La cuccia di Lea – #CR: L’ora del te. Le (dis)avventure di Alice in Fashionland di Valentina Schifilliti

 

Ciao a tutti mi chiamo Lea, sono una cagnolina frizzante e molto vivace! Mi piace uscire e fare lunghe passeggiate, ma non quando fa troppo freddo e neanche troppo caldo; amo andare a correre nei campi e inseguire i leprotti, sono velocissimi e non riesco mai a giocare con nessuno di loro, non avranno mica paura di me?
Vi ospiterò ogni tanto nella mia “cuccia”, perché se ci siete voi, io posso dormire nel letto con la mia mamma! Vi racconterò di cosa giace sul nostro comodino, perché c’è sempre un libro che mi “ruba” la mamma per un pò di tempo, ma io riesco sempre a farmi accarezzare anche se la costringo a fare qualche acrobazia per leggere e coccolarmi contemporaneamente!

 

 

Editore: Giunti Editore
Data di uscita: 27 marzo 2019
Pagine: 336
Prezzo: 14.90 €

Alice è figlia unica, abituata a darsi da fare “per due”. Non ha mai voluto deludere i genitori e ha un
rapporto speciale con nonna Bice, un tempo sarta in un atelier di abiti da sposa, che facevano sognare Alice fin da piccina con i loro tulle e ricami. Così, dopo la laurea, ha trovato Il Posto Fisso che la famiglia si aspettava da lei. Ma quando alla vigilia di Natale anche quella certezza sembra sfumare, Alice capisce che è venuto il momento di seguire la voce del cuore. Sostenuta dal fidanzato Andrea e dalle sue strambe, adorabili amiche, apre così un profilo social attraverso il quale presentare le creazioni sartoriali uniche che realizza in casa, mentre il gatto Marlon le fa le fusa. Le cose non decollano, sono in pochi a seguirla, fino a che, improvvisamente, il destino spariglia le carte. Alice si trova catapultata nel mondo degli influencer, che dominano l’universo del web, suscitatori di like che tintinnano come monete sonanti, maghi capaci di utilizzare i potenti filtri della rete per far sognare i loro follower. Per Alice è davvero l’ingresso in un mondo di “meraviglie”, tanto
affascinanti quanto pericolose. Perché il filtro dei social media può essere una droga sottile, che
scaccia ogni solitudine ma chiede in cambio di consegnare ogni momento privato alla sua luce
accecante… Valentina Schifilliti, per tutti noi @larotten, esordisce nella narrativa con un romanzo romantico e brillante. E ci pone, insieme ai suoi personaggi, domande grandi: qual è il rapporto tra la realtà e la sua narrazione in rete? Siamo consapevoli del potere simbolico ed economico che tutto questo esercita su di noi? E soprattutto: saremo capaci di passare attraverso il grande “specchio” social senza perdere l’autenticità che rende la vita degna di essere vissuta?

 

Benritrovati nella mia cuccia per scoprire chi dorme al nostro fianco sul comodino, si tratta di un romanzo che uscirà a breve L’ora del te. Le (dis)avventure di Alice in Fashionland di Valentina Schifilliti. L’autrice scrive in modo davvero simpatico, mi piacerebbe tanto conoscere il gatto della protagonista, Marlon, chissà se vorrebbe giocare con me! Non conosco molto i social network, in realtà non so proprio cosa sono perché a me piace andare fuori, correre all’aria aperta nei prati però ho spiato il telefono della mia mamma e ho visto alcune mie foto con un pò di likes!

 

Orecchie al vento…si parte!

 

 

C’è tramontana oggi, ma, siccome adoro il freddo, basterà tirarmi su la sciarpa fin sopra al naso per continuare tranquilla la mia camminata verso l’ufficio. È la fortuna di avere casa in zona pedonale e il lavoro a pochi isolati di distanza.
Ed è una cosa non trascurabile anche per fare gli acquisti di Natale: negozi sotto casa e zero stress per il parcheggio, visto che per il periodo natalizio la città si riempie di turisti provenienti da tutto il mondo per godersi la bellezza del lago anche in inverno.

 

 

Ci mancava solo la lampadina del pianerottolo fulminata. Nel buio quasi totale tasto il pomello della porta di casa e, tenendo quello come riferimento, cerco di introdurre la chiave nella toppa sottostante. Forza Alice, sfrutta quei due anni in cui tornavi a casa sbronza marcia. Dovresti essere un’esperta ormai! Come di consueto metto un piede tra lo stipite e la porta semiaperta per evitare che Marlon esca. Inutile. Il mio micio non c’è. Strano. Molto strano.

 

 

Andre non sembra dispiacersene più di tanto, mi vede felice. E vede anche pian piano crescere nuovamente il nostro conto corrente. Questo gli fa maggiormente digerire il fatto che casa nostra sia diventata ormai un set fotografico e che trovi luci e faretti anche in bagno. Ho acquistato tutta l’attrezzatura su Internet,
l’ho vissuto come un vero e proprio investimento. Ho anche trovato un supporto a ventosa per cellulari, utilissimo se devo scattare foto da sola. O dovrei dire con Marlon, perché è ipnotizzato da questo aggeggino e ci si appende puntualmente quando sta per finire il countdown dell’autoscatto. I followers continuano a crescere in modo costante e questo rende molto soddisfatto Tommy. In realtà credo che mi abbia anche comprato dei followers, cosa che, a quanto ho capito, è
piuttosto comune.

 

 

Chi è l’autrice?

Valentina Schifilliti (Seregno, 1986) è laureata in Criminologia. Dopo anni di lavoro come
educatrice nelle carceri e in comunità, nel 2013 apre il profilo Instragram The Rotten Salad. In
poco tempo il suo humour e la sua intelligenza conquistano la rete, tanto che oggi sono più di
100.000 i follower che dialogano con lei e seguono con passione le stories di @larotten.

 

 

Zampe in spalla! Non vedo l’ora di ospitarvi di nuovo nella mia cuccia per scoprire la nuova avvenutra letteraria!

Al prossimo titolo!

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Un libro per due: Cardinal - La stagione delle mosche di Giles Blunt Successivo Amore a prima copertina – Cover Love #56