Il giglio d’oro di Laura Facchi | Recensione di Deborah

Se n’è andata senza nemmeno lasciare un manuale di istruzioni per mio padre: Come gestire figlie con gli occhi viola e i capelli bianchi e neri.

 

Il romanzo – la trama

Autrice: Laura Facchi
Editore: De Agostini
Genere: Young Adult
Pagine: 330
Acquistalo subitoIl giglio d’oro

 

E se un giorno scoprissi di essere nata su un pianeta lontano e che il destino di quel pianeta dipende solo da te? In un angolo remoto dello spazio esiste un pianeta quasi identico al nostro chiamato Lundea. Per un misterioso legame d’energia, ogni volta che sulla Terra nasce un individuo, ne nasce uno anche a Lundea, e quando uno di questi muore, muore anche il suo doppio. Solo pochissimi lundeani sono immuni a questo meccanismo e si chiamano Gigli d’oro. Sono esseri speciali, dotati di un’intelligenza prodigiosa, riconoscibili per una macchia dorata a forma di giglio sulla pelle. Come Astrid. Astrid che è approdata sulla Terra quando era ancora in fasce. Astrid che ora ha sedici anni, una vita normalissima e nessun sospetto sulle sue vere origini. Almeno fino al giorno in cui è costretta a compiere una scelta che potrebbe rimpiangere per il resto dei suoi giorni.

 

Recensione:

Lettori, benvenuti!

il viaggio di oggi ci porta a conoscere Il giglio d’oro, un romanzo young adult scritto da Laura Facchi ed edito da DeAgostini. Due protagonisti, due storie, due pianeti: la Terra e Lundea. Siete pronti per partire?

Sulla Terra li chiamano dittatori, su Lundea non esiste un termine per definire suo padre, perché fino ad oggi uno come lui non era mai esistito.

 

Devo ammettere che la trama del romanzo mi ha subito colpita ed affascinata, ed il contenuto certamente non mi ha delusa! Lo stile di scrittura di Laura Facchi è davvero piacevole, le parole scorrono veloci come il ritmo della storia. L’autrice riesce a coinvolgere a pieno il lettore nel proprio mondo, attirandolo tra le sue parole. Le descrizioni dei personaggi e delle ambientazioni sono molto accurate. I personaggi principali mi sono piaciuti molto, non ho provato una totale empatia con essi ma avremo modo di approfondire la conoscenza! Astrid è una giovane liceale che vive in un piccolo paesino con il padre. La madre è morta quando lei era molto piccola, è stata cresciuta con l’amore paterno ma con molti freni. Astrid è bravissima a scuola, molto più avanti di tutti i ragazzi della sua età, cerca come può di “mimetizzarsi” tra la folla anche se a stento ci riesce.

 

Quello di oggi è un dolce risveglio. Mentre apro gli occhi, le labbra si distendono in un sorriso, perché la notte non ha offuscato il ricordo del pomeriggio di ieri.

 

Astrid è una ragazza asociale, ma non per scelta! Il padre non le permette di usa i social, non possiede uno smartphone, non può frequentare le feste. La ragazza ha un aspetto bizzarro: grandi occhi color lavanda e i capelli sono bianchi e neri. Inoltre sulla spalla nasconde un disegno a forma di giglio che porta con sé fin dalla nascita, crede che sia una strana malattia. La sua vita si trascina, ogni giorno uguale a quello precedente. Una mattina però, a causa di una frana, il solito autobus che la porta a scuola non arriva. Quello fu l’input per socializzare con Adam, uno dei ragazzi più carini e popolari della scuola, che le era sempre sembrato antipatico ed arrogante. Trascorrono una piacevole mattinata insieme, scoprono di trovarsi bene l’uno con l’altra. Le particolarità di Astrid affascinano Adam, e la ragazza per la prima volta sente di provare sentimenti per qualcuno. I due iniziano a frequentarsi, da quel neonato rapporto Astrid ne trae una grande felicità. È stato molto dolce leggere dello sbocciare di questo giovane amore.

 

Ha dormito pochissime ore, non è riuscito a spegnere il cervello. L’adrenalina l’ho tenuto costantemente in uno stato di allerta.

 

Su Lundea, Kami, il giovane figlio del governatore del pianeta si appresta a conoscere la situazione che attanaglia il popolo. Kami, come Astrid, ha sofferto per la prematura scomparsa della madre, è stato cresciuto da un padre ambizioso. L’ambizione di quest’ultimo si è trasformata in sete di potere ed è sfociata in dittatura. Prima Lundea era un pianeta florido e pacifico, dove non esisteva la violenza. Di fronte all’esecuzione di tre giovani ragazzini Kami capisce che quel mostro non è più suo padre, decide di fuggire dalla città dove è stato prigioniero. Lundea è devastata: povertà, malattia e sciacalli si aggirano per il pianeta. Alcuni si sono riuniti per formare la Resistenza, l’obbiettivo è uccidere il governatore per ristabilire la pace. Kami inizia così il proprio viaggio, desidera aiutare la Resistenza e il suo popolo. Insieme ai suoi nuovi compagni cercherà di trovare un modo per imporre la pace, l’unico possibile è uccidere suo padre. Kami sa che è l’unica decisione possibile, ma per far questo hanno bisogno l’aiuto di un Giglio d’oro.

 

Quando sei nata tu, Chiara era l’unico altro Giglio d’Oro presente su Lundea. Eravate le uniche in un pianeta di miliardi di persone! Ti rendi conto di quanto sei straordinaria?

 

Uno strano uovo verde si materializza nel giardino di Astrid, così viene a galla la verità riguardo la sua particolarità. La ragazza è nata su Lundea, la strana macchia sulla spalla è il Giglio d’Oro, esso le conferisce abilità e poteri straordinari. Astrid è spaventata, confusa ed arrabbiata. Trova rifugio in Adam, il ragazzo si dimostra davvero maturo per la sua età, supporta la ragazza e le consiglia di avere un confronto con il padre. Prima di questo Astrid entra nel Bordo, le vengono mostrate immagini di come era Lundea. Inizia ad essere entusiasta di conoscere le proprie origini e le proprie abilità, è la seconda volta che entra nel Bordo a stravolgere la sua vita ulteriormente. Incontra Kami che le rivela la reale situazione sul proprio pianeta, le chiede aiuto per uccidere il doppio di suo padre. Astrid è sconvolta, sa che non sarà in grado di uccidere ma è decisa ad aiutare Lundea.

 

Chi se ne frega di quello che succederà? Io non riesco a stare senza di te. Aspettami, sto arrivando. Ti amo.

 

Lettori, devo dire che la storia di Astrid e Kami mi ha entusiasmata un sacco, la trovo molto originale. Mi è piaciuta tantissimo l’idea di un pianeta gemello della Terra e della connessione tra gli abitanti dei due mondi. Immagino se fosse realmente così mi piacerebbe conoscere il mio doppio extraterreste, credo sia davvero affascinante. L’avventura nel complesso mi ha sorpresa, avevo buone aspettative ma le ha superate abbondantemente! Non vedo l’ora di scoprire come proseguirà questa avventura.

 

 

Alla prossima avventura!

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Recensione: L'eredità della spada di Cristina Azzali Successivo Amore a prima copertina - Cover Love #14