Harry Potter: The Exibition – Andiamo ad Hogwarts!

 

Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts
Preside: Albus Silente (Ordine di Merlino, Prima Classe, Grande Mago, Stregone Capo, Supremo Pezzo Grosso, Confed. Internaz. dei Maghi)
Caro signor Potter,
siamo lieti di informarla che Lei ha diritto a frequentare la Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. Qui accluso troverà l’elenco di tutti i libri di testo e delle attrezzature necessarie.
L’anno scolastico avrà inizio il 1° settembre. Restiamo in attesa del Suo gufo entro e non oltre il 31 luglio p.v.
Distinti saluti,
Minerva McGranit, Vicepreside

 

Questa estate, i fan di Harry Potter ™ in Italia avranno la possibilità di provare di più dal mondo magico di JK Rowling quando Harry Potter: The Exhibition arriva a Milano. Milano sarà l’unica città italiana all’interno del tour europeo della mostra e questa sarà la prima volta che potrà essere goduta in italiano. Harry Potter: The Exhibition è una mostra esperienziale di 1.400 metri quadrati, in cui i visitatori possono godere di spettacoli teatrali ispirati ai set cinematografici di Harry Potter e vedere l’incredibile maestria dietro a costumi autentici, oggetti di scena e creature dei film. La mostra presenta le impostazioni dei film più popolari, tra cui la sala comune e il dormitorio di Gryffindor ™; aule come Pozioni ed Erbologia; e la Foresta Proibita, che sono pieni di migliaia di oggetti di scena autentici, costumi, e le creature utilizzate nelle riprese della serie iconica. Gli ospiti possono entrare nell’area di Quidditch ™ e lanciare una pallina di Pluffa, tirare la loro Mandrake nella vignetta delle aule di Erbologia, e persino visitare una ricostruzione della capanna di Hagrid e sedersi nella sua poltrona gigante.

 

 

Il magico mondo di Harry Potter è approdato in Italia, dal 12 maggio al 9 settembre era possibile immergerci nelle ambientazioni costellate dai costumi e oggetti che sono stati realmente utilizzati per girare i film della saga. Harry Potter The Exibition è stata allestita a Milano, da potterhead non potevo proprio perdere l’occasione di fare un salto nel mondo magico, anche se mi sono informata proprio all’ultimo e ho rischiato che l’evento fosse già finito!

 

La mostra era davvero molto carina, ricca di oggetti e costumi di scena, un percorso di circa un’oretta tra le varie scenografie. Nonostante sono molto felice di essere andata, è stata davvero una bella serata tra la magia del mondo di Harry Potter e la buona compagnia, non posso però non fare alcune osservazioni. Qualche anno fa, durante una meravigliosa vacanza a Londra, sono andata agli Warner Bros. Studio Tour London – The Making of Harry Potter, e il confronto è stato spontaneo. So bene che non può essere di certo la stessa cosa, quella approdata a Milano è una mostra itinerante mentre a Londra è un vero e proprio museo con praticamene tutto, però mi aspettavo ci fosse qualcosa in più. Sarebbe stato proprio bello se ci fossero stati più momenti interattivi, dove poter guardare e toccare con mano gli oggetti, poter provare a fare qualcosa. Tutto sommato, se non fossi già stata a Londra, per me super fan della saga di Harry Potter sarebbe stato come trascorrere un’ora in paradiso. Mi ha deluso invece l’area shopping! Ero sicurissima di spendere un sacco e portarmi a casa meravigliosi gadget, invece non è stato proprio così!

 

 

Mi aspettavo già prezzi un pò esorbitanti, infatti in queste occasioni se ne approfittano proprio! Devo dire che non è tanto questo il punto quanto il fatto che era rimasto pochissimo assortimento! È vero che sono andata il terzultimo giorno della mostra, però credo che l’area commerciale fornisca agli organizzatori un introito molto importante e il non rifornire non è il massimo. Magliette e felpe erano quasi completamente finite, come anche i simpatici pupazzetti dei personaggi, su 10 erano effettivamente disponibili solo 4. Mi aspettavo di trovare molta più scelta e varietà, oltre le bacchette, le cioccorane e le jelly a tutti i gusti più uno gli altri gadget mi sembravano poco incisivi. Speravo di trovare i funkopop che stra adoro, magari una versione particolare ed invece niente; oppure anche le nuove edizioni di Harry Potter e la pietra filosofale, quelle in inglese con la copertina della casa. Comunque qualche piccolo danno sono riuscita a farlo, ho comprato: una cioccorana, trovando la figurina di Albus Silente e un pupazzetto di Hermione.

 

 

Tra i vari oggetti di scena sono stata felicissima di vedere l’Espresso per Hogwarts! È stato meraviglioso trovarsi di fronte al treno magico che sogno tuttora di poter prendere per andare alla scuola di magia e stregoneria. Purtroppo quella stanza in particolare era illuminata davvero male e non sono riuscita a fare neanche una foto. La luce anteriore del treno accecava, ed il resto della stazione era immerso nel buio, un vero peccato perché erano accatastati sul binario bauli e gabbie!

 

 

Molto bella era la riproduzione della Foresta Proibita, tra alberi giganti era in agguato Aragog e i Thestral, purtroppo anche in questo caso niente foto per il troppo buio! Quello che mi ha colpito tantissimo sono i dettagli con cui tutto è stato creato, abiti e i vari oggetti magici, chissà quanto tempo ci è voluto per preparare tutto quello che serve solo per girare un film.
Si è potuto interagire con tre attrazioni: nell’area della riproduzione dedicata ad Erbologia si poteva provare ad estrarre una baby Mandragora dal vaso; nell’area del Quiddich abbiamo provato a lanciare una pluffa attraverso gli anelli e ci siamo accomodati sulla poltrona di Hagrid nella capanna.

 

Se dovesse ricapitare ci ritornerei? Assolutamente sì! Trascorrere del tempo immersa nel mondo di Harry Potter è davvero come un sogno che si avvera.

 

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Jurassic Park di Michael Crichton | Recensione di Deborah Successivo Chi cerca trova – Day #48: Ventimila tomi sotto i mari