Chi cerca trova – Day #41: La maledizione del corsaro fantasma

Diario di bordo – 05/06/18

“Sono mesi ormai che sono salpata alla ricerca del libro perfetto, lo One Book. Le leggende lo descrivono come il più grande tesoro della letteratura universale e nessuno finora è ancora riuscito a trovarlo. Fama, cultura e prestigio, sono solo alcuni dei riconoscimenti che riceverà colui che riuscirà a leggerlo.

A bordo del mio Veliero d’Inchiostro partirò alla ricerca di questo tesoro, affrontando i pericoli che si celano, pagina dopo pagina, sulla rotta del Grande Ink.”

***

Apriamo la nostra rubrica con quattro bellissime novità della collana Giallo e Nero de Il Battello a Vapore.

19 Giugno

La strana scomparsa del signor Goody

di Rebecca Daniels

Editore: Il Battello a Vapore
Collana: Giallo e Nero
Genere: Giallo
Età: Dai 10 anni

Prezzo:  € 9,90
Pagine: 144

In un mattino di primavera, Hercules Feltwright arriva a Goody Hall, una magnifica tenuta di campagna dove lo attendono perché faccia da precettore a Willet, il ragazzino che vi abita insieme alla madre vedova. Ma Hercules non tarderà a scoprire che quella casa dalle perfette apparenze è circondata di misteri… Willet sostiene che suo padre non sia morto, come tutti credono, e che la sua tomba nasconda un segreto. In un gioco di finzioni dove nessuno è chi dice di essere, toccherà a Hercules aiutarlo a trovare la verità.

19 Giugno

Il gioco dell’assassino

di Sandra Scoppettone

Editore: Il Battello a Vapore
Collana: Giallo e Nero
Genere: Giallo
Età: Dai 10 anni

Prezzo:  € 9,90
Pagine: 240

Anna e la sua famiglia si sono da poco trasferiti a Blue Haven Island, nel Maine. Una sera, mentre i ragazzi del paese stanno giocando al “gioco dell’assassino”, uno di loro viene misteriosamente ucciso. Per scagionare suo fratello, Anna si mette a indagare sul delitto, e parlando con i suoi nuovi amici arriva pian piano a comporre un’inaspettata immagine della vittima, portando alla luce una verità che nessuno vuole raccontare. Finché, per arrivare a smascherare il colpevole, si troverà a rischiare la sua stessa vita.

19 Giugno

Cercasi commessa al reparto omicidi

di Katherine Woodfine

Editore: Il Battello a Vapore
Collana: Giallo e Nero
Genere: Giallo
Età: Dai 11 anni

Prezzo:  € 10,90
Pagine: 320

Londra, 1909. Dietro le scintillanti vetrine dei magazzini Sinclair si nasconde un mistero: qualcuno ha rubato un prezioso uccellino meccanico. La prima a essere sospettata dal direttore è Sophie Taylor, una ragazza appena assunta nel reparto moda. Determinati a risolvere il mistero, Sophie e i suoi amici Billy, Lil e Joe verranno coinvolti in una serie di intrighi che li porterà nei bassifondi di Londra dove, tra messaggi cifrati, spie e colpi di scena, scopriranno che il furto non è che la punta dell’iceberg.

19 Giugno

L’ombra dello sciacallo

di Didier Convard

Editore: Il Battello a Vapore
Collana: Giallo e Nero
Genere: Giallo
Età: Dai 11 anni

Prezzo:  € 9,90
Pagine: 128

Un archeologo viene trovato morto in una stanza pervasa da un intenso profumo di menta. Trent’anni prima aveva partecipato agli scavi di una misteriosa tomba egizia. Qualche giorno dopo, anche un altro studioso viene trovato morto, questa volta tra un forte profumo di incenso. Quale terribile segreto si cela dietro la vicenda accaduta in Egitto tanti anni prima?

***

Passiamo a due novità in arrivo domani per Pelledoca Editore. Da una parte il fascino di un mondo inverso mentre dall’altro quello circense.

6 Giugno

Waldo Basilius

di Tiziano Fratus

Editore: Pelledoca Editore
Collana: Occhiaperti

Prezzo: € 18,00
Pagine: 82

Waldo Basilius è un neonato quando viene trovato dai nasi grinzosi, dei giganti della foresta appartenenti a uno strano popolo alla rovescia, che parla al contrario e in cui si nasce saggi e si invecchia incoscienti. L’unica ad occuparsi di Waldo è la signora Magher, che cerca di allevarlo come un naso grinzoso. Waldo però resta straniero, diverso, ed esperisce l’emarginazione. Il suo destino sembra quello di essere un fantasma ignorato da tutti. Ma poi la risposta arriva dagli alberi della foresta, dalla natura avversa che circonda il villaggio dei giganti. Un mondo di insetti, animali e piante che sono simboli e metafore della difficoltà del crescere. Gli alberi e i libri, la natura e le parole diventano così le guide di Waldo in un percorso di mistero e sangue che lo condurrà a capirsi e a ritrovare una casa. L’altrove alla fine risulterà essere soltanto il mondo alla rovescia, perché i sentimenti che muovono l’universo sono uguali ovunque. Gli uomini, i suoi simili, amano e odiano esattamente allo stesso modo dei nasi grinzosi. Alla fine quando Waldo ritroverà sua madre, scoprirà che non è poi tanto diversa dalla signora Magher.

6 Giugno

I misteri del circo trepidini

di Chiara Lorenzoni

Editore: Pelledoca Editore
Collana: Occhiaperti

Prezzo: € 18,00
Pagine: 114

Già amata per i suoi albi, Chiara Lorenzoni esordisce ora nella narrativa con un avvincente romanzo ambientato nell’affascinante mondo del circo. La protagonista è Giulietta, una ragazzina rimasta sola al mondo e la cui unica lontana parente è Ulderica, la “Donna cobra”, moglie del grande lanciatore di coltelli Goffredo Trepidini, proprietario dell’omonimo circo. Bersaglio di pericolosi e sadici spettacoli – “La bara del pirata”, “La casa del macellaio”, “Il tappeto del fachiro” e “La vasca della morte” – Giulietta ha come unici amici le colombe che vivono nel circo e Victorius, un ragazzo, anche lui solo, che lavora per i Trepidini. I due stringono un sincero legame, si proteggono a vicenda e cercano l’appoggio della chiromante Sibilla e del taciturno gigante Alonso, uniche figure positive del macabro circo. Strani furti segnano le tappe dello spettacolo. La polizia indaga, ma nulla sembra risolversi. Giulietta e Victorius, insospettiti dal comportamento dei Trepidini, scoprono la refurtiva nella roulotte di Ulderica. Dopo ritrovamenti raccapriccianti e una tentata fuga, tutto precipita: Goffredo cerca di uccidere i ragazzi per nascondere le sue colpe, ma Sibilla e Alonso si riveleranno salvifici e alla fine riusciranno anche a far ricongiungere Giulietta alla sorella Martina, che era fuggita dal circo.

***

Lasciamo da parte per un momento la bellezza dei romanzi per bambini e ragazzi per passare a due novità in casa Mondadori.

26 Giugno

Sangue cattivo

di Lisa Gardner

Editore: Mondadori
Collana: Omnibus stranieri

Prezzo: € 19,00
Pagine: 360

Otto anni fa, Telly Ray Nash ha ucciso suo padre, un ubriacone violento, con una mazza da baseball. Così facendo ha salvato se stesso e la sorellina Sharlah. Da quel momento però i due fratelli sono cresciuti separati, senza incontrarsi mai. Oggi Sharlah ha tredici anni e finalmente si sta lasciando tutto questo alle spalle. Dopo essere passata da una famiglia affidataria all’altra, ora sta per essere adottata da Rainie e suo marito Pierce Quincy, ex agente dell’FBI in pensione. E c’è una cosa che Sharlah adora dei suoi nuovi genitori: sono entrambi esperti in “mostri”. Un giorno però arriva una notizia. Un doppio omicidio alla stazione di benzina locale, e un uomo armato che scappa sparando per coprirsi le spalle e si rifugia nei fitti boschi dell’Oregon. Rainie e suo marito si precipitano per dare una mano con le indagini, ma si trovano di fronte a un’evidenza inquietante: è molto probabile che l’assassino sia Telly, e la sua catena di sangue potrebbe essere appena iniziata. È una lotta contro il tempo. Bisogna trovare Telly, mentre un interrogativo tormenta i Quincy: perché dopo otto anni il ragazzo ha ricominciato a uccidere? Cosa significa questo per Sharlah? Tanto tempo prima, Telly le aveva salvato la vita. Ma ora lei stessa è costretta a fare i conti con un dubbio terribile: suo fratello è un eroe o un omicida? E quanto costerà alla sua nuova famiglia conoscere questa ultima, sconvolgente verità? Sharlah è sicura di una sola cosa: che il più grande pericolo è sempre accanto a te, vicinissimo, alle tue spalle.
3 Luglio

La madre della madre di sua madre e le sue figlie

di Maria José Silveira

Editore: Mondadori
Collana: Narrative

Prezzo: € 19,00
Pagine: 360

Indigene. Libere. Rapite. Assassine. Vendute. Schiave. Vendicatrici. Cannibali. In grado di interpretare i sogni. Capaci di un odio così grande da non lasciare spazio a nessun altro sentimento. Sono tutte donne di una stessa famiglia che ha avuto origine con Inaiá, figlia di un guerriero tupiniquim, nata nel giorno in cui i portoghesi misero piede per la prima volta in Brasile, ed è proseguita con Tebereté, Sahy, Filipa, fino ad arrivare a Maria Flor, nata nel 1968.

Maria José Silveira tiene insieme le voci delle protagoniste costruendo un albero genealogico solo femminile in cui si susseguono i ritratti di venti donne che si passano il testimone di madre in figlia: le loro diverse personalità, il dolore, la bellezza, la forza che dimostrano portano in sé la traccia della regione dove hanno vissuto, delle persone che hanno incontrato, della storia che hanno attraversato – quella di un paese in formazione di cui hanno incarnato i cambiamenti più profondi. È una danza variopinta e vorticosa quella che ci cattura facendo entrare in scena, una dopo l’altra, Guilhermina, che ha lottato contro un giaguaro, Ana de Pádua, proprietaria di schiavi e bestiame, Diva Felícia, fotografa e viaggiatrice, Lígia, attivista politica… Ed è una vera e propria vertigine quella che si prova quando alla fine, leggendo la storia di Maria Flor, si riconoscono i semi delle vite che l’hanno preceduta e, osservandola, si ha l’impressione di cogliere con uno sguardo i cinquecento anni di storia passati. Ma questo, in fondo, non fa che riportarci alle radici che tutti noi abbiamo dentro ma spesso ci dimentichiamo di avere.

***

Un close-up di due uscite per Salani. Da una parte abbiamo la penna delicata di Wolf Küper e dall’altra la fantasia di Ted Sanders.

7 Giugno

Un milione di minuti

di Wolf Küper

Editore: Salani Editore
Collana: Fuori collana
Traduzione: F. Fratini

Prezzo: € 15,90
Pagine: 320

«Ah, come vorrei che avessimo un milione di minuti. Solo per le cose più belle!». Nina ha quattro anni e come tutti i bambini coltiva desideri sconfinati e un’ostinata fantasia. Nel suo futuro vede chiaro: una carriera da pompiere e una quantità incommensurabile di tempo da passare con papà. Lui è uno scienziato ambientale di successo diviso tra carriera accademica e Nazioni Unite, non conosce giorno che non sia scandito da obiettivi e to do list. Quando però la disabilità di Nina irrompe nella vita dei Küper attraverso la fumosa diagnosi di un’anomalia cognitivo-comportamentale, l’orologio al polso di Wolf si arresta, e con esso ogni prospettiva di normalità. Nasce così il folle progetto di un viaggio di famiglia intorno al mondo, con un bagaglio minimo e funzionale: due anni avventurosi attraverso Thailandia, Australia, Nuova Zelanda e Germania. Un viaggio alla scoperta di come può essere una vita vissuta senza costrizioni, dando un valore diverso al tempo, in una divertente dichiarazione d’amore per tutto ciò che non funziona come previsto. Una storia vera, contagiosa, divertente e intelligente per ricordarci che la felicità sta nel tempo che si passa insieme.

7 Giugno

Lo scrigno e la libellula. I custodi

di Ted Sanders

Editore: Salani Editore
Collana: Fuori collana
Genere: Fantasy
Traduzione: S. A. Cresti
Età: Dai 11 anni

Prezzo: € 16,80
Pagine: 574

Horace crede fermamente nelle coincidenze: perciò quando per strada vede un cartello con su scritto il suo nome decide di indagare.
Scoprirà così l’ingresso per la Casa delle Risposte, un gigantesco deposito sotterraneo pieno di oggetti misteriosi e altrettanto misteriosamente catalogati dove, però, troverà solo domande…

***

Ora è il turno di Bollati Boringhieri che vede il ritorno di un volto noto, Hans Tuzzi, insieme al romanzo di Zhu Xiao-Mei.

7 Giugno

La figlia più bella

di Hans Tuzzi

Editore: Bollati Boringhieri
Collana: Varianti

Prezzo: € 14,90
Pagine: 159

Giugno 1986. Mentre tutta l’Italia segue i mondiali di calcio, una ragazza viene trovata affogata in una roggia nelle campagne di Abbiategrasso: non è un incidente, ma l’assassino non ha abusato sessualmente della vittima.
L’indagine, partita male, viene affidata a Melis. Che sa bene come, in questi casi, i primi sospetti si devono concentrare sulla cerchia dei famigliari. I quali, però, nella loro cascina isolata fra i campi, non soltanto forniscono solidi alibi l’uno con l’altro, ma sembrano sinceramente provati dal dolore.
L’attenzione del commissario si sposta perciò sulla ricca cittadina, dove tutti, o quasi, conducono una vita apparentemente esemplare ma dove in realtà ciascuno ha i propri più o meno inconfessabili segreti, in uno spaccato di vita di provincia della quale Tuzzi raffigura vizi privati e pubbliche virtù. Non mancano poi le lettere anonime, a schizzar fango e sospetti ora su questo ora su quello, arrivando persino a gettare ombre sul passato della povera ragazza morta alla quale, forse, qualcuno aveva promesso una carriera da attrice cinematografica.
Coadiuvato da personale di polizia a lui sconosciuto, Melis non sottovaluta nessuna traccia, eppure qualcosa gli dice che le origini del delitto vanno cercate altrove. Ma dove? Lentamente, si delinea una possibile pista.
Una brutta, sporca pista. Sulla quale Melis lancia i suoi abituali collaboratori, gli agenti della sua Squadra: e D’Aiuto, Ferrini e Giovannini si dimostrano all’altezza delle aspettative, anche se la soluzione del caso si presenterà improvvisa e amara – una crudele smentita a ogni raziocinio investigativo.

21 Giugno

Il pianoforte segreto

di Zhu Xiao-Mei

Editore: Bollati Boringhieri
Collana: Varianti

Prezzo: € 18,00
Pagine: 288

Nel ‘68, gli studenti manifestavano sventolando il Libretto rosso del presidente Mao. Nel frattempo, in Cina, la Rivoluzione culturale mieteva vittime proprio tra i giovani. Una di questi, al tempo studentessa di musica, decide pochi anni fa di ignorare l’insegnamento del padre, di «andarsene in silenzio, senza lasciare traccia», e raccontare invece la sua storia, e quella di un’intera generazione di giovani sottoposta a un diffuso lavaggio del cervello e convinta della giustezza di un’ideologia che li costringeva alla delazione e alla denuncia, oltre a togliere loro ogni libertà. Uccidendoli anche nell’anima: commoventi il rimorso, il dolore e il pentimento di Zhu Xiao-Mei per aver creduto alle menzogne del maoismo e avere agito di conseguenza. È anche per «chiedere scusa», che l’autrice scrive, ed è proprio il pentimento, tra i tanti sentimenti contrastanti, ad animare la sua scrittura.
Nata in una di quelle famiglie che al tempo vennero disgregate ed etichettate con il bollo infamante «di cattive origini», cioè di musicisti e intellettuali, Zhu Xiao-Mei viene internata per cinque anni in un campo di rieducazione ai confini con la Mongolia.
La storia di come le note di una fisarmonica risveglino in lei l’amore per la musica e la spingano a procurarsi avventurosamente un pianoforte è raccontata con semplicità, la stessa che aggiunge pathos involontario al resoconto dei mille soprusi perpetrati dai sorveglianti sugli internati.
Il potere salvifico della musica anche in circostanze orribili è un tema trattato diffusamente in letteratura a proposito della Shoah, ma Zhu Xiao-Mei aggiunge una quantità di riflessioni inedite, e racconta il percorso a dir poco accidentato che la porta negli Stati Uniti, le difficoltà che affronta per continuare a studiare pianoforte, per poi approdare a Parigi dove dà il primo concerto, dedicato a Bach. Il compositore che per lei indica una «via» molto simile a quella del Tao. Suonerà le Variazioni Goldberg ovunque, e la sua esecuzione è diventata un culto.

21 Giugno

Un posto sbagliato per morire

di Hans Tuzzi

Editore: Bollati Boringhieri
Collana: Varianti

Prezzo: € 14,90
Pagine: 161

Un’inchiesta in cui la personalità della vittima è la chiave per arrivare al colpevole? Succede, più spesso di quanto si creda. Mai come in questo caso, però, il commissario Melis ne sembra convinto. Manrico Barbarani: una laurea in architettura, uno studio affermato, un socio da trent’anni al suo fianco, tante amiche, alcuni affezionati nemici, una passione per l’alpinismo, due mogli, anzi: due ex mogli. E un figlio di cui potrebbe essere il nonno.
Già. E tre proiettili piantati in corpo. E dove, poi! Nella più squallida delle periferie, che pure a Milano sono tutte squallide: vicino al dormitorio dei «barboni», su strade battute la notte da prostitute e ragazzi di vita.
Una doppia vita? Forse. Qualcosa però non convince Melis, a cominciare dal fatto che l’auto di Barbarani è in garage. E allora? E allora, nel sereno settembre milanese del 1981, il commissario e i suoi uomini iniziano un’indagine che, muovendosi fra i luoghi del potere più o meno occulto e le feroci dispute di una difficile separazione fra coniugi, sembra condannata ad arenarsi. Fino a quando l’assassino colpisce di nuovo. Allora, ecco, tutte le tessere del mosaico vanno lentamente al loro posto, disegnando una vicenda di grande amarezza, di grande solitudine, di grande amore. Quell’amore per il quale un uomo può persino tradire sé stesso.

***

Chiudiamo con un paio di novità per Il Castoro, il romanzo di Tim Federle e il giallo di Kim Dwinell .

7 Giugno

La vita nonostante tutto

di Tim Federle

Editore: Il Castoro
Traduzione: C. Valentini 

Prezzo: € 15,50
Pagine: 275

Quinn avrebbe tutte le carte in regola per un’estate esplosiva: sedici anni, una bella faccia, tante idee e un grande talento per il cinema. Il suo sogno: scrivere sceneggiature di successo per Hollywood. Sono anni che si prepara insieme a sua sorella Annabeth: lui scrive e lei dirige. Peccato che, qualche mese prima, il tempo si sia fermato. Un brutto incidente gli ha portato via Annabeth e il futuro che aveva immaginato. Ma non si può toccare il fondo per sempre, e a volte basta un primo passo per ricominciare: andando controvoglia a una festa, per esempio, può capitare di conoscere il ragazzo più figo del mondo. Può capitare anche di innamorarsi. E se il ragazzo è più grande di te, va già al college e presto se ne tornerà a casa, be’… il grande casino della vita è dietro l’angolo, pronto a riconquistarti. Nonostante tutto.

7 Giugno

Le ragazze del surf. I misteri di Danger Point

di Kim Dwinell

Editore: Il Castoro
Traduzione: L. Tenorini
Età: Dai 7 anni

Prezzo: € 15,50
Pagine: 235

Questa non è certo l’estate che Samantha aveva immaginato, fra surf e relax in spiaggia con la sua migliore amica Jade. Ultimamente, Jade non .fa che parlare di ragazzi, che noia! E poi, il sindaco ha annuncialo la costruzione di un villaggio vacanze proprio a Danger Point, la loro spiaggia preferita! Quando Sam trova una misteriosa caverna sottomarina e inizia a vedere strane cose, capisce che quel luogo nasconde un segreto. E avrà bisogno di tutto il suo coraggio e della sua migliore amica per scoprire la verità in tempo per salvare Danger Point!

Altre rotte interessanti da navigare, non mi resta che aggiornare la mappa e investire in una macchina del tempo.

May the Force be with you!
Precedente Let’s talk about: Due gocce d'acqua di Nicola Rocca Successivo Quella piccola libreria in fondo alla strada di Camilla D'Amore | Recensione di Deborah