iBoy di Kevin Brooks | Recensione di Sandy

“Sono dati. Sono parole e voci e immagini e numeri, stringhe su stringhe di zero e uno.

IL ROMANZO

Prezzo: € 16,50

Acquistalo subito: iBoy

Editore: Piemme
Collana: Freeway
Pagine: 252
Prezzo: € 16,50

Prima dell’incidente che lo ha mandato in coma, Tom Harvey era un ragazzo come tanti. Ma ora si è risvegliato con il potere di sapere e vedere tutto. I frammenti di iPhone che sono rimasti nel suo cervello lo hanno trasformato in un super computer, una sorta di mente artificiale iperconnessa. Tom può arrivare ovunque, tutte le risposte a domande che non sa nemmeno di aver posto sono già lì, nella sua testa.

E dopo aver scoperto della violenza subita da Lucy, la ragazza di cui è innamorato, Tom usa i suoi poteri per punire le gang che dettano legge nel quartiere. Ma qual è il confine tra giustizia e vendetta?

Let’s talk about “iBoy”

 

“Sono dati. Sono parole e voci e immagini e numeri, stringhe su stringhe di zero e uno.

Oggi parliamo di un romanzo divenuto anche un film prodotto e distribuito da Netflix: iBoy. Questo curioso libro è stato partorito dalla penna di Kevin Brooks, vincitore del Carnegie Medal, prestigioso riconoscimento della letteratura inglese. 

La storia di un supereroe è sempre la stessa. Un ragazzino dalla vita difficile che, un giorno, per un fattore scatenante qualunque diventa qualcosa di straordinario. Nel caso di Spiderman era stato un ragno geneticamente modificato. Mettete insieme questo elemento, prendete Kevin Brooks ed eccovi servito iBoy.

Tom Harvey è un ragazzo qualunque, un minuscolo granello di sabbia tra tanti, senza alcuna particolarità a renderlo unico. Come tale, si porta sempre una ragazza nel cuore, la sua amica d’infanzia e della quale è perdutamente innamorato: Lucy. Ha sempre vissuto nell’anonimato, nella speranza di non essere notato o per i bulli non rappresenterebbe nient’altro che un sacco da box pronto da colpire.

“Qualunque cosa fosse, cambiava in continuazione.

La sua vita viene stravolta quando si risveglia all’ospedalo ignaro di ciò che gli è accaduto. L’incidente per il quale ha quasi rischiato la vita lo ha cambiato. Dopo diversi interventi chirurgici nota qualcosa che non quadra. Si risveglia diverso. Una sequenza di codici e immagini, voci, vortica nella sua testa e gli appare come se fosse il suo presente, la sua realtà concreta, per un breve istante. Da ragazzo normale a una sorta di Jarvis, il salto è breve.

Tom sta cercando di mettere a fuoco gli eventi precedenti al coma. Stava andando a trovare  Lucy quando uno smartphone gli piomba in testa, fraccassandogli il cranio, che lo costringe ad un ricovero immediato mentre nello stesso momento accadeva qualcosa di terribile. Una banda di deliquenti si accanisce sul fratello della ragazza, riservando a lei il peggiore dei trattamenti.

Come una sorta di dedsec, Tom riesce ad infiltrarsi in qualsiasi circuito elettronico servendosi solo della forza del pensiero. Siate pur certi che qualsiasi informazione, filtro o foto, sarà reperibile dal nostro iBoy. Il curioso nome gli è stato affibbiato dai soliti bulletti che deridevano il suo aspetto, la cicatrice dell’intervento.

“Addio normalità. Bello averti conosciuta.

Tom diventa iBoy, un giustiziere incappucciato sempre pronto ad usare le sue abilità per alimentare la sua sete di giustizia. Badate a come vi comportate, quando nei paraggi c’è Tom, è difficile sfuggire al suo radar. La sua mente è un server pronto a raccogliere dati e archiviarli, bypassando ogni sistema di sicurezza. Questo gli permetterà di andare a fondo, tirare fuori il marcio della società dove vive, piena di illusioni e stupidaggini con le quali riempire la testa delle persone ed illuderle che ci sia ancora speranza.

Kevin Brooks sceglie un giovane paladino della giustizia ma non lo ossanna, non mostra la parte positiva dell’essere un supereroe come fanno tanti altri, sceglie di rilevare al mondo la parte peggiore dell’avere questo dono. Tutto ciò che iBoy vede, sente e di conseguenza conosce, diventa una tortura, lo corrode dall’interno e comincia lentamente a sentirne il peso, sia fisico che mentale. È una dura prova che lo porta a riflettere su sè stesso e sul mondo. Non è più sè stesso. Nonostante abbia abilità fuori dal comune, iBoy non è felice. 

“La ferita si mise a pulsare, la pelle a brillare, la testa a formicolare e poi udii delle voci...


Se c’è una cosa che Brooks insegna è sicuramente che non è oro tutto quello che luccica, per sopravvivere alla legge della strada bisogna evolversi e questo non significa solo crescere, ma lasciare da parte i sentimenti, la paura e farsi strada con le unghie e con i denti pur di riuscire a farcela. Quella che ne deriva è una storia vera, sotto molti aspetti anche cruda.

Chi pensa di trovare una fantastica storiella d’amore o un mondo fantastico, ha sbagliato romanzo.

Kevin Brooks ci porta con i piedi per terra per far comprendere ai lettori, anche a quelli più giovani, che i problemi reali esistono, che là fuori c’è il male e spesso si traveste da innocua applicazione o social network. Questo è un libro per ragazzi coraggiosi, che non hanno timore di vivere e hanno voglia di una storia diversa dalle altre.

 

 

 

Note sull’autore – Kevin Brooks:

È nato e cresciuto a Exeter. Terminata la scuola si è trasferito a Londra per cercare di diventare una rock star. Dopo aver lavorato in uno zoo, un crematorio e un ufficio postale, ha cominciato a fare quello che gli riusciva meglio: scrivere libri per adolescenti.
Ha vinto numerosi premi, tra cui la Carnegie Medal, il più prestigioso riconoscimento della letteratura inglese per ragazzi, per “Bunker Diary”, e il Premio Mare di Libri con “L’estate del coniglio nero”, pubblicati da Piemme, come anche “Naked”. Da questo libro è stato tratto l’omonimo film originale Netflix.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

May the Force be with you!
Precedente ANTEPRIMA: La vita in due di Nicholas Sparks (Sperling & Kupfer) Successivo ANTEPRIMA: Le novità in arrivo di Newton Compton Editori (dal 3 al 9 luglio)