Top of the month #8: I preferiti del mese di ottobre di Sandy

I preferiti del mese di ottobre di Sandy

È ora di fare un recap delle mie preferenze del mese di ottobre. Pronti a scoprire un breve riassunto del mio mese letterario? Prima di procedere, vi consiglio di fare un saltino da Chiara in Bookland per scoprire come ha “tirato le somme”, visto che mi sono ispirata a lei per realizzare una mia personale classifica.

Close up – acquisti del mese: Origin di dan brown

Se settembre era pieno di uscite interessanti, non parliamo di ottobre, tra le tante quella che non poteva mancare nella mia libreria è “Origin” di Dan Brown, uno dei pochi autori che è in grado di farmi mettere da parte qualsiasi altra lettura per poterlo leggere.

Focus On – I preferiti del mese: Cuore Oscuro, Cercando Juno, Il giardino di Elizabeth, Tutta colpa delle meduse, Il signor Origami, Hex, Cronache di un gatto viaggiatore, Incubo di Famiglia, Qualcosa succederà, Terapia d’amore, La bambina della luna e delle stelle e Cyber Bugie

Non scherzavo quando dicevo che ottobre è stato un mese pieno e tra le letture nelle quali mi sono tuffata, queste hanno sicuramente spiccato, diventando le mie preferite in assoluto.

Waiting for – L’Uscita che aspettavo con ansia: Origin, Incubo di famiglia, Il magico Pane dei fratelli Mazg, Cyber Bugie, Il signor origami, L’undicesima ora, La Ladra di neve e Hex – La maledizione

Mi conoscete ormai, ultimamente sto cercando di contenere i miei impulsi. Di tutte le uscite, quelle che mi hanno colpita sono sicuramente queste otto che aspettavo con ansia. Ottobre si è rivelato migliore di settembre.

Spotlight – Personaggi preferiti: Anita di Humans, Will Byers di Stranger things e Holden ford di mindhunter

Questa volta abbiamo tre personaggi che mi hanno incuriosita e dei quali ho apprezzato la caratterizzazione sul piccolo schermo.

Anita di Humans, un synth capace di nutrire emozioni e che è in grado di andare ben oltre la programmazione di base, diventando a tutti gli effetti un membro onorario della famiglia per la quale lavora. Il mondo di Humans mi ha colpita, progresso e tecnologia si scontrano sotto lo stesso tetto, mostrando gli aspetti più perversi e negativi del genere umano.

Dall’altra parte abbiamo Will Byers, il ragazzino scomparso nella prima stagione, che ora ha un ruolo più rilevante ed è stato impossibile non apprezzare il modo in cui lui e Mike dimostrano quanto possa essere solido un legame.

Infine, Holden Ford, personaggio che ho decisamente amato. Vivere circondato da serial killer e tentare di entrare nella loro mente ha spezzato l’equilibrio che credeva di avere. Holden si sbriciola dinnanzi ai nostri occhi, mostrando il suo lato più vulnerabile, quella di un uomo spaventato e che sta lentamente scendendo nel baratro della follia.

I love movies – un film: El Bar, Death Note: Light Up The New World e Wonder Woman

Tre film diversi. La versione cinematografica giapponese di Death Note, migliore di quella americana di Netflix. Un thriller/horror spagnolo, El Bar, che oltre ad avere intrigata mi ha anche decisamente inquetata. E infine, Wonder Woman, unico film dell’universo DC che ho apprezzato.

Did you think i’d forgotten you? – Twin Peaks, Stranger things 2, mindhunter e humans

Le serie tv sono un mio punto debole, ormai lo sapete. Nutrivo tante speranze per Twin Peaks, ma dopo averla finita, non so, mi ha lasciato quel senso di amarezza in bocca che non mi aspettavo e sebbene trovi geniale il modo di raccontare di Lynch e Frost, non è riuscita a convincermi pienamente.

La seconda stagione di Stranger Things è stata un viaggio fantastico, che dall’inizio alla fine non ha fatto altro che tenermi incollata allo schermo. Mindhunter è un’altra serie che ho amato alla follia, dato che io amo le serie poliziesche/thriller e non potevo non apprezzare la storia delle origini del profiling. Semplicemente geniale.

Per ultima c’è Humans, serie per me sconosciuta, ma dopo aver letto la trama e visto la prima stagione posso dirvi che l’ho amata quanto 3%.

I don’t care, i love it – Album: “Tell me you love me” di demi lovato

Questa volta la protagonista della mia playlist è Demi Lovato, il suo nuovo album è pazzesco. Non avevo dubbi sulla potenza della sua voce, questo album è la dimostrazione che riesce sempre a superarsi. Tra le tracce, senza dubbio, ho amato “You don’t do it for me anymore”.

I love coffee, i love tea – Thè/tisana preferita: Caffè

Questa foto mostra due caffeinomani con la loro droga preferita, il caffè. Quando si tratta del dolce elisir degli dei, io e Carlo siamo sempre in prima fila, vedere per credere.

 

Ottobre si è rivelato ricco di sorprese, com’è stato il vostro? Vedremo cosa mi riserverà Novembre.
A presto!

 

Lascia un commento
Precedente Blogtour: Il Debito di Glenn Cooper - Focus on: Cal Donovan Successivo Chi cerca trova – Day #11: Viaggio sull'isola che non c'è