The whispering room: L’amore non è mai come sembra di Francesca Redolfi

 

Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare. Apprendi dagli audaci, dai forti, da chi non accetta compromessi, da chi vivrà malgrado tutto. Alzati e guarda il sole nelle mattine e respira la luce dell’alba. Tu sei la parte della forza della tua vita. Adesso svegliati, combatti, cammina, deciditi e trionferai nella vita; Non pensare mai al destino, perché il destino è il pretesto dei falliti.
(Pablo Neruda)

 

L’amore non è mai come sembra di Francesca Redolfi

Editore: LibroMania
Genere: Romance
Prezzo: ebook 1.99 €
Acquistalo subito: L’amore non è mai come sembra

Gaia ha 24 anni e sogna di diventare una giornalista professionista. La gavetta nella redazione di un grande quotidiano milanese non la spaventa, finché a metterle i bastoni tra le ruote non arriva Diego, un nuovo e brillante cronista: maledettamente bravo… e bello! Da un giorno all’altro tutti i pezzi migliori vengono affidati a lui e la competizione tra loro si fa subito accesa. Quando in redazione si verificano fughe di notizie verso la testata concorrente, dove lavora Vittorio, fidanzato di Gaia, il direttore inizia a sospettare di lei e la situazione si fa sempre più difficile e precaria. E se fosse invece Diego la gola profonda e il mandante dei sospetti nei confronti della ragazza? Gli atteggiamenti elusivi e i misteri sulla vita privata del bel collega nutrono i sospetti di Gaia, che si tuffa a capofitto in un’inchiesta per smascherare Diego e scopre invece che la verità non è quasi mai come sembra e …

 

botta e risposta con francesca redolfi

 

Benvenuta Francesca alla Stamberga d’inchiostro, è un vero piacere conoscerti e scoprire qualcosa in più sul tuo romanzo, partiamo con la nostra piccola intervista!

 

  • Come è nata l’idea di «L’amore non è mai come sembra»?

L’idea è nata pensando agli anni, bellissimi ed entusiasmanti, trascorsi come collaboratrice di un quotidiano locale, che ricordo con grande affetto. Ho pensato di raccontare gli sfaccettati aspetti di un mestiere che forse non tutti conoscono, e ho voluto su questo contesto intrecciare una storia d’amore.

 

  • C’è un episodio che ti si è delineato prima degli altri?

Sì, un episodio che è al centro del romanzo e che traccia una svolta importante per la protagonista e per il suo modo di considerare il personaggio maschile. Ma non posso svelare altro…

 

  • A quale dei tuoi personaggi sei più legata?

Un po’ a tutti direi! Ovviamente alla protagonista, Gaia, con cui trovo affinità perché come lei per un tratto di vita ho vissuto anch’io il sogno di diventare giornalista. E poi la trovo autentica, “una di noi” come mi ha scritto qualcuno. Ovviamente apprezzo anche Diego, il personaggio maschile, inizialmente misterioso ma anche affascinante, mentre tra i personaggi secondari sono affezionata ad Aisha, di cui mi piace la saggezza e la lungimiranza.

 

  • C’è qualche curiosità che non hai scritto nel romanzo e vuoi condividere con i lettori?

C’è chi mi ha fatto notare che permangono delle ambiguità di Diego forse non del tutto risolte nell’ultimo capitolo e che magari potrebbero essere approfondite in un futuro sequel, se prima o poi deciderò di farlo.

 

  • Quale messaggio vorresti arrivasse ai lettori?

In un mondo in cui siamo inondati da tanti messaggi, non ho la pretesa di lasciarne uno in particolare, anche perché ritengo che ognuno in un libro possa trovare il senso che più gli si addice in quel momento.
Comunque penso che forse l’invito che esprime Gaia è di credere «nella bellezza dei propri sogni», come diceva Eleanor Roosevelt. Ma anche di mantenere sempre quello sguardo scanzonato e leggero sul mondo che a volte ci manca.

 

  • Che progetti hai per il futuro?

Un altro romanzo nel cassetto. E tante idee in cantiere.
Lavoro e bambine permettendo J vorrei continuare a scrivere… e scrivere… e scrivere…

 

Ti auguro un grande in bocca al lupo!

 

 

May the Force be with you!
Precedente Blogtour: Will ti presento Will di John Green e David Levithan- Recensione Successivo A caccia con Lea – Pancia in dentro e naso in fuori: Missione #5