Prometto di amare di Pedro Chagas Freitas | Recensione di Deborah

 

La libertà non è vivere in una gabbia più grande, è non avere nessuna gabbia attorno, loro no ne avevano, non ne avevano mai avute, fin dal momento in cui si erano incontrati, quando incontrarsi era proibito e la società non poteva comprenderli, molto spesso le cose miglio della vita sono quelle che nessuno è in grado di comprendere.

 

Editore: Garzanti
Data di uscita: 7 febbraio 2019
Pagine: 320
Prezzo: 16.90 €
Acquistalo subito: Prometto di amare

Sulla panchina, al centro esatto della piazza avvolta dal chiacchiericcio indistinto dei passanti, è seduto un uomo. Sulle gambe un taccuino da cui non si separa mai. Aspetta il momento giusto per aprirlo e annotare gli abbracci più belli di cui è testimone silenzioso. È questo che fa da più di trent’anni: andare a caccia di tutte le braccia che si incontrano e che, quando si stringono, raccontano una storia. La storia del legame inscindibile tra un genitore e un figlio. Quella della riconciliazione tra due fratelli, rimasti separati troppo a lungo. O, ancora, quella della passione che unisce due amanti in un eterno presente da cui non vorrebbero più uscire. Stralci di vita colti in un istante di muta perfezione che parla di amori unici e irripetibili. Perché l’amore è molto più di un segno su un grafico o di una voce nel dizionario. L’amore è un mistero inconoscibile, una dolce pazzia che si insinua in noi per non lasciarci più. È una forza che elude etichette e definizioni, assumendo ogni volta forme diverse: gioia, sogno, felicità. Un balsamo in grado di lenire il dolore e curare le ferite più profonde.

 

Il weekend tanto atteso è ormai agli sgoccioli, tra poche ore si torna alla normalità per iniziare una nuova settimana, mi crogiolo in queste ultime ore di relax per ricordare una lettura davvero molto particolare. Si tratta di Prometto di amare, il nuovo romanzo di Pedro Chagas Freitas.

 

Sono stufa. Quest’uomo. Sempre quest’uomo. Un uomo buono. Una brava persona. E questa casa. Tanto carina. E sono stufa. E questo ragazzino. È mio figlio. Lo amo più di ogni altra cosa. Morirei per lui. Ma sono stufa. Vorrei una casa più grnde, un lavoro miglire, una vita straordinaria. Vorrei la piscina, la macchina di lusso, un lavoro multimilionario. E invece ho questo. Una casa banale, un lavoro banale. Una vita senza un pizzico di magia.

 

La trama di Prometto di amare mi ha subito incuriosita tantissimo, mi piacciono molto i romanzi che hanno come protagonisti persone anziane che rivivono esperienze di vita, tramandano il passato raccontando la loro storia. Premetto che non conoscevo Freitas e il suo particolare stile di scrittura, leggendo la trama mi aspettavo di vivere o rivivere una storia articolata incentrata sull’amore, un romanzo con protagonista un signore anziano, invece mi sono scontrata con una realtà molto diversa. Prometto di amare infatti non è un romanzo bensì un insieme di racconti molto brevi che hanno come filo conduttore l’amore. Mi sono trovata completamente spiazzata, le mie aspettative sono state un pò deluse perché proprio non mi aspettavo di avere a che fare con questa particolare tipologia di scritto; mi dispiace molto che il primo incontro con l’autore sia stato una sorta di fraintendimento. Nonostante tutto sono riuscita ad apprezzare subito lo stile di scrittura di Pedro Chagas Freitas, la sua voce profonda è musica, una poesia che incanta il lettore e lo avvolge con le sue continue riflessioni. Prometto di amare è un flusso di coscienza, i pensieri e le riflessioni dell’autore infrangono gli argini di carta ed inchiostro del romanzo ed inghiottono il lettore spingendolo a fermasi un attimo per pensare ed elaborare.

 

Quando ti ho visto per la prima volta mi è venuta in mente questa frase: disfare frasi fatte è un passatempo curioso, che mi ha sempre fatto sentire migliore, meno domata, meno addomesticata. Mi piace correre il rischio di non avere nulla per poter sentire la possibilità di avere tutto. Almeno per sentire la possibilità di avere tutto. Chi rimane a metà strada riesce a sentire solo a metà, che, secondo i miei calcoli di bambina di dieci anni, è uguale a ninte. metà di un sentimento è uguale a nessun sentimento. Nessuno sente a metà, miei cari, mi dispiace. O senti tutto o non vivi niente.

 

In quest’opera l’autore si rivolge molto spesso in modo diretto ai suoi lettori, coinvolgendoli e fortificando il rapporto. I singoli racconti sono davvero molto brevi (si tratta di poche pagine ciascuno), ma allo stesso tempo si rivelano essere intensi e coinvolgenti. Non tutti gli scritti che si succedono in Prometto di amare hanno veri e propri protagonisti, in quelli che sono presenti troviamo personaggi molto fumosi ed evanescenti, immagino perché non sono loro i veri protagonisti della storia ma lo è l’amore. L’amore, questo sentimento potente a cui nessuno, in un modo o nell’altro, può restare immune; l’amore che ha infinite forme di espressione; l’amore che può essere espressione di positività e gioia, lo stesso che può essere distolto e assumere tinte oscure. L’autore esplora le diverse forme che L’Amore può assumere, il romanzo risulta un inno all’amore e un forte invito diretto ai lettori di non smettere mai di cercarlo perché L’Amore è vita.
Personalmente ho preferito i racconti dotati di personaggi, mi hanno saputa guidare e coinvolgere più a fondo nelle loro riflessioni, avvicinandomi a loro e all’autore stesso.

 

Un abbraccio che non finisce, un abbraccio con tutto il corpo che si erge per vederlo passare, per sentirlo passare. E ci sono così tanti figli di puttana nel mondo. Hanno trovato la cura per tante malattie mortali, tranne che per l’odio, e per l’invidia, l’invidia è la parte ipocrita della cattiveria, una cattiveria falsa, e forse la più autentica di tutte le cattiverie. Chi riesce ad amare è geniale, e chi riesce a essere amato da chi ama è un miracolato, e sono felice quando vedo persone così, come si può non esserlo? Amo chi ama, come non amarlo? Amo chi è amato da chi ama, come non amarlo? Non amo soltanto chi non è capace di amare, chi invidia l’amore degli altri, invidio soltanto me stesso quando sono felice, e questo mi basta per farmi felice di nuovo.

 

Prometto di amare è un viaggio emozionale, un mare in tempesta che si scatena con il ritmo poetico della voce di Pedro Chagas Freitas assumento caratteristiche uniche. È un romanzo che esplora il sentimento dell’amore in tutte le sue forme ed espressioni, è una riflessione che dona infiniti spunti per pensare intensamente.

 

 

 

 

 

 

 

Desclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa di Garzanti per la copia omaggio

 

 

May the Force be with you!
Precedente Review Party: L'alchimista di Venezia di G. L. Barone Successivo Close-Up #16: Bellissima regina di Miranda Miranda (Scrittura&Scritture)