Paper Prince di Erin Watt | Recensione di Sandy

La vita fa schifo e non ho idea di come migliorarla, perciò smetto persino di provarci. Macero nell’infelicità, chiudo fuori il mondo.”

IL ROMANZO

Prezzo: € 17,90

Acquistalo subito: Paper prince. The royals: 2

Ella non sa dire se la sua vita fosse migliore o peggiore prima che Callum Royal la trovasse. Ma una cosa è certa: da quando è piombata in casa Royal come un tornado, per lei è cambiato tutto. Scuola privata, feste e vestiti costosi. E, con la sua grinta e la sua schiettezza, è riuscita persino a vincere l’ostilità dei fratelli Royal e a conquistare il loro rispetto, e il loro cuore – in particolare quello di Reed.

Con Ella, per la prima volta dopo la morte della madre, Reed ha infatti permesso a se stesso di lasciarsi andare alle emozioni. Ma il suo mondo crolla quando, dopo una discussione, Ella scompare. Con il cuore a pezzi, e senza lasciare traccia. D’altronde è abituata a scappare e rifarsi una vita ripartendo ogni volta da zero.

Tutti incolpano Reed per quella fuga, i suoi fratelli lo odiano e, se possibile, lui si odia ancora di più. Ed è disposto a fare qualsiasi cosa pur di ritrovarla. Ma, una volta trovata, sarà in grado di riconquistare il suo cuore?

Let’s talk about “Broken Prince”

“Ho bisogno che mi affronti a muso duro, che mi insulti, che mi tiri calci, che mi prenda a pugni. Ho dannatamente bisogno di lei.”

Dopo il discusso e quotato “Paper Princess” sbarca il seguito, “Paper Prince”, ideato dalle due genie del “male” che hanno diviso il mondo e hanno fatto in modo che questa serie diventasse il nuovo fenomeno dell’estate; una vera propria guerra fra lettrici che le vede schierate in trincea dalla parte del Royal preferito. Proprio come tutti i romanzi di questo genere, la serie ideata da Erin Watt è destinata ad essere ricordata negli annali dei polveroni estivi che ha invaso le nostre home.

Come ben sappiamo che si parli bene o male, l’importante è che se ne parli. Per questa ragione questo fenomeno editoriale, perché alla fine lo è diventato, non tarderà a tornare nelle nostre librerie. A settembre arriverà il terzo capitolo, Paper Palace, ma questa è un’altra storia.

“Ho bisogno che mi affronti a muso duro, che mi insulti, che mi tiri calci, che mi prenda a pugni. Ho dannatamente bisogno di lei.”

Dopo la brusca fine del primo capitolo, la narrazione viene affidata al punto di vista di Reed Royal, personaggio che già nel precedente episodio aveva mostrato la pasta di cui era fatto. Il pasticcio che combina con la sua matrigna spezza il cuore di Ella, che sceglie la fuga all’affronto. Ora come ora non vuole saperne di quella famiglia, vuole solo andare, allontanarsi e non pensare a quello che ha visto.

Le certezze di Reed cominciano a vacillare. La fuga di Ella mette sottosopra la sua vita, portando lo scompiglio a casa dei Royal. Tutto ad un tratto l’unione comincia a sbriciolarsi, non appena si diffonde la notizia che la ragazza non c’è più. Persino i suoi fratelli si rifiutano di parlargli. Improvvisamente Reed, per ironia della sorte, vive nei panni della ragazza, quando era appena arrivata e si preferiva ignorarla al darle una chance. I problemi peggiorano anche a scuola, ora nessuno crede nella supremazia dei Royal, il loro impero è finito e ora un nuovo viso si fa largo tra i ranghi, ristabilendo l’ordine delle cose e prendendo le redini della scuola. Nel profondo sa di aver spezzato il cuore di Ella e mentre tenta di combattere con i sensi di colpa, dall’altra parte è vittima del ricatto di Brooke, che vorrebbe diventare al più presto una Royal a tutti gli effetti.

“Il tradimento di Reed è vivo dentro di me, mi infesta le vene come catrame nero, attaccando ciò che resta del mio cuore come un cancro fulminante.”

Dall’altra parte abbiamo Ella, con il cuore a pezzi, che fatica a credere a ciò che ha visto. Sin dal primo momento il suo sguardo era stato catturato da Reed, ma, come volevasi dimostrare, ha finito per rovinarla. Ora che il suo cuore è in frantumi non sa che cosa fare o se vale la pena continuare a rinvangare ciò che è successo. Nonostante voglia essere il più lontana possibile da Reed, dai Royal, un investigatore privato riesce a rintracciarla e riportarla nel suo inferno. Ha un brutto ricordo di quella casa, il tradimento di Reed pulsa ancora in lei, impedendole di interagire con lui o con gli altri. Brooke è riuscita in poco tempo a distruggere non solo la vita del giovane Royal ma anche di coloro che lo circondano.

Nonostante voglia essere il più lontana possibile da Reed, dai Royal, un investigatore privato riesce a rintracciarla e riportarla nel suo inferno. Ha un brutto ricordo di quella casa, il tradimento di Reed pulsa ancora in lei, impedendole di interagire con lui o con gli altri. Brooke è riuscita in poco tempo a distruggere non solo la vita del giovane Royal ma anche di coloro che lo circondano. Liberarsi di lei non sarà affatto facile, così come rimettere le cose a posto. Il percorso è accidentato ma Reed non ha dubbi su ciò che prova per Ella ed è disposto a tutto pur di averla per sé. Ci riuscirà?

 “Paper Prince” è un romanzo che parte lento, ma una volta ingranato procede spedito. Per una volta la parola passa a Reed, che mostra lati di sé che sono sfuggiti nel capitolo precedente. L’insensibile e sfacciato sembra avere un cuore, a pezzi per aver ferito Ella. Ancora una volta le autrici scelgono il “colpo di scena” finale per lasciare i lettori col fiato in sospeso. Ora non ci tocca che vedere come andrà a finire.

Salva

Salva

 

Salva

May the Force be with you!
Precedente Hotel delle Muse di Ann Kidd Taylor | Recensione di Sandy Successivo BLOGTOUR: Edward. Il mistero del Re di Auramala di Ivan Fowler – Recensione