Macchioline: La banda molesti di Ilaria Guarducci (Camelozampa)

Instagram: @brivididicarta | @lastambergadinchiostro

Fate largo: sono arrivati i Molesti in libreria, i ladri protagonisti del simpaticissimo albo per bambini di Ilaria Guarducci, edito da Camelozampa.

Data di uscita: 21 Novembre

Acquistalo subito: La banda molesti

Editore: Camelozampa
Collana: Le piume
Illustrazione: Ilaria Guarducci
Genere: Libri per bambini
Età: Da 4 anni

Prezzo: € 15,00
Pagine: 36

In città c’è grande scompiglio: la banda Molesti ha colpito ancora! È una gang di ladri coraggiosi come pirati, agili come macachi e silenziosi come ballerine. Hanno rapinato banche, supermercati, parrucchieri, musei, persino la Regina. C’è un solo problema: ormai non è rimasto più nulla da rubare! Cosa potranno inventarsi i Molesti?

Quadri, gioielli, articoli di antiquariato, nasi ai bambini e tempo ai perditempo, non c’è niente che i Molesti non riescano a rubare. Silenziosi come piume e agili come felini questa gang è sempre sfuggita alla giustizia grazie a un rigido allenamento che li ha resi così abili e inarrestabili.

Il protagonista di oggi è il divertentissimo albo illustrato di Ilaria Guarducci, “La banda molesti”, la storia di una banda di ladri che si ritrova ad affrontare una situazione insolita. Furio, Barnaba, Bruto, Evaldo e Fosco col passare degli anni sono diventati delle celebrità, ma a furia di rubare capita l’inaspettato: non c’è più niente da rubare. Hanno preso tutto. Il loro magazzino, da qualche parte nel deserto, è stracolmo degli oggetti che hanno trafugato e che non sono altro che un ricordo dei colpi passati.

È una situazione difficile. Niente più oggetti significa nessun colpo e nessun colpo, nessuna gang, ma prima ancora che i ladri possano trovare una soluzione accade qualcosa di inaspettato ed è proprio lì, in una situazione in cui nessuno avrebbe scommesso un penny che i nostri ladri imparano qualcosa di importante: il potere della condivisione.

Gli oggetti restano oggetti fino al momento in cui non diventano parte di qualcosa, come di un ricordo, ad esempio. Egoisticamente i Molesti hanno sempre cercato di mettere le mani su tutto, privandosi di momenti magici e dimenticando il valore delle piccole cose, un momento condiviso con le persone care che vale molto di più di un magazzino pieno di cianfrusaglie. 

Ilaria Guarducci in maniera divertente e con dei personaggi simpatici insegna ai più piccoli proprio questo, quanto sia importante condividere. In un certo senso la banda Molesti è una sorta di Robin Hood un po’ distorto e che funziona al contrario, se non per il fatto che dopo aver privato tanti dei loro oggetti persino loro hanno capito che quell’esperienza li ha arricchiti, facendo capire loro che avevano sbagliato commettendo un furto, ma soprattutto che restituire tutto quanto e ricevere il perdono degli altri è stato meglio che rubare.

Con le sue illustrazioni l’autrice ci ha catapultati in un mondo fatto di colore, di figure divertenti e disegnate in maniera tale da far nascere un sorriso su qualunque volto. Con la loro forte espressività questi disegni contribuiscono a rendere quest’opera un piccolo diamante da aggiungere alla propria collezione , un tesoro prezioso che insegnala bellezza della condivisione.

 

 

 

 

 

disclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa di Camelozampa per la copia omaggio.

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente The Whispering Room: La Rosa dei Venti - Le Gocce di Lazhull di Mirko Hilbrat Successivo Coffee Break: EDENS ZERO #3 di Hiro Mashima (Edizioni Star Comics)