Un cattivo ragazzo come te di Huntley Fitzpatrick | Recensione di Deborah

 

 

UN CATTIVO RAGAZZO COME TE

 

Non bevo né prendo altra roba dalla fine di giugno, quindi sono…ehm, cinquantanove giorni, ma figurati se li conto. Sto solo facendo del mio meglio, e continuerò…

 

Titolo originale: The Boy Most Likely To
SerieMy Life Next Door
Editore: DeAgostini
GenereNew adult
Prezzo: 14.90 €
Ebook: 6.99 €

Acquistalo subitoUn cattivo ragazzo come te

 

Trama:

L’ultima cosa di cui una maniaca del controllo come Alice Garrett ha bisogno è un tipo come Tim Mason. Tim che è il migliore amico di suo fratello minore. Tim che attira i guai come una calamita. Tim che fiuta l’alcol anche bendato. Ma si sa, le cose non vanno sempre come si vorrebbe. Così, quando Tim si trasferisce nell’appartamento sopra il garage dei Garrett, Alice comincia a conoscerlo meglio. E capisce che dietro quella maschera da bad boy si nasconde un ragazzo che, dopo aver toccato il fondo, è pronto a tutto pur di cambiare. Anche a prendersi finalmente la responsabilità per il guaio che ha combinato un anno prima. Un guaio che Tim non ricorda nemmeno ma le cui conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. Qualcosa di così scomodo che potrebbe mettere fine alla storia con Alice ancora prima che abbia inizio.

Un romanzo intenso e dolcissimo: Huntley Fitzpatrick ci riporta nel mondo di Quello che c’è tra noi per raccontarci l’importanza delle seconde occasioni e del primo amore.

 

Attaccato alla bacheca c’è un foglio con le parole  IL RAGAZZO CHE HA PIÙ PROBABILITÀ DI…scarabocchiate in cima con un pennarello rosso.

 

Recensione:

Cari lettori,

oggi parliamo del nuovo romanzo di Huntley Fitzpatrick, nuova avventura delle serie My Life Next Door,  edita da Deagostini. Se non conoscete la serie ma siete attratti da questo libro non temete, si tratta di una sega di autoconclusivi che possono essere letti in ordine casuale.  Siete pronti a conoscere Tim e Alice?

 

Fanno tutti spallucce, come se fosse un mistero insolubile quello del gufo. «Riproviamo. Cosa ci fa questo gufo nel congelatore?»

 

Write, wrote, written – Lo stile di scrittura

Lo stile di scrittura dell’autrice mi ha colpito per la sua semplicità e leggerezza, è molto fluido e, nonostante la sua semplicità riesce a caratterizzare in modo proprio i due POV. Il romanzo è narrato in parte da Tim ed in parte da Alice, riusciremo ad entrare in perfetta empatia con entrambi i protagonisti. Nonostante il genere, la vicenda è abbastanza originale, la storia d’amore tra i due è molto dolce ed in un certo senso “pulita”; ci sono pochi momenti intimi e non vengono descritti in modo esplicito, insomma un romanzo adatto a tutte le età!

 

Mi accascio sulla sabbia, cadendo prima in ginocchio per poi collassare sulla schiena, le mani sugli occhi a riparali dal sole del mattino, e inspiro come se l’aria fosse filtrata attraverso la nicotina.

 

Who are these guys? I personaggi

I protagonisti di questo romanzo mi sono piaciuti molto e anche come sono stati caratterizzati, troviamo inoltre tantissimi personaggi secondari. Tim, un ragazzo di diciassette anni con un passato, molto recente, segnato dall’abuso di alcol, droga e sesso. Nonostante le giovane età Tim sta gettando via la propria vita, ma decide di riprenderne le redini in mano allontanandosi dalla propria famiglia. Quando lascia la casa paterna per trasferirsi nell’appartamento sopra il garage del suo migliore amico, sono esattamente cinquantanove giorni che è pulito, ha esattamente quattro mesi per trasformare le sua vita. Alice, una bella ragazza di diciannove anni molto più matura della sua età a causa delle tante responsabilità che gravano sulle sue spalle. Lei è la secondogenita di una famiglia molto numerosa, deve badare a tutti i suoi fratelli, crescerli e coordinarli dimenticandosi di se stessa. La sua famiglia è stata colpita da una tragedia mesi fa, il padre è stato investito e costretto in ospedale, la madre nuovamente incinta si prende cura di lui ed inevitabilmente trascura tutti gli altri.

 

Un disastro totale dentro e fuori, quel ragazzo: probabilmente non si è neppure fatto la doccia.

 

Tim, dopo aver ricevuto l’ultimatum di dover diventare un uomo rispettabile entro il suo 18 compleanno si trasferisce nell’appartamento sopra il garage dei Garrett. I Garrett sono una famiglia molto numerosa e piena di problemi, ma molto altruista e non volterebbero mai le spalle ad una persona amica. Il signor Garrett era lo sponsor di Tim agli incontri degli AA, prima di finire in ospedale, a causa del proprio passato si rivedeva in quel ragazzo disastrato. Tim viene accolto molto bene dalla famiglia dell’amico, un pò meno dalla fredda Alice, che si è vista sfumare il sogno di avere per sé un luogo tranquillo, lontano dalla casa caotica.  Tim si pone in modo scherzoso nei confronti di Alice, sempre con la battutina pronta, ma è molto attratto da quella bellissima ragazza.

 

 

Hai fatto una buona azione, sorellina. Meglio se te ne vai. Non penso che Alice voglia testimoni per l’omicidio.

 

Alice sta con Brad, non è felice, considera il suo ragazzo di passaggio, super impegnata con la propria famiglia lui le sottrae tempo. Intanto inizia ad essere colpita da Tim, il suo comportamento e la sua voglia di lottare e sconfiggere i propri demoni. Nonostante i vari impegni, la convalescenza del padre e il piccolo negozio di ferramenta da mandare avanti Alice, dopo aver liquidato Brad, si butta in un appuntamento di prova con Tim. L’uscita non va come sperato, proprio perché non avviene. Nella vita del ragazzo si è aggiunto un altro grosso guaio, Calvin, suo ipotetico figlio. Improvvisamente si presenta alla porta di Tim una ragazza con un bambino dai capelli rossi, proprio come i suoi, dicendo di essere rimasta incinta dopo un loro rapporto occasionale.

 

 

Tim indietreggia e alza le mai ella stesso identico gesto dell’altra sera sotto la pioggia. Sento una scintilla di…qualcosa…su per la spina dorsale.

 

Dopo lo shock iniziale Tim decide di fare la cosa giusta, aiuterà la ragazza a prendersi cura del bambino prima che venga dato in adozione. Decide ti tenere tutti all’oscuro della vicenda, il più possibile. Infatti con Alice è molto frenato, non vuole spingersi troppo oltre visto la nuova situazione, questo lo rende più interessante agli occhi della ragazza. Il segreto dura poco, è molto difficile nascondere un neonato di pochi mesi e la famiglia Garrett si mostra molto comprensiva nei confronti di Tim. Ad Alice serve più tempo per elaborare la notizia, ma poi decide che vale la pena avvicinarsi a questo ragazzo e continuano a frequentarsi, nonostante Brad assilli ancora la ragazza. Nel frattempo Tim si prende cura di Cal al meglio delle sue possibilità, un ragazzo di diciassette anni che imparare in poco tempo ad essere padre, un qualcosa di dolce ed emozionante.

 

I finestrini sono oscurati, non vedo chi c’è dentro. Spacciatori? Forse il uovo inquilino si è portato dietro il suo riprovevole passato

 

Tutti aiutano Tim a prendersi cura di Calvin quando serve, e tutti insieme si affezionano al bambino. Intanto, un altro peso gravò sulla spalle di Alice, i salati conti delle spese mediche non furono più pagati dalla senatrice che lo investì. La pratica per l’adozione avanzava e Tim giunto il momento di firmare per rinunciare ai propri diritti non si sentì pronto, si era affezionato a Cal e in cuor suo era l’unica decisione buona che aveva preso. Tim aiutò Alice a trattare con l’avida senatrice in modo da far tener fede all’accordo pattuito con la famiglia Garrett. La strana e particolare relazione tra Tim e Alice procedeva, nonostante i difetti e le difficoltà reciproche insieme i due ragazzi erano davvero felici. Un dubbio prende forma, Cal è veramente figlio di Tim?

 

 

 

Già, qui nessuno ti giudica. Come ho detto a mia madre: ecco perché ho bisogno degli estranei

 

Il risultato del test del DNA conferma che Tim non è il padre di Cal. Il ragazzo era pronto a tenere con sé quel bambino, ora però verrà adottato ma manterrà i rapporti con lui perché non è pronto a non vederlo più. Alice continua a prendersi cura della sua famiglia, anche se partirà per il collage, finalmente il signor Garrett tornò a casa e la ragazza ritorna ad essere una giovane della sua età. Alice e Tim sono sempre più innamorati e felici insieme.

 

 

Perché adesso ho scelta, posso scegliere da sola, invece di fare quello che devo. Anche se sembra la stessa cosa.

 

Lettori, questo era una piccola immersione nella storia tenera e dolce di Tim e Alice. Il romanzo mi è piaciuto, è leggero e molto carino, scorre velocemente e tiene una buona compagnia. Mi è piaciuta molto la figura di Tim, nonostante tutti i guai in cui si era cacciato, la volontà forte di fare la scelta giusta e ricominciare a vivere è prevalsa; anche quando un ragazzo di diciassette anni poteva “sbarazzarsi” dell’ingombro di un figlio attraverso l’adozione ha scelto di restare. Credo ci siano tematiche non proprio banali, trattate in modo leggero ma propositivo. Per gli appassionati del genere o per chi sta cercando una storia d’amore, è un romanzo davvero carino.

 

 

Vi incuriosisce?

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente ANTEPRIMA: Le novità in arrivo a settembre di DeA Planeta Libri Successivo ANTEPRIMA: Le novità in arrivo di Newton Compton Editori (dal 25 al 27 luglio)