Le dame di Grace Adieu e altre storie di Susanna Clarke

Susanna Clarke: Nata a Nottingham nel 1959, ha avuto un successo clamoroso con il suo romanzo d’esordio Jonathan Strange & il Signor Norrell (Longanesi, 2005): pubblicato in trentaquattro paesi e finalista al Man Booker Prize, il libro ha venduto quattro milioni di copie, è stato accolto come l’opera inglese più grande e originale pubblicata dai tempi di C.S. Lewis e J.R.R. Tolkien ed è stato definito da Neil Gaiman «il più grande fantasy inglese degli ultimi settant’anni». A quindici anni di distanza, pubblica un nuovo romanzo: Piranesi (Fazi, 2021)

 

La magia, signora, è come il vino e, se non vi siete assuefatta, vi ubriacherà.

 

Editore: Fazi Editore
Data di uscita: 18 ottobre 2022
Pagine: 288
Prezzo: 17.00

Molti mortali hanno vagato per le campagne inglesi senza farne più ritorno. Questo perché tra i boschi silenziosi e le verdi colline si celano dei confini invisibili, al di là dei quali il mondo reale si ripiega su dimensioni assai più magiche e ricche di insidie. Lo sanno bene i protagonisti di queste storie, che si ritrovano a interagire con creature impertinenti e maliziose che giocano con la superficie delle cose, scompigliando il buon senso e l’ordine della realtà. Da una vita di campagna solo apparentemente tranquilla fino ai castelli dove è stata scritta la storia dell’Inghilterra, in questi racconti maghi e fate si intromettono nelle esistenze assolutamente comuni di vicari di campagna e fidanzate gelose, ma anche nei destini di figure storiche come Maria di Scozia e il duca di Wellington. Con la sua caratteristica prosa che unisce l’ironia vittoriana ai temi classici del folclore britannico, Susanna Clarke tesse le fila di un mondo fantastico dove Storia e magia si intrecciano in maniera prodigiosa e dove il lettore ritroverà alcune vecchie conoscenze provenienti da Jonathan Strange & il signor Norrell.

 

Cari lettori,
da poco è tornata in libreria per Fazi Editore Susanna Clarke, l’ autrice dopo il grande successo di Piranesi è diventata sempre più famosa e popolare, tanto che alla fine dello scorso anno uscì una nuova edizione del suo primo imponente romanzo Jonathan Strange & il signor Norrell, ed è proprio in questo universo che torneremo con Le dame di Grace Adieu e altre storie.

Le dame di Grace Adieu e altre storie è una raccolta di 8 racconti ambientati nell’Inghilterra del XIX secolo, in queste avventure Storia e Magia si fondono diventando un tutt’uno con la realtà, una realtà fiabesca tipica del folklore inglese. In questi racconti ritroveremo alcune vecchie conoscenze effettuate in Jonathan Strange & il signor Norrell, non temete la raccolta secondo me può essere letta anche in modo indipendente dal romanzo principale.

Devo ammettere che la nuova raccolta di racconti di Susanna Clarke mi è piaciuta di più rispetto al romanzo principale, qui mi sono proprio immersa nelle atmosfere magiche delle campagne inglesi, luoghi d’altri tempi immersi nel verde di una natura ancora lussureggiante, una realtà nella quale non è difficile immaginare l’esistenza di luoghi fatati.

 

Questo soprattutto dobbiamo ricordare: la magia appartiene al cuore così come alla mente e tutto ciò che facciamo dovrebbe essere frutto di amore o di gioia o di giusta collera

 

Lo stile di scrittura di Susanna Clarke è davvero pazzesco, riesce a ricreare queste meravigliose atmosfere vittoriane attraverso le sue parole e i suoi personaggi mantenendo una prosa accattivante ma in linea con l’ambientazione dei racconti, sembra quasi che l’autrice sia riuscita a fare un viaggio nel passato per vedere e toccare con mano luoghi e tradizioni. Mi è piaciuto tantissimo che l’autrice abbia scelto le donne come protagoniste di alcuni dei suoi racconti, donne forti che sfidano le convenzioni e le innumerevoli limitazioni dell’epoca, come quasi ogni altra cosa al di fuori della casa e dei figli anche la magia era ovviamente un universo unicamente maschile.

A parte il penultimo racconto che non mi ha fatto proprio impazzire gli altri invece mi sono piaciuti tutti davvero tantissimo, se dovessi scegliere i miei tre preferiti opterei per Le dame di Grace Adieu, La collina di Lickerish e l’ultimo dedicato al Re Corvo.

Le dame di Grace Adieu è il primo racconto e narra la storia di tre donne che in segreto si dedicano alla magia cercando così nel loro piccolo di sradicare le convenzioni maschiliste dell’epoca; in questa storia sono un po’ presenti Strange e Norrell.

La collina di Lickerish invece è un retelling della fiaba di Tremotino, anche qui la protagonista è una donna che deve affrontare non pochi grattacapi con intelligenza e arguzia.

Infine il racconto con protagonista il Re Corvo mi ha divertita tantissimo, vedere come una creatura così potente possa essere messa in difficoltà da un uomo molto determinato a non voler arrendersi ai soprusi dei potenti.

Le dame di Grace Adieu e altre storie di Susanna Clarke è una lettura che mi è piaciuta molto, ho riscoperto il piacere di leggere racconti, un genere poco nelle mie corde ma che questa volta ho adorato!

 

 

 

 

 

 

 

 

Desclaimer: si ringrazia Fazi Editore per la copia omaggio

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Ruggine americana di Philipp Meyer | Recensione di Deborah Successivo The Whispering Room: Milano. Il mondo non cambia di Thomas Melis