Close-Up #16: Bellissima regina di Miranda Miranda (Scrittura&Scritture)

Il 18 aprile uscirà per Scrittura & Scritture il nuovo romanzo di Miranda Miranda, “Bellissima regina. Maria d’Avalos e Fabrizio Carafa, un drammatico amore”intenso e vibrante di passioni – quella d’amore, che ne è sovrana, quella di odio, quella per la musica, nuovo tassello della collana Voci.

18 Aprile

Acquistalo subito: Bellissima regina

Editore: Scrittura & Scritture
Collana: Voci
Genere: Romanzo Storico
Pagine: 192
Prezzo: € 13,50

Napoli. Palazzo San Severo.
Quattro anni sono trascorsi da quell’agosto del 1586, quando donna Maria d’Avalos andava in sposa a Carlo Gesualdo, principe di Venosa e noto madrigalista italiano.
Ma alla giovane e bella Maria poco si addice questo matrimonio: un sopruso prepotente, un’insopportabile imposizione, forse anche per via del carattere del marito, diffidente, geloso, possessivo, dedito alla composizione di musica malinconica.
Durante un ricevimento, complice il ballo, Maria conosce il cavaliere Fabrizio Carafa dei duchi di Andria, uomo di rara bellezza e incontrastato valore.
Ha inizio così una struggente storia d’amore, che li renderà dimentichi dei loro obblighi, amanti felici e sempre più sconsiderati, ma immortali agli occhi del mondo.
Da sfondo, la Napoli del primo periodo vicereale, una città piena di stimoli diversi, orientale e barocca, capitale del Mediterraneo e metropoli di frontiera alle soglie del levante, poverissima e lussuosa.
Un romanzo intenso e vibrante di passioni – quella d’amore, che ne è sovrana, quella di odio, quella per la musica – orchestrato con la prosa elegante e inconfondibile di Miranda Miranda.

L’alto salone era rischiarato dalla luce bianca che hanno le prime ore dei pomeriggi invernali. Grandi tovagliati di lino, dagli ampi ricami, ricoprivano i tavoli addossati ai muri; sul loro candore spiccavano, come altrettante macchie di colore, le bottiglie dei rosolii e dei vini, accanto ai delicati boccali dal cristallo cesellato. Le paste reali spandevano nell’aria fredda un aroma di zucchero, mentre i ripieni di ricotta e di cannella mandavano i toni bassi dei loro odori rustici e speziati.”

Miranda Miranda è nata a Napoli, dove vive e lavora come docente di letteratura e storia negli istituti superiori. Scrittrice e giornalista, ha pubblicato una raccolta di racconti Le Malecorde (2000) e i romanzi Per diverse acque (2007) – finalista al “Premio Rea” 2008 -, Il Mare sospeso (2011) e Il Portogallo è un’isola (2011). Per gli stessi tipi della Scrittura & Scritture, nel 2018 ha pubblicato il saggio narrativo Una vita da signorina. Viaggio nella raccolta più popolare della letteratura cosiddetta di evasione.

Save the date!

 

 

May the Force be with you!
Precedente Prometto di amare di Pedro Chagas Freitas | Recensione di Deborah Successivo Close-Up #17: Il Nulla che per noi era tutto di Andrea Conteddu