I peccati degli dei di Katee Robert | Recensione di Deborah

Katee Robert È un’autrice bestseller di «New York Times» e «USA Today». «Entertainment Weekly» ha definito la sua scrittura «incredibilmente sexy» e i suoi libri hanno venduto oltre un milione di copie nel mondo. Vive nel nord-ovest dell’America, in una casa affacciata sul Pacifico, con il marito e i loro numerosi animali. Per saperne di più: www.kateerobert.com

 

Ti farò vivere ogni fantasia che hai immaginato in quel tuo cervello ambizioso. In cambio, tu seguirai ogni mio comando

 

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita: 5 luglio 2022
Pagine: 320
Prezzo: 5.99 € ebook ; 9.90 € cartaceo

Persefone Dimitriou non ha mai conosciuto altro che agio e ricchezza. La sua è sempre stata una vita di privilegi. Ma la realtà è molto diversa da quella facciata di perfezione dietro cui si nasconde la sua famiglia. L’Olimpo è un covo di corruzione e veleni. Poche dinastie si spartiscono il potere e Persefone ha appena saputo che sarà costretta a sposare un uomo influente e pericoloso, per rafforzare le alleanze necessarie a mantenere lo status quo. Non le resta che fuggire. Verso un mondo misterioso, lontano dalle luci abbaglianti che minacciano di soffocarla. Perché forse l’unica salvezza per lei si nasconde nelle tenebre. Ade ha trascorso la sua vita nell’ombra, in attesa di riscatto. Ha sempre saputo che prima o poi il suo momento sarebbe arrivato e la comparsa di Persefone rappresenta l’occasione che aspetta da anni. E così si offre di aiutarla a muovere i primi passi in quel luogo oscuro e ostile, dove non avrebbe alcuna speranza di sopravvivere da sola. Notte dopo notte, Ade e Persefone sentono crescere la forza che li attrae l’uno verso l’altra. Ma lei è fatta di luce, lui è stato forgiato dalle ombre. Appartengono a mondi diversi. Fino a dove saranno disposti a spingersi per opporsi a un destino che li vuole divisi?

 

Readers, oggi parliamo di un romanzo molto chiacchierato e davvero molto spicy, il primo volume della serie Neon Gods diventato un fenomeno virale su TikTok. Ultimamente stanno uscendo tantissimi romanzi e retelling dedicati alla mitologia, io non ne sono super appassionata per questo non mi ero ancora lasciata tentare da nessun libro anche se ero davvero incuriosita, mi sono buttata su I peccati degli Dei perché Ade è il mio preferito e il mito di Ade e Persefone mi è sempre piaciuto tantissimo.

I peccati degli Dei di Katee Robert non si è rivelata la lettura che mi aspettavo, ho qualche perplessità anche se è un romanzo carino, capace d’intrigare e appassionare ovviamente non tanto per la trama. Questo libro viene definito un dark romance, credo che sia un dark romance piuttosto soft per mia fortuna, se fosse stato più spinto sicuramente non lo avrei apprezzato perché non è sicuramente il mio genere. Quando dico spinto non intendo spicy, il sesso all’interno del romanzo non mi ha infastidita, informandomi post lettura ho scoperto che il dark romance comprende storie violente, di abusi e perversioni, questi aspetti possono ovviamente essere più o meno accentuati. Prima di approfondire avevo letto una definizione che etichettava in poche parole il dark romance come un romance con un protagonista bad boy/bad girl, ma non è proprio così.

 

Qui, Ade. Mi sento a casa qui con te. In questa casa, nella città bassa. Voglio stare con te, semi vorrai.

 

Dato che I peccati degli dei è un retelling di Ade e Persefone mi aspettavo un po’ più di trama, possiamo definire il romanzo un porn with plot dove però la parte della trama è davvero poca, un peccato perché i punti in cui è stata un minimo sviluppata mi sono piaciuti. Se si legge il romanzo perché interessati alla componente fantasy e mitologica credo sia meglio evitare, ci troviamo di fronte a un romanzo erotico basato sul mito di Ade e Persefone; non definirei questo libro un romance dato che il sesso è la parte chiave e viene descritto in modo molto dettagliato. Detto questo per me non è un difetto che il romanzo sia così spicy, solo non me lo aspettavo.

Il personaggio di Ade mi è piaciuto, affasciante, oscuro e tenebroso; non mi ha convinto la sua descrizione fisica ma è un punto molto soggettivo. Mi ha colpito l’umanità di questo personaggio, il fatto che sia costretto a mantenere una maschera oscura per intimidire e non mi è sembrato così contento di ciò. Inizialmente Persefone la detestavo, poi quando è emerso che la sua facciata zuccherosa fosse in realtà una maschera ho iniziato ad apprezzarla di più, mi è piaciuto non fosse la solita protagonista timida e innocente ma una giovane donna consapevole della propria sessualità.

A proposito di sessualità ho apprezzato tantissimo il concetto del consenso così presente in questo romanzo, viene quasi esasperato in alcune parti ed è una cosa a dir poco fantastica!

 

 

Persefone Dimitriou è cresciuta nella città alta, la parte ricca e lussuosa dell’Olimpo; la sua vita da quando la madre ha assunto il ruolo di Demetra entrando nei Tredici è diventata un piccolo inferno tra feste e giochi di potere. Persefone di lì a qualche mese avrebbe avuto accesso al proprio fondo fiduciario e messo in atto la fuga dall’Olimpo, peccato che Demetra a tradimento la offre in sposa al vecchio e tiranno Zeus. Persefone quella notte fugge spaventata da tutto ciò che odia, attraversa lo Stige spinta sul ponte dai suoi inseguitori per piombare tra le braccia di Ade.

Ade è il re della città bassa, governa in modo saggio il suo popolo, è temuto e rispettato, la sua figura è leggendaria e per chi è ha conoscenza della sua esistenza indossa costantemente una maschera oscura. La famiglia di Ade è stata distrutta anni fa da Zeus, il signore dell’oltretomba è determinato a fargliela pagare e l’arrivo di Persefone è il regalo perfetto. Ade e Persefone odiano profondamente Zeus, questo li spinge a stipulare un patto per vendicarsi del re degli dei, un patto pericoloso che li unirà sempre di più.

I peccati degli dei è ambientato nell’Olimpo dei giorni nostri con modernità e grattaceli, non è male anche se l’autrice non lo ha caratterizzato moltissimo; questo retelling di Ade e Persefone nonostante non si è rivelato ciò che mi aspettavo non mi è dispiaciuto.

 

 

 

 

 

Desclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa di Newton Compton Editore per la copia omaggio

 

May the Force be with you!
Precedente The Whispering Room: Il Pittore delle Fate di Simona Cremonini Successivo C'era una volta un cuore spezzato di Stephanie Garber