Music Monday #18: Il viandante delle sfere di Stefano Pecchioli

Instagram: @brivididicarta | @lastambergadinchiostro

Lo ammetto questo week-end è stato più difficile, stancante, diviso fra lavoro e brutto tempo che mi ha impedito di uscire la domenica per fare quattro passi, ciò nonostante ho avuto sotto mano un amico fidato, un libro e una buona tazza di caffè nero come una notte senza luna, perciò non è andata così male.

Riparto un po’ più lentamente in questo lunedì grigio, accompagnata questa volta da una tazza di té, della buona musica e un libro che sta per arrivare tra pochi giorni: Il viandante delle sfere di Stefano Pecchioli, edito da Leone Editore, un fantasy in cui perdersi, la lettura ideale per questo periodo.

Data di uscita: 30 Maggio

Acquistalo subito: Il viandante delle sfere

Editore: Leone Editore
Collana: Sàtura
Genere: Fantasy

Prezzo: € 14,90
Pagine: 450

Kyrion è un umile contadino cresciuto ai margini del regno di Endoria, dove una casta di potenti maghi detiene saldamente il potere. Una notte, durante la festa di Fine inverno, un’enigmatica figura vestita di nero fa la sua comparsa nel villaggio, sconvolgendo per sempre la vita del giovane Kyrion, che soltanto pochi giorni prima ha scoperto di possedere un’aura magica. Costretto a fuggire insieme alla dolce Alisia e al coraggioso Sam, e protetto da un vecchio guaritore e da un possente guerriero nordico, entra a far parte della prestigiosa accademia di magia di Endorcast. Inizia così un’avventura straordinaria che porterà Kyrion in mondi fantastici e pulsanti di vita, alla scoperta della sua vera identità.

Prologo

Quell’arco luminoso dipinto nella notte aveva qualcosa di splendente e minaccioso insieme – una scia di fuoco, un fulgore che si stagliava bellissimo e catastrofico nel cielo stellato d’estate. Nel tempo di un attimo, quasi in un batter di ciglia, quella striscia lucente incontrò la chioma verde della foresta di Phael’torian. L’enorme sfera incandescente si schiantò sulle rocce quasi fosse precipitata dal firmamento, provocando un indicibile fragore di fuoco e di fiamme. […]
Il cratere emanava un’aria di energia astrale terribile, sconosciuta e arcana.
L’oscurità stava arrivando, e il destino delle sfere non sarebbe stato lo stesso.
Era l’inizio della fine dei tempi.

Stefano Pecchioli è nato a Firenze nel 1984. Laureato in biologia, insegna Matematica e Scienze nelle scuole medie, ma si divide fra i tanti (forse troppi) interessi, il primo dei quali è il karate. Da altre due passioni – la scrittura e il gusto per le storie fantastiche – è nato Il viandante delle sfere – La caduta della stella, suo esordio assoluto come romanziere.



Per questo appuntamento è tutto. Alla prossima!

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente TGIF – Book Whispers #70: I libri consigliati di questa settimana Successivo A caccia con Lea – Pancia in dentro e naso in fuori: Missione #76