BLOGTOUR: Paper Prince di Erin Watt – Focus on: Ella Harper

Benvenuti alla terza tappa del blogtour dedicata al romanzo “Paper Prince” di Erin Watt, pubblicato da Sperling & Kupfer.

IL ROMANZO

Prezzo: € 17,90

Acquistalo subito: Paper prince. The royals: 2

Ella non sa dire se la sua vita fosse migliore o peggiore prima che Callum Royal la trovasse. Ma una cosa è certa: da quando è piombata in casa Royal come un tornado, per lei è cambiato tutto. Scuola privata, feste e vestiti costosi. E, con la sua grinta e la sua schiettezza, è riuscita persino a vincere l’ostilità dei fratelli Royal e a conquistare il loro rispetto, e il loro cuore – in particolare quello di Reed.

Con Ella, per la prima volta dopo la morte della madre, Reed ha infatti permesso a se stesso di lasciarsi andare alle emozioni. Ma il suo mondo crolla quando, dopo una discussione, Ella scompare. Con il cuore a pezzi, e senza lasciare traccia. D’altronde è abituata a scappare e rifarsi una vita ripartendo ogni volta da zero.

Tutti incolpano Reed per quella fuga, i suoi fratelli lo odiano e, se possibile, lui si odia ancora di più. Ed è disposto a fare qualsiasi cosa pur di ritrovarla. Ma, una volta trovata, sarà in grado di riconquistare il suo cuore?

Let’s talk about “Ella Harper”

 

“Ma ho solo diciasette anni. Qualche volta mi sento troppo giovane per la vita che ho vissuto. Qualche volta mi guardo attorno e penso: Io qui non c’entro nulla.”

La vita di Ella Harper non è tutta rose e fiori. A soli diciasette anni ha già vissuto quel genere di situazioni che l’hanno costretta a crescere in fretta per prendersi cura di sua madre malata di cancro e cercare allo stesso tempo di racimolare il denaro necessario per sopravvivere. Svolge perciò ogni impiego possibile per diventare economicamente indipendente e non finire in una casa famiglia. Temendo questa sorte, infatti, decide di infrangere le regole, falsificando la firma di sua madre ormai defunta.

Se c’è una cosa che la vita le ha insegnato è a contare su sè stessa, difendendo le sue idee con le unghie e con i denti pur di non farsi schiacciare da nessuno. È la classica testa calda che non si fa problemi a dire ciò che pensa, ma allo stesso tempo dal suo carattere emerge anche una personalità attenta e riflessiva, che valuta ogni mossa prima di avventarsi sugli altri.

“La vita è mia. La vivo. La controllo.”

Ella sa che l’unico modo per uscirne viva è quello di non mostrarsi mai fragile, per questo, nonostante i Royal non facciano altro che umiliarlo o deriderla, lei cerca di uscirne sempre a testa alta. Non è detto che in certi casi faccia bene. A furia di assorbire come una spugna può rischiare di esplodere. Questo quindi significa che le parole a lei rivolte hanno un peso. Le persone di cui è circondata però sono superficiali, fissate con l’apparenza e di conseguenza devono pesare ogni singola parola detta o seguire le regole dettate da Reed. Sin da quando è sbarcata a scuola le è stato insegnato che andare contro le leggi di Reed Royal significa bruciarsi ogni possibilità di avere una vita normale. Ma a lei non importa, ha deciso di seguire Callum per avere una possibilità di successo nella vita, di potersi permettere un’istruzione e racimolare abbastanza denaro per diventare indipendente. Nonostante abbia trovato una miniera d’oro nei Royal, è decisa a guadagnarsi da vivere lo stesso, scegliendo un lavoretto part-time che le possa permettere di avere qualche soldo extra guadagnato onestamente e non gentilmente regalato da Callum.

“Tutto andrà bene. Se mi racconto abbastanza a lungo questa bugia, finirò per crederci davvero… anche se poi le cose non andranno così.”

Ella viene giudicata per la sua vita, derisa per non essere all’altezza dei ricconi della sua scuola e isolata da tutti perchè “diversa”. È il suo modo di porsi, di affrontare la vita che la rende imprevedibile agli occhi delle persone superficiali che la circondano. Anche se viene ferita o umiliata, si rialza sempre.

Bisogna ammetterlo che con tutto quello che le capita a tiro, avere ancora voglia di provarci, è qualcosa che non passa inosservato. Ella è sola e lo si percepisce attraverso le righe. Callum è l’unica possibilità che ha per poter conoscere suo padre, infatti è attraverso i racconti dell’uomo che la figura di Steve comincia ad esserle rivelata, ciò nonostante non riesce a vederlo come un padre, ma come l’uomo che è fuggito dalle sue responsabilità e ha abbandonato lei e sua madre, quando più ne avevano bisogno. Ella è costretta a crescere rapidamente, saltando ogni step della vita, per arrivare a ciò che è diventata oggi.

MANI IN ALTO!
UNA COPIA DEL ROMANZO CERCA CASA.
SCOPRITE COME VINCERE.

Obbligatorie:
– Diventare lettori fissi dei blog partecipanti
– Seguire su Instagram “La Stamberga d’Inchistro”:
@stambergadinchiostro
– Commentare tutte le tappe
– Mettere mi piace alla pagina Facebook Sperling & Kupfer

Facoltativa:

– Condividere le tappe
Il giveaway inizia il 03/07 e finisce il 09/07

a Rafflecopter giveaway

Siamo giunti alla fine.
Non vi resta che procurarvi una copia di “Paper Prince”
Vi lascio il calendario con le prossime tappe del blogtour!
Non lasciatevene scappare neanche una!

 

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

May the Force be with you!
Precedente ANTEPRIMA: Il criminale di Massimo Lugli (Newton Compton Editori) Successivo Top of the month #4: I preferiti del mese di giugno di Deborah