La cuccia di Lea – #CR: Narcos. L’artiglio del diavolo di Jeff Mariotte

Ciao a tutti mi chiamo Lea, sono una cagnolina frizzante e molto vivace! Mi piace uscire e fare lunghe passeggiate, ma non quando fa troppo freddo e neanche troppo caldo; amo andare a correre nei campi e inseguire i leprotti, sono velocissimi e non riesco mai a giocare con nessuno di loro, non avranno mica paura di me?
Vi ospiterò ogni tanto nella mia “cuccia”, perché se ci siete voi, io posso dormire nel letto con la mia mamma! Vi racconterò di cosa giace sul nostro comodino, perché c’è sempre un libro che mi “ruba” la mamma per un pò di tempo, ma io riesco sempre a farmi accarezzare anche se la costringo a fare qualche acrobazia per leggere e coccolarmi contemporaneamente!

 

Editore: La Corte Editore
Data di uscita: 9 maggio 2019
Pagine: 364
Prezzo: 18.90 €

1981, Medellìn. Jose Aguilar Gonzales è un giovane poliziotto che si è arruolato convinto di mettersi al servizio del bene. Ma gi bastano pochissime ore di pattuglia per capire come funzionano realmente le cose in Colombia. In pochi attimi Jose si ritrova invischiato nei traffici di Pablo Escobar che ha creato un impero sulla cocaina e sembra controllare le sorti dell’intero Paese. Rivelandosi abilissimo nell’uso del coltello, con il soprannome di Giaguaro, da onesto servitore della legge diventa uno dei più spietati sicari di El Patròn in un crescendo di violenza che sconvolgerà tutta la sua vita. Con una narrazione che non dà tregua, ricca di colpi di scena del tutto inaspettati, il lettore si ritroverà a entrare attraverso gli occhi di Jose all’interno dei meccanismi del Cartello di Medellìn, in un confronto diretto con il feroce, potente, carismatico, a tratti fuori controllo, uomo che lo comanda: Pablo Escobar.

 

Cari lettori ben ritrovati nella mia accogliente cuccia! Dopo aver salutato i protagonisti di una storia romantica e super tecnologica approdiamo nella lontata e affascinante Colombia. L’artiglio del diavolo narra la storia di Aguilar Gonzales, un giovane polizziotto che subito è costretto a fare i conti con la malavita locale, presieduta da Pablo Escobar in persona! Mi fa un pò paura questo personaggio; il romanzo è una storia molto interessante per approfondire in modo leggero ed intrigante alcune dinamiche dei cartelli. La mia mamma è molto presa dalla lettura ed è molto attenta a censurarmi le pagine più violente!

 

 

Pancia in dentro, tartufo in fuori…sento ordore di anticipazioni!

 

Ma la distanza aveva davvero qualche importanza? Secondo le notizie che arrivavano dalla Colombia, Pablo Escobar era latitante nel suo stesso paese. Ma la mano di El Patrón era lunga, e la sua memoria ancora di più. Il perdono non faceva parte del suo vocabolario. Doveva rimanere vigile, riflettere sulle sue prossime mosse.

 

 

Durante la giornata, Aguilar si era mezzo aspettato di veder comparire uno degli uomini di Escobar con una busta piena di soldi. Quando non successe, fu sorpreso di scoprirsi sollevato: magari la promessa di La Quica erano parole al vento, dopotutto. A lui sarebbe andato benissimo.

 

 

Di ritorno all’Hilton, Aguilar aveva chiamato Luisa e aveva cercato di far finta che non stesse partecipando all’organizzazione di un omicidio. Montoya aveva chiamato Gustavo Gaviria e gli aveva spiegato che avevano bisogno di contanti, e Gaviria gli aveva promesso che glieli avrebbe fatti recapitare.

 

 

Chi è l’autore?

Jeff Mariotte è un autore pluripremiato di più di settanta romanzi, tra cui i thriller Empty Rooms e The Devil’s Bait, i thriller sovrannaturali Season of the Wolf, Missing White Girl, River Runs Red e Cold Black Hearts, l’horror The Slab e la quadrilogia horror per ragazzi Dark Vengeance. Tra i suoi molti romanzi ambientati in universi di finzione preesistenti, si annoverano NCIS: Los Angeles – Bolthole e NCIS: New Orleans – Crossroads. A quattro mani con sua moglie, l’autrice Marsheila Rockwell, ha scritto il thriller horror fantascientifico 7 SYKOS e numerose altre storie brevi. Scrive anche fumetti, tra cui la serie horror/western di lungo corso Desperados e le graphic novel Zombie Cop e Fade to Black. Ha lavorato praticamente in ogni settore del mondo dell’editoria, inclusi i reparti vendite, marketing, editing e diritti. Vive in Arizona, in una casa piena di libri, quadri, musica, giocattoli e amore.

 

Al prossimo titolo!

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Top of the month #06: I preferiti del mese di giugno di Deborah Successivo Close-Up #26: "La sinfonia proibita" e "Movida" (BookRoad)