La cuccia di Lea – #CR: Il lupo e l’equilibrista di Max Solinas

Ciao a tutti mi chiamo Lea, sono una cagnolina frizzante e molto vivace! Mi piace uscire e fare lunghe passeggiate, ma non quando fa troppo freddo e neanche troppo caldo; amo andare a correre nei campi e inseguire i leprotti, sono velocissimi e non riesco mai a giocare con nessuno di loro, non avranno mica paura di me?
Vi ospiterò ogni tanto nella mia “cuccia”, perché se ci siete voi, io posso dormire nel letto con la mia mamma! Vi racconterò di cosa giace sul nostro comodino, perché c’è sempre un libro che mi “ruba” la mamma per un pò di tempo, ma io riesco sempre a farmi accarezzare anche se la costringo a fare qualche acrobazia per leggere e coccolarmi contemporaneamente!

 

 

Editore: Garzanti
Data di uscita: 11 aprile 2019
Pagine: 176
Prezzo: 16.90 €

Il sole inonda di luce il crinale della montagna esaltando la sua muta bellezza. Vette per molti inaccessibili, ma non per Chris, che è cresciuto scalando quelle pareti rocciose di cui conosce ogni angolo, ogni singola increspatura. Per lui la montagna è sinonimo di un equilibrio che nasce dall’accordo perfetto tra sé stesso e ciò che lo circonda. Un equilibrio che, da tempo, sente di aver perduto. Da quando sono venuti meno i suoi punti di riferimento e ha accettato un lavoro che lo costringe a tradire la sua vera natura. Eppure, qualcosa sta per cambiare. Perché Francesca, sua compagna da sempre, ha in serbo una sorpresa per lui: un lupo grigio che ha conosciuto la meschinità dell’uomo e deve ritrovare una dimensione di vita più autentica, proprio come Chris. Non appena incrocia lo sguardo del re dei boschi, nel recinto dietro casa, Chris si perde negli occhi color ambra dell’animale e si rende conto che Francesca ha ragione: forse, accomunati dallo stesso destino ancor prima di conoscersi, lui e il lupo potrebbero aiutarsi a vicenda e diventare uno la salvezza dell’altro. Così, un passo dopo l’altro, Chris insegna al lupo a fidarsi di nuovo della mano che gli offre il cibo e gli accarezza, non senza timore, il dorso peloso. A sua volta, il lupo, con movenze precise che derivano dalla legge del branco, guida il suo nuovo compagno alla riscoperta del mondo naturale, dei profumi, dei suoni e dei colori che cambiano al mutare delle stagioni. Ma c’è ancora una cosa che Chris e il lupo devono fare insieme: un viaggio lungo il sentiero che porta alla montagna.

Bentornati nella mia accogliente Cuccia! Dopo essere stati nel deserto a percorrere la statale 117 è ora di cambiare completamente ambiente, iniziamo a scalare le vette aguzze con il nuovo ospite: Il lupo e l’equilibrista di Max Solinas. Il titolo mi ha subito incuriosita, ero molto contenta che la mia mamma iniziasse a leggere un libro ambientato in montagna, sapete, lei ama molto le montagne e anche io! Ci siamo divertite tantissimo in inverno a giocare con la neve, ed ora non vedo l’ora di iniziare una bella passeggiata tra la natura. Il protagonista del romanzo mi intimorisce un pò, sembra pericoloso e ho un pò paura che la mia mamma mi voglia sostituire con un lupo, anche se so che non lo farebbe mai! Il romanzo mi sta piacendo abbastanza, non è molto movimentato ma forse è più improntato sulla riflessione, io invece preferisco essere casinista come un piccolo terremoto!

 

 

Codino sull’attenti, anticipazioni in vista!

Passò un minuto, o forse passarono cinque ore. Chris perse la cognizione del tempo, era il sole crescente a scandire il ritmo di quell’avvenimento sorprendente. Poteva sentire il respiro leggero, eppure potente del lupo. L’aria arrivava dai polmoni e, passando attraverso le narici, generava un fischio sordo, ritmico e ipnotico che gli conferiva calma e forza, sicurezza e protezione. E allora Chris, a sua volta, cominciò a seguire il ritmo del lupo, rilassandosi e tentando di diminuire i battiti del cuore emozionato.

 

 

Nel preciso momento in cui i loro visi si toccarono, si stabilì una connessione così forte che Chris perse quasi l’equilibrio, come se la chimica del suo corpo faticasse a prendere atto della vicinanza del lupo. In quell’attimo eterno successe l’impensabile, si mescolarono così perfettamente da diventare un’entità unica, né uomo né animale, ma un’omogenea fusione. Quel solo e unico istante valse una vita, anzi due: il lupo era definitivamente nei pensieri di Chris, addirittura era diventato i suoi stessi pensieri. Solo allora il miracolo tanto atteso accadde.

 

 

Poi toccò all’animale riportare la propria storia, attraverso occhi e sguardi, movimenti del corpo e versi gutturali leggeri e profondi, fino a piccoli ululati lanciati con la testa in alto che provocarono brividi sulla pelle di Chris. Con quei gesti parlava di natura e foreste, di lupi e uomini, di fuochi e pioggia e di nuvole nere
come il marmo del Belgio, squarciate da raggi di un sole rosso fuoco. E poi di bestie selvatiche e viaggiatori, di cacciatori e poeti, di artisti e madri umane e animali.

 

 

Chi è l’autore?

Max Solinas è nato a Venezia nel 1963. La curiosità lo ha portato a coltivare tre passioni: la natura, la scultura e l’arte di vivere. Ha frequentato corsi di disegno di nudo per poi perfezionarsi con il maestro Silvano Ferretti e all’Accademia di Belle arti. Vive e lavora nel suo atelier a Borgo di Cison di Valmarino, ai piedi delle Dolomiti. La montagna è la sua musa ispiratrice: dai boschi trae l’energia fantasiosa che infonde nelle sue opere. Insieme alla lupa Arja, sua fedele compagna, prosegue il Grande Viaggio alla scoperta della Vita Naturale.

 

Al prossimo titolo!

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Inku Stories #36: To Your Eternity di Yoshitoki Oima (Star Comics) Successivo Let's talk about: Hotel Bonbien di Enne Koens (Camelozampa)