Prima regola: non innamorarsi di Felicia Kingsley | Recensione di Deborah

 

La sua intelligenza ha un effetto stimolante nei confronti di tutti i miei sensi che mi spinge quasi a uno stato di semieccitazione. Un uomo bello è una cosa, un uomo bello che sa usare i congiuntivi è un’arma di seduzione di massa.

 

Editore: Newton Compton Editori
Data di uscita:  1 giugno 2020
Pagine: 416
Prezzo: 5.99 € ebook ; 9.90 € cartaceo

Silvye ha ventisette anni, una madre asfissiante e sogna solo una vita normale, con un lavoro normale. Ma la verità è che la sua vita è tutto meno che normale perché… è una truffatrice. Sì, una truffatrice, figlia di una truffatrice che l’ha istruita alla perfezione nell’arte del furto e dell’inganno. Ci sono solo due cose che Silvye non deve fare: mangiare carboidrati e innamorarsi. A lei, le regole proprio non piacciono: ok vivere senza innamorarsi, ma non senza carboidrati!
C’è invece una persona a cui le regole piacciono moltissimo: Nick Montecristo, affascinante ladro-gentiluomo e astuto genio dell’arte. È un abile stratega, impermeabile ai sentimenti, e non ha mai fallito un solo incarico. Nick e Silvye sono i prescelti da un ricco ed eccentrico collezionista, per mettere a segno un colpo sensazionale. Peccato che i due si detestino e abbiano qualche conto in sospeso da regolare. Lei è fuoco, lui è ghiaccio. Impensabile lavorare insieme, impossibile dire di no al colpo. Riusciranno Nick e Silvye a passare da rivali a complici, ed evitare che una fastidiosa quanto imprevista attrazione tra loro complichi le cose? Ma sì, in fondo sono due professionisti, basterà rispettare una sola regola…

 

Coloriamo di rosa la nostra giornata con il nuovo romance di Felicia Kingsley, Prima regola: non innamorarsi è un romanzo dinamico, divertente, frizzante e ovviamente romantico. Felicia crea una nuova irresistibile avventura con protagonista una giovane truffatrice e un ladro-gentiluomo. Siete pronti a conoscere Silvye e Nick?

Prima regola: non innamorarsi è il terzo romanzo che leggo di Felicia Kingsley, ormai questa autrice per me è diventata una garanzia, infatti non riesco a resistere molto prima di tuffarmi nei suoi nuovi lavori. Mi piace davvero tantissimo lo stile di scrittura di Felicia Kingsley, tanto che è riuscita nell’impresa impossibile di tenermi perfettamente sveglia e vigile nel cuore della notte incollata alle pagine. Ho terminato il romanzo in una manciata di giorni, mi sono dovuta staccare a forza dalla lettura per andare a dormire! Felicia sa bene come incollare il lettore alla sua storia, con ironia, divertimento e romanticismo rende ardua l’impresa d’infilare il segnalibro tra le pagine. I suoi romanzi spumeggianti mi regalano sempre una piacevole evasione dalla realtà, la Kingsley a mio parere riesce ogni volta a creare un’avventura originale, in questo genere non è per niente facile, è facile invece cadere nei soliti cliché. Prima regola: non innamorarsi non potrebbe essere più lontano da questa situazione, l’autrice ci regala un nuovo romance che non è solo un romance.

 

Quando oggi ti ho vista con una pistola puntata contro non ho pensato né a me, né ai soldi, né a nient’altro che, se ti fosse successo qualcosa, sarei morto anche io. Non posso trascinarti nella mia vita, consapevole dei pericoli a cui ti esporrei.

 

Silvye ha ventisette anni, una madre opprimente, un lavoro, una completa avversione alle regole e un amore spropositato per i carboidrati; se può anche accettare l’obbligo di non innamorarsi quello di rinunciare a un buon piatto di pasta o affini non è neanche immaginabile. La vita di Silvye descritta così sembra un po’ quella di ogni ragazza stretta nel giogo materno, solo che il lavoro la rende decisamente unica, la protagonista infatti è un abile truffatrice. Sì, avete capito bene una truffatrice fatta e finita, il cui nome d’arte è Gazza Ladra. La vita di Silvye però non è stata sempre basata sulle bugie e sugli inganni, la sua infanzia è stata felice e costellata dall’affetto del padre, scomparso troppo presto e troppo presto quindi la giovane è finita tra le grinfie di sua madre. Silvye ha studiato lingue e ne parla perfettamente diverse, essere poliglotta è un’ottima abilità nel suo lavoro anche se la protagonista vorrebbe utilizzarla per insegnare, in una scuola normale, in una vita normale. Mentre Silvye sogna la normalità è costretta ad accettare un lavoro che le frutterà un milione di euro, soldi con i quali intende pagare i debiti della madre e uscire finalmente dal giro nel quale è intrappolata. Questo lavoro però si rivelerà insolito e molto arduo, una misteriosa caccia al tesoro perduto da secoli in compagnia di un collega affascinante. Silvye è un’improvvisatrice, una casinista senza regole od organizzazione, è un uragano indomabile.

«Abbiamo passato l’unico limite che non dovevamo valicare», mormora.
Io alzo la testa, guardandolo preoccupata. «Sei pentito?»
«Posso pentirmi di tante cose che ho fatto, ma non di questa».
«Nemmeno io. Lo rifarei».
«E chi dice che non possiamo?»

 

Nick Montecristo è un ladro, un uomo affascinante, massimo esperto in arte, dedito alle regole e all’organizzazione. Preciso, puntuale, meticoloso, Nick è un abile stratega che non ha mai sbagliato un colpo, Il Chirurgo, così viene soprannominato, è il migliore, una leggenda. Nick è un uomo senza passato, o meglio, è cresciuto in una casa famiglia nei sobborghi londinesi e presto, grazie alla sua passione per l’arte, ha iniziato a guadagnarsi da vivere truffando. Truffa su truffa è riuscito a mettere da parte un bel gruzzolo in modo da poter ambire alle migliori università, ma infondo si sa è difficile che il lupo perda il vizio, presto da piccole truffe Nick è rimasto prigioniero di una grande spirale.

Nick e Silvye condividono la professione ma non potrebbero essere più diversi, il bianco e il nero che difficilmente riusciranno a mischiarsi con armonia fino a diventare un bel grigio. Il difficile colpo milionario che un eccentrico collezionista affida a Silvye si rivela un incarico a due, sì perché ci sarà Nick Montecristo al suo fianco. Lavorare in due è impensabile per i truffatori, ognuno ha un proprio modo di agire ma soprattutto il bottino non si spartisce. I protagonisti si esibiranno in un divertente passo a due, tra sgarbi e dispetti dovranno necessariamente imparare a collaborare in questa nuova intricata situazione per sperare di ottenere la ricompensa. Una regola sancisce la collaborazione tra Nick e Silvye: non innamorarsi. Una precisazione che sembra inutile nonostante la strana attrazione che scorre tra i due, i misteri, le difficoltà e le calle veneziane riusciranno a far tentennare i due ladri?

Prima regola: non innamorarsi è una romance davvero carino, ho trovato la trama molto originale, il tocco di mistero, di arte e di storia hanno impresso all’avventura romantica quella marcia in più. In questo nuovo romanzo di Felicia Kingsley ci sono diversi elementi che insieme creano una storia intrigante che vi terrà incollati alle pagine.

 

 

 

 

Desclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa di Newton Compton Editori per la copia omaggio

 

 

May the Force be with you!
Precedente A caccia con Lea – Pancia in dentro e naso in fuori: Missione #95 Successivo Un libro per due: Sulle tracce di Blair Kendrick di Raymond Benson