Book Tag #5 – “Strega comanda color”

Book Tag

Ringraziamo  La nicchia letteraria per i tag nei quali ci menziona, “spaccia” solo roba buona la cara Lady C. Alziamo il livello della sfida, lanciando quest’ultima anche ai lettori che ci seguono. Come sempre non vediamo l’ora di leggere le vostre risposte.
Una menzione speciale a chi ha creato il #booktag, stiamo parlando di bloody ivy. Grazie per averci messo alla prova.

Questo booktag è diverso dagli altri, bisogna seguire le regole sotto elencate. Buon divertimento!

  1. È necessario usare l’immagine del book tag.
  2. Bisogna citare la creatrice del gioco (bloody ivy) e ringraziare chi nomina.
  3. È necessario illustrare le tre richieste: una cosa che si legge, una cosa che si indossa e una cosa che si mangia.

Ready, set go!

immaginetagstrega

 

Una cosa che si legge: un libro con la copertina o un disegno in copertina dove quel colore prevalga.

 

1-la-bestia-dentro

Anaëlle:

Mi viene in mente un libro che ho trovato affascinante proprio per la copertina, si intitola “la bestia dentro” ed è uno dei miei preferiti. Un thriller a regola d’arte di due scrittori svedesi, devo ammetterlo la Svezia in quanto thriller è imbattibile. Guardate anche voi il corvo raffigurato e ditemi se non vi perdete in un abisso oscuro senza fine. Quegli occhi predicono morte.

 

 

 

THE QUEEN OF TEARLING - by Erika Johansen - Harper Collins Publisher - book cover - HANDOUT

Deborah:

Ad una prima occhiata alla mia libreria scelgo “The queen of the Tearling” di Erika Johansen. Il colore predominante è il marrone scurissimo, tutta la copertina è di questo colore e anche l’immagine del castello arroccato su una rupe è delle medesime tonalità.

 

 

 

 

Una cosa che si indossa: capi di abbigliamento, collane, borse, giacche, trucchi, ecc.

occhiali

Anaëlle:

Mi dispiace ma qui devo citare due oggetti essenziali per la mia “sopravvivenza”. È una combo mortale senza la quale non potrei fare metà delle cose che faccio. Si tratta dei miei occhiali senza i quali non posso stare e il cellulare con cui scatto foto, scrivo e mi metto in contatto con le persone a cui tengo.

 

 

 

02227_gDeborah:

Non ho un vero e proprio accessorio o capo di cui non potrei farne a meno, credo comunque sceglierei tutti gli accessori che mi sono stati regalati da persone importanti, in prticolare uno da mia sorella e uno dal mio ragazzo per la laurea. Ma se seguo questo discorso rovistando nel cassetto troverei altro quindi scelgo infine il collare a catena che ho trasformato in collana che apparteneva al mio cane, Rex, rimasto con me per quasi tutta la mia vota ad ora. L’altro oggetto scelgo anche io il cellulare, il famigerato pluriomicida Sirius Black (è il suo nome lol), perché purtroppo ad oggi non riuscirei a farne a meno

 

 

Una cosa che si mangia/beve:

 

tumblr_mi1321hwl11rih10jo1_500

Anaëlle:

Dopo averci pensato molto, ma molto a lungo, la mia risposta è il caffè. Mi dispiace cioccolato ma l’aroma intrigante di un buon caffè batte tutto e tutti. Sono dipendente da caffeina, ne sono consapevole, se la Nespresso la smettesse di fare capsule così buone la mia dipendenza avrebbe fine.

 

 

come_preparare_tazza_di_teDeborah:

Il thè. Non potevo non scegliere la bevanda che mi accompagnerà fino alla prossima estate. Sono dipendente da quasi tutti i tipi di the inglese, ordino su internet i mega pcchi. Tra i miei preferiti l’earl grey, il jasmine, il thè bianco aromatizzato ai fiori di ciliegio oppure con il cioccolato bianco.

 

 

 

 

 

 

E anche per questa volta è tutto finito, vi aspettiamo al prossimo book tag e nel frattempo, fatto il misfatto!

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

May the Force be with you!
Precedente The Legend Of Tarzan | Recensione di Sandy Successivo Viktor di Francesco Leo | a cura di Deborah