A proposito di Elsie di Joanna Cannon | Recensione di Deborah

 

Non ho mai fatto niente di eccezionale. Non ho scalato montagne né vinto medaglie. Non sono mai salita su un palco per parlare a un pubblico, non ho mai tagliato un traguardo prima di tutti gli altri.
Ho avuto una vita straordinaria.

 

Editore: Corbaccio
Data di uscita: 29 Marzo
Prezzo: 18,60 €
Pagine: 384
Acquistalo subito: A proposito di Elsie

«Sono tre le cose che dovete sapere su Elsie. La prima è che è la mia migliore amica. La seconda è che sa sempre come farmi sentire meglio. E la terza… è un po’ più lunga da spiegare…»
Florence, ottantaquattro anni, è caduta nel suo appartamentino nella residenza per anziani a Cherry Tree Home. Ma non è questo che la sconvolge, perché sa che presto qualcuno verrà a soccorrerla: è che sta per svelare, finalmente, dopo tanti anni, un segreto che riguarda lei, la sua amica Elsie e un uomo che credeva morto da più di mezzo secolo e che invece ha fatto irruzione nel suo presente, proprio lì a Cherry Tree Home. E svolgendo con fatica, caparbietà e tanto coraggio le fila del suo passato, allineando ricordi come libri su uno scaffale, Florence scoprirà che nella sua vita, come in quella di chiunque, c’è molto di più di quello che credeva, che i fili sottili che la legavano agli altri sono in realtà legami indissolubili, che un gesto che aveva creduto un tragico errore era stato in realtà un gesto d’amore.

 

Benvenuti lettori,

oggi intraprendiamo un viaggio davvero particolare, attraverso i ricordi ed il passato della vita di un’anziana e simpaticissima signora, vivremo la storia di A proposito d Elsie, scritto da Joanna Cannon ed edita da Corbaccio. Siete pronti per un percorso ricco di sorprese?

 

Eravamo lì sola da una decina di minuti, e la mia mente cominciò a vagare. È inevitabile. Capita spesso che vada a farsi due passi senza di me, e prima che me ne sia resa conto è già a chilometri di distanza.

 

Conosciamo Florence, un’arzilla anziana che vive in un piccolo appartamentino nella residenza di Cherry Tree, in Inghilterra. Purtroppo Florence è caduta, non si preoccupa di questo perché è sicura che presto qualcuno arriverà a soccorrerla, nel buio della sua casa, sdraiata per terra ripercorre le tappe delle propria vita. Una vita che all’apparenza può non aver significato molto per il mondo, ma si tratta sempre una vita intensa e straordinaria. Accompagnata dalla migliore amica Elsie, Florence si tuffa nei meandri della propria memoria che risulta intaccata dal tempo e dall’età, per cui un po’ inaffidabile. Piano piano riesce ad aprire i vari cassetti della mente per riportare alla luce un segreto che la logora da anni, lo stesso fatto che è tornato a tormentarla proprio Cherry Tree nei pani di un uomo che pensava fosse morto decenni fa.
La vicenda è narrata maggiormente dal punto di vista di Florence, alcuni capitoli vengo affidati a …. responsabile della struttura e a Simon, il ragazzo tuttofare che si occupa di manutenzioni ed altre attività. Il ritmo è sempre fluido e incalzante, l’autrice appassiona il lettore e lo incolla alle proprie pagine, nutrendo di capitolo in capitolo la fame di sapere e capire cosa successe di misterioso nel passato di Florence ed Elsie.

 

E il segreto svanirà, e diventerà qualcos’altro. Soltanto quando arrivi alla fine della tua vita, distesa su una moquette pulita,  ti rendi conto di non aver mai trovato la persona giusta a cui rivelarlo.

 

Florence ed Elsie sono migliori amiche da tutta la vita, hanno sempre condiviso tutto insieme, tenendosi strettamente mano nella mano negli anni, anche ora che le ossa sono stanche e molto evidenti. Elsie, abita anche lei in uno degli appartamenti di Cherry Tree, trascorre la maggior parte del tempo a casa di Florence, perché la vista dell’amica è migliore. Le due anziane vivono placidamente della residenza, preferiscono passare le giornate insieme piuttosto che partecipare alle varie iniziative e attività con gli altri ospiti. Questo fatto ed in particolare la memoria sempre più problematica di Florence, ha fatto maturare in Miss Ambrose la decisione di proporre all’anziana un mese di prova a  Greenbank. Florence è terrorizzata all’idea di essere trasferite e di perdere la compagnia di Elsie, anche perché tutti gli altri anziani trasferiti non sono più tornati indietro. Nonostante questa paura Florence è rassicurata dalla vicinanza dell’amica che le assicura che non verrà portata da nessuna parte, proprio perché lei la aiuterà a superare i test. Nel frattempo viene annunciato che a Cherry Tree presto arriverà un nuovo ospite, un uomo, ed è un evento abbastanza raro.

 

Il libro avrebbe dovuto essere esattamente dove l’avevo lasciato. Sul tavolino accanto alla poltrona. Lo metto lì tutte le sere, quando vado a letto,  e la mattino lo prendo e mi metto a leggere finché non arriva Elsie.

 

Florence è incuriosita da questa novità, e come tanti altri, il giorno dell’arrivo vuole subito inquadrare la nuova persona. Rimase pietrificata quando vede una persona del proprio passato che riteneva morta, Ronnie Butler. Il nuovo ospite si chiama Gabriel Price ed è un anziano in ottima forma, sembra molto più giovane della propria età tanto che aiuta perfino Simon in alcuni lavori. Inizialmente Elsie crede che l’amica si sia sbagliata, ma presto potrà constatare che si tratta della persona che ha rovinato le loro vite in passato, tornata per prolungare il tormento. Dall’arrivo del Sig. Price, Florence è molto più persa ed impaurita, per questo succedono una serie di episodi che la mettono sempre nei guai rafforzando in Miss Ambrose l’idea che sia necessario un trasferimento. Florence, in un momento di socializzazione, si ritrova a condividere la questione con un altro ospite di Cherry Hill, Jack, ex militare e arzillo omino pieno di vita. Subito Jack si offre di aiutare Florence ed Elsie nella ricerca della verità; i tre iniziano così a scavare nel passato.

 

Le cose si perdono, aggiunse. La gente le dimentica sulle sedie, al cinema. Cadono dalle tasche. Vengono prestate a persone che poi non le restituiscono.

 

Giorno dopo giorno, avventura dopo avventura, si trovano sempre più vicino a svelare il mistero della non morte di Ronnie Butler. Florence ed Elsie sono cresciute insieme, Florence era la nota musicale mancante della famiglia di Elsie, fu vista dalla madre di quest’ultima come fosse una figlia, la figlia che non avrebbe più potuto avere visto la scomparsa del marito in guerra. La madre di Elsie non è mai riuscita ad accettare la cosa e negli anni è stata logorata dal dolore e dalla perdita diventando instabile, il meschino Butler si è approfittato di questa situazione per tener in pugno Beryl, sorella di Elsie. I due si sono conosciuti, come tanti altri giovani, in una piacevole serata di musica e balli; successivamente la ragazza capì di essere finita tra le braccia di un violento e subdolo uomo, ma ha sempre rifiutato lasciarlo e chiedere aiuto, questo la ha condotta alla morte. Nessuno si riprese mai da quel tragico incidente, non fu trovato il colpevole perché tutti gli indizi portavano a Ronnie ma non è stato mai arrestato prima della sua presunta morte.

 

Presi una boccata di aria di mare, e un attimo dopo tutti e tre ci incamminammo lungo il piccolo sentiero che portava alle ossa di balena, illuminate dai primi raggi del mattino.

 

Quella notte successe qualcosa di irreparabile che cambiò per sempre la vita di Elsie e Florence, nonostante tutto il loro sentimento reciproco e la loro amicizia è rimasta forte e vitale, è stata la forza che ha permesso a Florence di proseguire lungo il proprio cammino. Florence, grazie all’aiuto di Jack ed Elsie riesce a ricostruire interamente il proprio passato rimettendo insieme ricordo dopo ricordo, anche grazie alle persone del loro passato che riescono ad incontrare grazie all’aiuto del figlio di Jack, che scarrozza gli anziani nei luoghi della loro vita. Gli ultimi indizi saranno raccolti a Whitby, una cittadina affacciata sull’oceano nella quale le due da ragazze trascorrevano le loro vacanze; oltre agli ultimi pezzi potranno dire addio al mare. Finalmente alla fine l’anziana riuscirà a ricostruire tutta la verità, e Florence ed Elsie potranno ballare il loro ultimo e commovente foxtrot.

 

Ci guardammo, e mi resi conto che era lo stesso sguardo che ci eravamo rivolte sessant’anni prima. Come se la persona che pensavi di essere fosse improvvisamente svanita, davanti ai tuoi stessi occhi. Avevamo stabilito di non farne parola con nessuno.

 

A proposito di Elsie per me è stato un colpo di fulmine, prima mi ha folgorata la copertina e in egual modo la trama appena letta, il romanzo ha consolidato ancora di più le prime impressioni. Vita, passato, ricordi e misteri si intrecciano in rievocazioni difficili e fumose, trovo che questo romanzo sia un inno alla bellezza ed importanza della vita, magari non saremo nessuno per il mondo ma sicuramente abbiamo la possibilità di rendere meraviglioso il nostro passaggio.
Non sono voluta entrare nei dettagli riguardanti la vicenda misteriosa, che verrà risolta dalla protagonista, proprio perché è una storia da gustare pagina per pagina, riflettendo sulle difficoltà che verranno. Un lettura divertente, ironica e molto commovente, sicuramente un romanzo da non farsi scappare.

 

May the Force be with you!
Precedente Let’s talk about: Quella luce negli occhi di Bennett Sims Successivo Chiaroscuro #1: Una famiglia fuori dal comune - Gli Intrigue