Paper Corn: La lista dei fan**lo di Michael Duggan (2019)

 

 

Titolo originale: The F**k-It List
Anno:  2019
Genere: Commedia
Regia: Michael Duggan

Brett Blackmore è al suo ultimo anno di liceo. La sua condotta esemplare e il suo curriculum nascondono il fatto che ha involontariamente scambiato la sua infanzia per un futuro che non è nemmeno sicuro di volere. Quando un suo scherzo non va come dovrebbe, Brett vede la sua vita sbriciolarsi davanti ai suoi occhi. Frustrato, stila la lista delle cose che vorrebbe aver fatto ma che ha avuto paura di fare. La lista in breve diventa virale e mette in evidenza, in tutto il mondo, i limiti di un sistema educativo pensato solo per offrire una formazione professionale, senza curarsi dello sviluppo e della felicità della persone.

 

 

Per la serie bene ma non benissimo prosegue la mia maratona di commedie su Netflix. Ero come al solito alla ricerca di un titolo leggero e divertente, sempre all’ultimo minuto, quando mi sono imbattuta in La lista dei fan**lo. Non so bene cosa mi abbia attirato della trama, forse il titolo sopra le righe e/o la promessa di una storia divertente e leggera, di fatto poi è quello che si è rivelato La lista dei fan**lo, un film simpatico, di compagnia ma nulla di speciale. Sapevo già in partenza che sarebbe stato inutile aspettarmi chissà quali grandi cose da un titolo del genere, insomma era chiaro dove sarebbe andato a parare. Infatti non sono rimasta propriamente delusa da questo film, ero consapevole in cosa mi sarei immersa schiacciando il tasto play, però mi aspettavo fosse più divertente.

Inizialmente ero presa dalla storia, interessante a scoprire cosa il futuro avrebbe riservato allo sfortunato Brett, con il passare dei minuti però il mio interesse è gradualmente venuto meno, non mi sentivo più coinvolta dagli sviluppi delle vicende. Visto il calo di attenzione e la poca soddisfazione che provo ultimamente nel vedere commedie, sono molto tentata di provare a misurarmi con film differenti. Vediamo se riuscirò a cimentarmi nell’impresa!

 

Brett Blackmore è all’ultimo anno di liceo, sta per diplomarsi con il massimo dei voti e coronare la fine dell’impeccabile carriera scolastica delle superiori. Brett è stato ammesso nelle migliori università del paese, 7 su 8 collage hanno accettato la sua domanda, solo Harvad lo ha messo in lista di attesa. Il futuro per il giovane sembra più che radioso, il sogno dei genitori di Brett sta per essere realizzato. Sì, avete capito bene. La strada percorsa dal protagonista è sempre stata accuratamente tracciata dai suoi assillanti genitori che lo hanno spinto a compiere scelte e frequentare corsi e discipline contro il suo volere. Brett si è sempre impegnato al massimo per eccellere in tutto e rendere orgogliosi i suoi, e ora, alla fine del liceo è pronto per continuare ad accontentarli. Se non che una bravata alla quale non avrebbe voluto partecipare fa precipitare in poche ore il suo futuro, Brett si ritrova da diplomato con il massimo dei voti a non avere il diploma; tutte le università ritirano l’amissione, tranne Harvad. Harvard è interessata al ragazzo dopo che uno sciocco post contenente la lista delle cose che Brett non ha mai avuto il coraggio di fare è diventato virale in tutto il mondo. Entrare a Harvad è realmente il sogno di Brett Blackmore?

La lista dei fan**lo è un film che può essere apprezzato da un pubblico molto giovane, in fin dei conti i protagonisti sono liceali, le atmosfere colorate all’insegna del divertimento e i dialoghi frizzanti senza essere eccessivamente volgari. La lista dei fan**lo è un film che con semplicità e senza malizia parla di amicizia, sentimenti e futuro.

 

Al prossimo film!

 

 

May the Force be with you!
FILM , ,

Informazioni su Deborah

Io sono Deborah, una ragazza sognatrice e fantasiosa; con una grande passione per i libri, i film e la scrittura. Sono una ragazza dinamica e attiva, ma quando sento nominare la parola “maratona” mi vedo sul divano con coperta e popcorn a guardare puntate su puntate di serie tv, o la saga completa dei film di Harry Potter!

Precedente A caccia con Lea – Pancia in dentro e naso in fuori: Missione #96 Successivo Araldi del vuoto: Draculea. Figli delle tenebre (ABEditore)