Coffee Break: Le novità di Star Comics, Bacchilega ed Erickson

Bentornati al Coffee Break della Stamberga, oggi vi parlo di qualche nuova uscita illustrata che ha attirato la mia attenzione girando per il web armato di un caffè “nero come una notte senza luna”, come direbbe il mitico agente Dale Cooper.

Oggi vediamo le novità di Star Comics, Bacchilega ed Erickson, quindi preparate carta e penna e prendete nota!

L’ISOLA DEI BAMBINI DIMENTICATI – n°1

di Kei Sanbe

In uscita il 7 Febbraio in libreria, fumetteria, Amazon
Editore: Edizioni Star Comics
Prezzo: € 5,90
Pagine: 208

Apparizioni soprannaturali, agghiaccianti segreti, colpi di scena mozzafiato vi terranno incollati alle pagine… uno psychothriller da non perdere!

Su un’isola sperduta nel Mar del Giappone sorge il campus Hoozuki, che accoglie bambini con problemi familiari: un rifugio sicuro o una prigione inespugnabile?

Una scala su cui è vietato salire, delle frasi strazianti scritte sul muro, una bambina vestita di bianco, degli adulti che mentono di continuo. In questo luogo isolato, dove la natura cresce rigogliosa, l’inganno imprime le sue tracce macchiate di sangue…

La cosa più grandiosa

di Ashley Spires

Disponibile in libreria da Gennaio 2018
Editore: Erickson
Prezzo: € 13,50
Pagine: 40 a colori

C’è una bambina come tante e c’è il suo migliore amico, il suo cane. Arriva, un giorno, un’idea fantastica: costruire la cosa più grandiosa di sempre! La bambina armeggia e martella e misura. Il suo assistente saltella e ringhia e mordicchia. Solo che, non tutto va sempre per il verso giusto, e capita che invece che con squadra, righello e metro, ci si ritrovi a fare i conti con sentimenti di rabbia, tristezza e frustrazione. Ma con un pizzico di incoraggiamento a condire una passeggiata liberatoria, poi anche i fallimenti non appaiono più così sbagliati: in fondo, ogni prova è utile ad avvicinarsi sempre più alla riuscita finale, anche se ciò implica talvolta cambiare ciò che si era pensato all’inizio o, meglio, guardarlo da una diversa prospettiva…

Dalla gestione della rabbia, allo sviluppo dell’immaginazione e dell’autostima fino al tema, quanto mai attuale, degli stereotipi di genere, l’opera di Ashley Spires – che in Canada ha venduto più di 200 000 copie -, affronta con freschezza e lieve ironia insegnamenti universali che, in quanto tali, sono validi in fondo per tutte le età. L’edizione è corredata da una “guida per l’adulto”, piccolo vademecum per genitori e insegnanti che desiderino fornire ai piccoli lettori gli strumenti per leggere il mondo in modo consapevole, attraverso lo svolgimento di una serie di attività.

La cosa più grandiosa è marchiato STEM, acronimo inglese di Scienza-Tecnologia-Ingegneria-Matematica che indica storie e narrazioni che mirano a stimolare la curiosità verso il mondo della scienza. Libri pensati per giovani lettrici e giovani lettori che non temono di sperimentare, inventare, provare e, perché no, di sbagliare, per realizzare i propri sogni.

A COLORI

di Barbara Ferraro, Sonia MariaLuce Possentini  e Teresa Porcella

In uscita a Febbraio
Editore: Bacchilega Junior
Prezzo: € 16
Pagine: 40

Il testo di Barbara Ferraro è sintetico, essenziale, invita ad entrare nel mondo emozionale attraverso
i colori. Non banale, non scontato, si allontana dal sentiero conosciuto delle emozioni primarie,
accompagna in percorsi sconosciuti, inediti, a volte arditi e sorprendenti, e invita a tuffarsi nella
profondità del proprio personale sentire. Potenti le illustrazioni, che dialogano con le parole con un
linguaggio inedito per la Possentini, privilegiando un tratto che si fa essenza e confine,
prolungamento della voce narrante, riverbero di emozione, eco di sensazione, per esplodere in
doppie pagine di grande impatto cromatico. Il filo conduttore, invisibile e tenace, di questo albo
sono le sfumature delle stagioni, quelle della natura, quelle dell’anima. Fondamentale il lavoro
certosino della curatrice, Teresa Porcella, che ha ideato e sostenuto l’impostazione e il progetto,
curato ogni singola immagine, definito ogni sinestesia, creato il profondo e definitivo legame tra
parole e colori, spingendosi a sostenere la Possentini in questa ricerca sull’immediatezza del segno,
che l’ha allontanata dalla straordinaria cifra stilistica cui ci ha abituati facendocela riscoprire ancora
più potente e completa nell’essenzialità del tratto.
Che colore ha una porta che sbatte? E un sorso d’acqua ghiacciato? Blu è il colore dei risvegli
assonnati, nera la distanza che separa, giallo il livore che imbroglia. Un albo che può essere letto,
ascoltato, giocato, immaginato, elaborato, trasformato da grandi e piccini.
Un invito ad ascoltarsi, a perdersi per ritrovarsi.

La tazza ormai si è svuotata, del caffè non è rimasto altro che il fondino ed è tempo di rimettermi al lavoro!
Appuntamento al prossimo coffee break!
May the Force be with you!
Precedente A tu per tu con Stefano Saccinto Successivo Let’s talk about: L'erede ribelle di Cristiano Pedrini