Effetti collaterali di Rosario Russo | Recensione di Deborah

 

Rosario Russo è nato a Catania il 23/06/1986 ma vive ad Acireale. Il romanzo d’esordio si intitola “Il Martirio del Bagolaro”, romanzo storico pubblicato nel 2012 dalla casa editrice Carthago e vincitore nel 2013 del Premio Letterario Nazionale Akademòn. Nel maggio del 2019 ha pubblicato “Quattordici Spine” (Algra editore), un poliziesco ambientato in Sicilia con protagonista l’ispettore feltrino Luigi Traversa, premiato al Kaos Festival 2020 e vincitore del Premio speciale Città di Cefalù 2020.

 

Sono sempre stato un tipo particolare, lo so, come del resto lo è anche la storia che sto per raccontarvi. Mi chiamo Vincenzo Cantone e mi definisco uno scrittore. Avete presente quei personaggi che a qualsiasi ora della giornata sono bombardati di telefonate dal proprio editore, affinché si affrettino a consegnare il manoscritto da pubblicare? Ecco, dimenticate tutto questo perché non sono io o meglio…

 

Editore: Algra Editore
Data di uscita: 8 ottobre 2020
Pagine: 180
Prezzo: 14.00 €

Una Sicilia vista attraverso le trame del giallo. Sei storie policrome, dal poliziesco al noir, che si snodano in un’isola densa di misteri, leggende e superstizioni per offrire al lettore un mosaico variegato e ricco di contraddizioni.

 

Novembre al nord è un mese umido, grigio e nebbioso, sono fuggita dal freddo padano per abbracciare il calore e la magia di una terra difficile e meravigliosa, la Sicilia. Effetti Collaterali è una raccolta di sei racconti di genere firmata da Rosario Russo, giovane autore siciliano che attraverso queste storie ci racconta con passione la sua terra. I racconti di Effetti Collaterali ci immergono in una Sicilia cruda, agreste, problematica e umana, una terra affascinante che sogno di visitare con tutto il cuore.

Rosario Russo dipinge sei racconti gialli, sei racconti nei quali agli elementi noir e polizieschi l’autore lega a doppio filo i misteri, le tradizioni, le leggende e un pizzico di magia tipica di questa regione. Lo stile di scrittura di Rosario Russo è fluido e incalzante, riesce a catturare il lettore tra le sue righe e tenerlo con il fiato sospeso fino alla fine di ogni racconto. Le pagine scorrono veloci, la voce dell’autore è chiara, semplice e immediata, Rosario Russo riesce a trasmettere il grande amore per la sua terra e per le tradizioni. Sono molto entusiasta e affascinata di conoscere attraverso la lettura porzioni del nostro meraviglioso paese, sono convinta che i libri siano un mezzo molto potente per arrivare al cuore delle persone mantenendo vive conoscenze e tradizioni.

 

Il volantino aveva destato nell’ispettore Traversa una certa curiosità. Lo aveva raccattato dal marciapiede, tornando da un convegno culturale organizzato dal suo amico, direttore di banca, Alberto Bevilacqua. Al suo interno erano riportare pochema insolite righe:
“Evento del S.S.!
Data: 11 gennaio 2019
Inizio: ore 21,00 – Luogo: piazza San Domenico
Danzerete nuovamente senza musica!”
Che razza di manifestazione sarebbe stata?

 

I sei racconti contenuti in Effetti Collaterali mi hanno catturata, era impossibile mettere in pausa la lettura prima di giungere alla soluzione finale del racconto. Mi piace molto il genere giallo, questa volta in alcuni casi sono riuscita a individuare il colpevole! I sei racconti sono tutti ambientati ad Acireale e dintorni; troviamo in questi scritti usanze e tradizioni di questo angolo di Sicilia, viviamo con i protagonisti la quotidianità di una terra agreste, finiamo immersi in questioni di malaffare, mafia e regolamenti di conti, respiriamo un’aria di magia che stagna in equilibrio tra leggenda e realtà.
Mi sono piaciuti tutti i sei racconti ma i miei preferiti sono stati Il sesto sigillo e Effetti Collaterali.

Il sesto sigillo è un racconto misterioso che si snoda tra leggenda e realtà; il protagonista di questo racconto è l’ispettore Traversa, un veneto che fatica ad adattarsi alla calda Sicilia. Si prospetta che una strana manifestazione avrà luogo di lì a qualche giorno, contemporaneamente iniziano ad accadere fatti molto strani, l’ispettore e i suoi uomini sono costretti a intervenire quotidianamente per cercare di comprendere e anticipare le mosse di un fanatico. Il fanatico in questione sembra essere collegato al misterioso evento incombente, riuscirà la polizia a sventare questa minaccia?
Questo racconto mi ha tenuta con il fiato sospeso, mi ha affascinata l’intreccio tra realtà, leggenda, fanatismo e l’attenzione verso un territorio sfregiato dalle costruzioni scellerate degli anni Sessanta.

Effetti Collaterali invece è un racconto giallo, una giovane studentessa muore avvelenata e viene inviata agonizzante da una coppia di amici in ambulanza all’ospedale dove dopo poco perderà la vita. Il quadro è molto strano, ci sono diversi punti di domanda e oscurità nella vicenda. I sospetti si concentrano nella cerchia di amicizie della giovane, per poi ricadere su un ipotetico compagno sfuggente. Chi e perché ha tolto la vita a questa ragazza?

Effetti collaterali è una raccolta di racconti di genere che ci porta a esplorare la quotidianità, gli usi e le tradizioni di un territorio magico e affascinante, la nostra Sicilia; Rosario Russo fa emergere dal suo lavoro la passione e alcune delle problematiche del suo territorio.

 

 

 

 

 

 

Desclaimer: si ringrazia l’autore Rosario Russo per la copia omaggio

 

May the Force be with you!
Precedente INK’S CORNER: Il castello delle stelle #1 di Alex Alice (Oscar Ink) Successivo Inku Stories #63: Kappa at work di Imiri Sakabashira (Star Comics)