Il libro della giungla | Recensione di Deborah

A cura di Deborah - Probabile Firma

 

 

 

 

51189

 

IL LIBRO DELLA GIUNGLA

Titolo originale: The Jungle Book

Anno: 2016

Data di uscita: 14 aprile 2016

Durata: 105

Genere: Avventura, Fantastico

Regia: Jon Favreau

 

Interpreti e personaggi:

  • Luca Tesei: Mowgli
  • Neri Marcorè: Baloo
  • Toni Servillo: Bagheera
  • Alessandro Rossi: Shere Khan
  • Violante Placido: Raksha
  • Giovanna Mezzogiorno: Kaa
  • Luca Biagini: Akela
  • Giancarlo Magalli: King Louie

 

TRAMA: Basato sui racconti senza tempo di Rudyard Kipling e ispirato al classico d’animazione Disney, Il Libro della Giungla è un’epica avventura live action, che vede protagonista Mowgli, un cucciolo d’uomo cresciuto da una famiglia di lupi. Mowgli è costretto a lasciare la giungla quando la temibile tigre Shere Khan, segnata dalle cicatrici dell’uomo, giura di eliminarlo per evitare che diventi una minaccia. Costretto ad abbandonare la sua unica casa, Mowgli s’imbarca in un avvincente viaggio alla scoperta di se stesso, guidato dal suo severo mentore, la pantera Bagheera e dallo spensierato orso Baloo. Lungo il cammino, Mowgli s’imbatte in creature selvatiche non proprio amichevoli, tra cui il pitone Kaa, che ipnotizza il cucciolo d’uomo con il suo sguardo e la sua voce seducente, e King Louie, il sovrano adulatore che tenta di costringere Mowgli a rivelargli il segreto del mortale e sfuggente fiore rosso: il fuoco.

 

RECENSIONE: : Appena vidi il trailer qualche mese fa rimasi colpita e molto entusiasta da questo film, non vedevo l’ora che uscisse nelle sale e appena approdato sul grande schermo mi sono fiondata a guardarlo. Non ha minimamente deluso le mie aspettative, si rivela essere una storia sempre emozionante e appassionante, ricordo che questa avventura era uno dei miei cartoni animati Disney preferiti quando ero piccina, non so le miriade di volte che lo ho riguardato! È un pò di tempo che non rivedo il cartone per cui non vorrei essere imprecisa ma ho notato alcune differenze. Se la mi memoria non mi inganna nella più anziana versione non si accenna alla vicenda della grande siccità narrata da Kiping nel secondo libro della giungla; nel nuovo film la storia principale e il secondo racconto vengono accorpati e trattati entrambi. Questa scelta mi è piaciuta molto perché Il secondo libro della giungla risulta ambientato durante lo svolgimento della prima storia anche se sono due narrazioni separate. Sto proprio leggendo questo romanzo e ho intenzione di scrivere un articolo in merito con delle osservazioni, miei pareri riguardo il libro nel suo insieme non appena avrò terminato la lettura, ma ora non voglio sottrarre altra attenzione al film. Questo è un film che mi sento di consigliare assolutamente a tutti quanti, alle famiglie ma anche ai nostalgici dei cartoni animati con il quale siamo cresciuti, è sempre bello immergersi di nuovo in un mondo familiare, e può essere un’occasione per i più piccini di conoscere le storie che hanno caratterizzato l’infanzia di mamma e papà, nel caso fossero a loro sconosciute. La pellicola presenta ambientazioni mozzafiato, paesaggi sconfinati e di un verde splendente; so che è praticamente creato tutto a computer però sono sempre affascinanti da ammirare. Gli animali li ho trovati realizzati molto bene, sono molto imponenti rispetto al loro cucciolo d’uomo ranocchio, ti colpiscono. I caratteri dei personaggi animali riprendono alla perfezione quelli esternati nel vecchio cartone, Bgheera serio e attento e Baloo invece mattacchione, giocherellone. Il ragazzino che interpreta Mowgli è identico spiccicato a quello del cartone di animazione, non potevano scovare bambino più adatto! Sono proprio felice che rielaborando una grandissima storia sono stati molto fedeli al racconto originale e che essa possa far sognare nuove generazioni di bimbi.

Salva

May the Force be with you!
Precedente Cupido in love| Recensione Successivo Orgoglio e Pregiudizio vs Orgoglio e Pregiudizio e Zombie | a cura di Sandy