Il destino del nostro amore di L.A. Casey | Recensione di Deborah

 

Leggere era la mia unica via di fuga in mondi diversi dove non dovevo pensare a mia madre, a mio padre o a qualsiasi cosa fosse per me reale. Potevo fare finta di essere una damigella in pericolo, un’eroina con il peso del mondo sulle spalle, la tosta amministratrice delegata di una compagnia miliardaria o anche un vampiro che aveva un debole per gli umani.

 

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita: 2 gennaio 2020
Pagine: 352
Prezzo: 5.99 € ebook ; 9.90 € carteceo
Acquistalo subito: Il destino del nostro amore

Erin ha sempre avuto una cotta per Ward, il migliore amico di suo fratello Tommy. Sono passati undici anni da quando lui è scomparso, spezzandole il cuore. Dimenticarlo è stato difficilissimo, ma col tempo Erin ha accettato l’idea di non rivederlo mai più. Il giorno in cui Tommy viene coinvolto in un drammatico incidente stradale, Ward ricompare all’improvviso. Le loro vite, a distanza di undici anni, non potrebbero essere più diverse: Erin fa fronte alle difficoltà destreggiandosi tra due lavori, mentre Ward è un multimilionario, proprietario di un’impresa che porta addirittura il suo nome. Ora che è tornato, desidera disperatamente farsi perdonare. Ma potrebbe essere troppo tardi. Erin infatti prova emozioni contrastanti: da un lato sente di non averlo mai davvero dimenticato, dall’altro teme che lui possa ferirla ancora. Sarà capace di capire che cosa desidera davvero?

 

Nelle vacanze natalizie sono tornata a navigare in acquee rosa con il nuovo romanzo di L.A. Casey, Il destino del nostro amore. Avevo proprio bisogno di una lettura frizzante e leggera dopo un periodo complesso, la storia d’amore tra Erin e Ward mi ha regalato una piacevole evasione.

 

Quello. Stronzo. Di. Ward. Buckley. Solo il fatto che sapevo che sarei stata cacciata dall’ospedale o arrestata per omicidio mi aveva impedito di torcergli quel collo del cavolo.

 

Il destino del nostro amore è stata una lettura davvero sorprendente, mi è piaciuto molto lo stile di scrittura dell’autrice e il modo con cui è riuscita a catturarmi. La voce di L.A. Casey è fluida ed intrigante, riesce a trasmettere le emozioni, le gioie e le difficoltà provate in prima persona dai personaggi; mi sono sentita molto coinvolta emotivamente durante la lettura. La trama è ben articolata, un po’ insolita per un romance, o meglio, fino a questo momento non mi sono mai imbattuta in qualcosa di simile: la famiglia è l’elemento chiave del romanzo, forse più importante della stessa storia d’amore. Siamo di fronte ad una storia abbastanza complessa in cui la relazione tra i protagonisti non è il solo fattore sotto i riflettori, la questione principale è la lotta per la sopravvivenza di una persona cara. Il fatto di mettere qualcosa davanti alla relazione come importanza mi è sembrata una scelta coraggiosa che non mi è dispiaciuta; mentre leggevo il romanzo ero molto presa dagli sviluppi tra Erin e Ward ma allo stesso tempo mi preoccupava di più la salute del fratello della protagonista. Ho apprezzato molto i vari personaggi, mi sono sembrati ben fatti e diversificati; ho provato una particolare empatia nei confronti di Erin, la protagonista femminile…strano vero? Effettivamente sì, le rare volte che mi capita di apprezzare un personaggio femminile in questo genere di romanzi sono molto contenta. 

 

Stavo baciando Ward Buckley. O lui stava baciando me… Non ero troppo sicura di chi avesse il controllo del bacio, ma una cosa di cui ero certa era che stava succedendo e che volevo che accadesse. Quando Ward aveva invaso il mio spazio e mi aveva detto che non mi avrebbe lasciato, mi si era scaldato il cuore.

 

Conosciamo Erin, una ragazzina di undici anni introversa e senza amici, a parte Tommy, suo fratello e suo migliore amico. Nonostante questa scarsa propensione verso i rapporti sociali l’adolescenza di Erin sembra trascorre tranquilla tra la scuola e una famiglia che la supporta. Erin è segretamente innamorata di Ward, il migliore amico di Tommy; Ward è come se fosse uno della famiglia, trascorre molto tempo a casa di Erin e quell’anno in particolare le ha portato il suo primo regalo di San Valentino. Ed è proprio in quel giorno di San Valentino che cambiò tutto, in una giornata che dovrebbe essere un tributo alla felicità e all’amore la tranquilla esistenza dei protagonisti venne sconvolta da una tragedia. Quella sera stessa Erin e Tommy persero il padre in un incidente d’auto; iniziarono a perdere anche la madre, a causa del dolore cadde tra le braccia dell’alcol; Tommy perse Ward, il suo migliore amico scelse di proseguire il cammino che tanto avevano progettato, andò a Londra all’università e diede ufficialmente vita al social network che i due amici avevano già iniziato a sviluppare. Erin fu distrutta dagli eventi e dalla scelta di Ward, si ripromise che non gli avrebbe permesso mai più di far soffrire la propria famiglia.

 

Ero rimasta accanto a Ward e gli avevo tenuto la mano mentre rilasciava una lunghissima e dettagliatissime deposizione alla polizia sull’abuso che aveva patito per mano di quel mostro.

 

Undici anni più tardi è un’altra tragedia a riportare Ward nella vita di Erin: un gravissimo incidente stradale ha ridotto Tommy in fin di vita. Il mondo di Erin costruito su un equilibrio familiare precario crolla improvvisamente. Nel frattempo Ward è diventato una persona ricca e famosa, l’inventore del più importante social del momento, l’applicazione che tutti utilizzano. Erin detesta profondamente Ward perché metà del successo dell’uomo sarebbe dovuto appartenere a suo fratello, la realtà della sua famiglia e soprattutto di suo nipote sarebbe stata sicuramente diversa. Il vero fulcro del risentimento covato da Erin nei confronti di Ward è il fatto di veder attribuito all’uomo l’intero merito della creazione. Appresa la notizia dell’incidente di Tommy, Ward ha scelto di non restare immobile e indifferente come in passato, non avrebbe mai più abbandonato il suo migliore amico. Il rientro di Ward in famiglia non è di certo facile, Erin fa di tutto per liberarsi della presenza sgradita proveniente dal loro passato ma alla fine deve arrendersi all’insistenza dell’uomo ed iniziare a tollerarlo. Ward è un personaggio affascinante, oltre che essere bellissimo ha una storia curiosa e particolare alla spalle, una storia che ci racconterà con il tempo. Mi è piaciuto molto veder nascere la storia d’amore tra Ward ed Erin, anche in un’atmosfera malsana in cui la speranza è un flebile soffio di vento può nascondersi positività e soprattutto la forza per andare avanti.

Le vicende di Il destino del nostro amore mi hanno spiazzata, la storia tra Erin e Ward mi è sembrata molto carina, forse leggermente forzata dalla parte di Ward ma non sono riuscita a non tifare per loro! Il nuovo romanzo di L.A. Casey è una lettura piacevole, una frizzante evasione che regala spensierati momenti di lettura.

 

 

 

 

 

 

 

Desclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa di Newton Compton Editori per la copia omaggio

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Close-Up #28: Il Mondo di Mister Baffo di Giulia Stefanini e Valeria Luongo Successivo Close-Up #29: Il prigioniero del Sultana di Cristiano Pedrini