Sangue e cenere di Jennifer L. Armentrout | Recensione di Deborah

Jennifer L. Armentrout autrice al vertice delle classifiche del New York Times e di USA Today, oltre a scrivere romance con lo pseudonimo di J. Lynn si è cimentata con successo nei generi Young e New Adult, fantascienza e fantasy. Attualmente vive a Martinsburg, West Virginia. Con HarperCollins ha pubblicato le serie The Dark Elements, Covenant, Titan e The Harbinger. Sangue e Cenere è il primo, appassionante episodio della nuova serie fantasy Blood and Ash.

 

La prossima volta che esci, porta abiti più pesanti e calzature più adatte. Quelle pantofole finiranno per ammazzarti, e quel vestito… per ammazzare me.

 

Editore: HarperCollins Italia
Data di uscita: 24 marzo 2022
Pagine: 592
Prezzo: 17.00 €

UNA FANCIULLA… Scelta dalla nascita per dare vita a una nuova era, Poppy non è mai stata padrona della propria vita. La sua è un’esistenza solitaria, in cui tutto le è proibito: nessuno può guardarla, né toccarla o rivolgerle la parola. Non è nemmeno libera di usare il proprio dono… Può solo aspettare il giorno della sua Ascensione, chiedendosi che cosa accadrà, mentre preferirebbe di gran lunga stare con le guardie, a combattere il male che ha distrutto la sua famiglia. Ma lei, la Vergine, non ha mai potuto decidere per se stessa. UN DOVERE… Il futuro del regno è sulle sue spalle, anche se lei quel fardello non lo ha mai voluto. Perché anche la Vergine ha un cuore, un’anima, dei desideri. E quando nella sua vita entra Hawke, la guardia incaricata di proteggerla e sorvegliarla, il destino e il dovere si intrecciano inesorabilmente con il desiderio. Quel giovane dagli occhi dorati alimenta la sua rabbia, la spinge a mettere in discussione tutto ciò in cui ha sempre creduto, la sfida a provare sensazioni nuove e inesplorate. UN REGNO… Abbandonato dagli dei e temuto dai mortali, un nuovo regno sta risorgendo dalle ceneri. Determinato a riprendersi ciò che gli spetta, l’Oscuro avanza assetato di vendetta. Ma più l’ombra del male si avvicina, più il confine tra ciò che è giusto o sbagliato diventa sottile. E quando la trama insanguinata che tiene insieme il suo mondo inizia a sfaldarsi, Poppy non rischia soltanto di essere ritenuta indegna dagli dei, ma anche di perdere il proprio cuore e la sua stessa vita.

 

Maggio è stato un mese difficilissimo per me, non ricordo un mese così brutto da tanto tempo, per fortuna la fine mi ha regalato una bellissima sorpresa, nel mentre invece la lettura di Sangue e Cenere di Jennifer L. Armentrout mi ha riservato una fantastica via di fuga dalla realtà.

Devo ammettere che quando ho scoperto l’uscita di questo titolo sono rimasta molto incuriosita e tentata d’iniziare subito la lettura, fantasy e vampiri per me è un matrimonio perfetto tuttavia qualcosa mi ha bloccata lasciandomi non pochi dubbi. La tentazione però era sempre presente, in più Sangue e Cenere è diventato un titolo popolarissimo sul web, ogni giorno buttavo un occhio sui vari pareri nei quali mi imbattevo ed erano sempre positivi. Dato che qualcosa mi frenava dall’acquistare il libro ho deciso di testarlo chiedendolo in prestito digitale in biblioteca, con una lista d’attesa di 40 persone ero molto scoraggiata che sarebbe mai arrivato il mio turno se non dopo tipo sei mesi, invece inaspettatamente ho ricevuto la notifica che il file sarebbe stato mio per un breve periodo.

 

Da sangue e cenere noi risorgeremo.

Era la promessa dell’Oscuro al suo popolo e ai suoi sostenitori, quelli sparsi nel regno: sarebbero risorti.

 

Ovviamente mi sono lanciata a capofitto nella lettura, dopo qualche capitolo ero già avvolta nella smania incontrollabile di “leggere solo un’altra pagina” per poi finire a restare ore e ore incollata al nuovo romanzo della Armentrout. Sangue e Cenere per me è stato il romanzo giusto al momento giusto, una lettura appassionante e intrigante nella quale sono presenti elementi davvero interessanti, oltre i vampiri, il fantasy, una storia d’amore abbastanza spicy e per la miseria…HAWKE!! Quindi come avete già intuito ho adorato il nuovo romanzo di Jennifer L. Armentrout, mi sto ancora chiedendo come resistere fino alla pubblicazione del seguito! Ovviamente dopo aver terminato la lettura ho acquistato la copia cartacea per poter rileggere le parti salienti in qualsiasi momento, cosa davvero strana perché non mi era mai successo di acquistare il cartaceo dopo aver finito l’ebook. Pensandoci bene però c’è stata qualche anno fa un’altra storia che mi ha rapita tanto da spingermi ad agire così, provate a indovinare? Si tratta della serie Lux sempre della Armentrout. Dopo quella prima serie sugli alieni non avevo letto più niente dell’autrice, sicuramente inizierò a recuperare qualcosa perché amo lo stile della Armentrout, in pochi capitoli è capace di conquistarmi e incollarmi alle pagine, in questo suo ultimo lavoro poi ha dato vita a un mondo davvero molto interessante. Cara Harper, pubblicherai al più presto il secondo volume?

 

 

Poppy è una giovane, ancor prima di essere una ragazza lei è la Vergine, la prescelta dagli dei, la speranza per il regno ormai in rovina. Poppy non è stata mai padrona della propria vita, è costretta ad essere sempre scortata da guardie, non può mostrarsi in pubblico se non con un velo che la cela, dietro quella coltre di stoffa però c’è una giovane donna che smania di vivere. Poppy sembra non essere incline a seguire le regole, e ancor meno lo sarà quando entrerà a far parte della sua vita il bel Hawke.

Poppy e Hawke mi sono piaciuti entrambi tantissimo come protagonisti. Lei è una giovane forte, risoluta e testarda nonostante il peso del proprio destino sulle spalle, non il solito personaggio femminile stereotipato anche se ho qualche timore sulla piega futura della ship. Lui invece è meraviglioso e misterioso, una figura affascinante che sa come conquistare oltre che essere il miglior guerriero presente a palazzo. Credo che tutte noi vorremmo un Hawke al nostro fianco lol

La trama è riuscita a incuriosirmi e catturarmi, inizialmente non riuscivo a ricostruire le varie dinamiche del mondo creato dalla Armentrout ma a fine lettura si ha una panoramica molto più precisa, infondo ci troviamo davanti al primo volume di una corposa serie che deve necessariamente introdurci tantissime informazioni, un piccolo universo.

Sangue e Cenere di Jennifer L. Armentrout per me è un romanzo super promosso, mi pento solo di non averlo letto prima, o forse no, almeno ho accorciato un pochino i tempi per l’attesa del seguito!

 

 

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Inku Stories: The decagon house murders di Ayatsuji e Kiyokawa Successivo A caccia con Lea – Pancia in dentro e naso in fuori: Missione #113