La cuccia di Lea – #CR: Prometto di amare di Pedro Chagas Freitas

Ciao a tutti mi chiamo Lea, sono una cagnolina frizzante e molto vivace! Mi piace uscire e fare lunghe passeggiate, ma non quando fa troppo freddo e neanche troppo caldo; amo andare a correre nei campi e inseguire i leprotti, sono velocissimi e non riesco mai a giocare con nessuno di loro, non avranno mica paura di me?
Vi ospiterò ogni tanto nella mia “cuccia”, perché se ci siete voi, io posso dormire nel letto con la mia mamma! Vi racconterò di cosa giace sul nostro comodino, perché c’è sempre un libro che mi “ruba” la mamma per un pò di tempo, ma io riesco sempre a farmi accarezzare anche se la costringo a fare qualche acrobazia per leggere e coccolarmi contemporaneamente!

 

 

Editore: Garzanti
Data di uscita: 7 febbraio 2019
Pagine: 320
Prezzo: 16.90 €

Sulla panchina, al centro esatto della piazza avvolta dal chiacchiericcio indistinto dei passanti, è seduto un uomo. Sulle gambe un taccuino da cui non si separa mai. Aspetta il momento giusto per aprirlo e annotare gli abbracci più belli di cui è testimone silenzioso. È questo che fa da più di trent’anni: andare a caccia di tutte le braccia che si incontrano e che, quando si stringono, raccontano una storia. La storia del legame inscindibile tra un genitore e un figlio. Quella della riconciliazione tra due fratelli, rimasti separati troppo a lungo. O, ancora, quella della passione che unisce due amanti in un eterno presente da cui non vorrebbero più uscire. Stralci di vita colti in un istante di muta perfezione che parla di amori unici e irripetibili. Perché l’amore è molto più di un segno su un grafico o di una voce nel dizionario. L’amore è un mistero inconoscibile, una dolce pazzia che si insinua in noi per non lasciarci più. È una forza che elude etichette e definizioni, assumendo ogni volta forme diverse: gioia, sogno, felicità. Un balsamo in grado di lenire il dolore e curare le ferite più profonde.

 

Bentornati nella mia cuccia, giorno nuovo lettura nuova! Oggi l’ospite è Prometto di amare, il nuovo romanzo di Pedro Chagas Freitas. A prima occhiata sembra proprio una lettura frizzante e colorata, un libro che racconta dell’amore. Ma che cos’è l’amore? Io non saprei spiegare il significato di questa parola, so che quando la sento penso subitissimo alla mia mamma, a tutte le coccole che mi fa e alle nostre super avventure. Sarà questo l’amore? Per me sicuramente sì!

 

Tartufo in posizione, sento profumo di anticipazione!

 

 

La libertà non è vivere in una gabbia più grande, è non avere nessuna gabbia attorno, loro no ne avevano, non ne avevano mai avute, fin dal momento in cui si erano incontrati, quando incontrarsi era proibito e la società non poteva comprenderli, molto spesso le cose miglio della vita sono quelle che nessuno è in grado di comprendere.

 

 

Sono stufa. Quest’uomo. Sempre quest’uomo. Un uomo buono. Una brava persona. E questa casa. Tanto carina. E sono stufa. E questo ragazzino. È mio figlio. Lo amo più di ogni altra cosa. Morirei per lui. Ma sono stufa. Vorrei una casa più grnde, un lavoro miglire, una vita straordinaria. Vorrei la piscina, la macchina di lusso, un lavoro multimilionario. E invece ho questo. Una casa banale, un lavoro banale. Una vita senza un pizzico di magia.

 

 

Quando ti ho visto per la prima volta mi è venuta in mente questa frase: disfare frasi fatte è un passatempo curioso, che mi ha sempre fatto sentire migliore, meno domata, meno addomesticata. Mi piace correre il rischio di non avere nulla per poter sentire la possibilità di avere tutto. Almeno per sentire la possibilità di avere tutto. Chi rimane a metà strada riesce a sentire solo a metà, che, secondo i miei calcoli di bambina di dieci anni, è uguale a ninte. metà di un sentimento è uguale a nessun sentimento. Nessuno sente a metà, miei cari, mi dispiace. O senti tutto o non vivi niente.

 

 

Chi è l’autore?

Pedro Chagas Freitas è uno scrittore, giornalista e insegnante di scrittura creativa portoghese. Scrive romanzi, racconti, cronache e tanti altri testi. Semplicemente scrive. Ha ricevuto diversi premi, tra cui il premio Bolsa Jovens Criadores del Centro Nacional de Cultura Português.

 

 

Zampe in spalla! Non vedo l’ora di ospitarvi di nuovo nella mia cuccia per scoprire la nuova avvenutra letteraria!

Al prossimo titolo!

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Close-Up #14: Come farlo innamorare in 7 giorni di Ylenia Fazio Successivo Let’s talk about: Non qui, non altrove di Tommy Orange (Frassinelli)