendosi di una storia surreale David Solomons riesce a centrare il bersaglio, divertendo il lettore e allo stesso tempo mostrandogli quanto sia importante accettare sè stessi e ciò che si è nella vita di tutti i giorni. Non si tratta solo di un libro simpatico dalla copertina carina. Esplora in profondità anche i legami familiari, basti vedere Luke e Zack prima divisi per le loro divergenze, dopo uniti per darsi forza a vicenda. Una lettura per grandi e piccini. Geniali sono stati tutti i cliché del mondo fumettistico tirati in ballo con la giusta dose di umorismo ed energia che ha reso “Mio fratello è un supereroe” una ventata d’aria fresca.

LA SERIE SI COMPONE DI TRE LIBRI:

 

 

 

Note sull’autore – David Solomons:

è nato in Scozia, a Glasgow, e oggi vive nel Dorset con la moglie, la scrittrice Natasha Solomons, e il loro figlio. È stato autore di sceneggiature per molti anni. Mio fratello è un supereroe è il suo primo entusiasmante romanzo d’esordio per ragazzi, già diventato bestseller nel mondo.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Lascia un commento
Precedente ANTEPRIMA: Non ti faccio niente di Paola Barbato (Edizioni Piemme) Successivo #Segnalazione: Porcini sull'asfalto di Iacopo Bianchi (Book a Book)