Save the date: Lullaby Road di James Anderson – #Releaseday

 

La 117 non era mai molto trafficata, anche se in qualche occasione, con mia grande sorpresa, mi ero imbattuto in due macchine che, sole in mille chilometri quadrati di deserto, erano riuscite a scontrarsi come due vecchi amanti nella penombra di un bar.

Lullaby Road di James Anderson

Editore: NNEditore
Data di uscita: 18 aprile 2019
Pagine: 336
Prezzo: 18.00 €

È un rigido inverno nel deserto dello Utah. A effettuare consegne lungo la statale 117 c’è ancora Ben, il protagonista del «Diner nel deserto», e insieme a lui ritroviamo anche Walt, il predicatore e Ginny, che ora è mamma. Un giorno, Ben trova un bambino ispanico muto, che qualcuno ha deciso di affidargli. È così che il camionista finisce invischiato in una faccenda più grande di lui che coinvolge un gruppo di messicani e una tratta di bambini. Un crime popolato di personaggi eccentrici e misteriosi, di storie apparentemente distinte che poi convergono, e in cui la ricerca della verità è condotta con tale determinazione da mettere in pericolo tutto il resto.

 

Oggi è un grande giorno, torna nelle nostre librerie James Anderson con Lullaby Road, il secondo volume della Serie del Deserto, seguito di Il diner nel deserto! Sono davvero emozionatissima e non vedo l’ora di ritrovare Ben, sedermi accanto a lui sul tir e percorrere la famigerata statale 117 per attraversare una landa desolata, arsa dal sole e spazzata dalla polvere rossa. Sono molto curiosa di conoscere i nuovi personaggi e i nuovi spaccati di questa vita selvaggia plasmata dal Deserto; il primo romanzo mi ha conquistata, Il diner nel deserto occupa un posticino speciale nel mio cuore di lettore, sono sicura che accanto a lui si sistemerà Lullaby Road.

 

About the story…

 

Anche nel deserto dello Utah è arrivato l’inverno. Ben Jones, alla guida del suo camion, guarda la statale 117 ricoprirsi di ghiaccio mentre cerca di rimettere in ordine la sua vita: l’amata Claire non c’è più e Walt pare sempre più chiuso in se stesso e nel suo diner solitario. Ma la solitudine dura poco: una mattina all’alba, alla stazione di servizio dello scontroso Cecil, Ben trova un bambino e un cane. Su un biglietto indirizzato a lui, il gommista Pedro gli chiede di badare a suo figlio Juan; e come se non bastasse, subito dopo anche Ginny, da poco diventata mamma, gli affida la piccolissima Annabelle. Con questi insoliti compagni Ben si mette in viaggio, ignaro del mistero che si nasconde nei grandi occhi neri di Juan. Con una scrittura ironica e suggestiva, nel secondo capitolo della Serie del Deserto James Anderson racconta una storia di frontiera dalle atmosfere noir, in cui Ben Jones è costretto a difendere chi ama in un mondo in balìa della violenza, dove l’unica arma davvero efficace è la gentilezza.
 Questo libro è per chi si è imbarcato in un lungo viaggio senza controllare il meteo, per chi aspetta Godot e non ha idea di chi sia, per chi riesce a volare di notte ma di giorno non ancora, e per chi ha deciso di prendersi cura di qualcuno e ha trovato tra le sue piccole braccia un’imprevista oasi di salvezza.

 

…Who is the author?

 

James Anderson è uno scrittore e poeta americano nato a Seattle, ed è stato l’editore della rinomata casa editrice Breitenbush Books. Il diner nel deserto, il suo romanzo d’esordio, ha ricevuto moltissimi riconoscimenti di pubblico e di critica. Lullaby Road è il secondo capitolo della Serie del Deserto.

 

…andiamo a cena nel Il diner nel deserto!

 

In questi luoghi così lontani dalla civiltà è la natura più selvaggia a dominare, se si seglie il deserto bisogna mettere in conto di dover prostrarsi al suo volere inarrestabile. Il protagonista della storia è Ben Jones, camionista e proprietario della Ben’s Desert Moon Delivery Service, percorre ogni giorno la statale 117 per effettuare le consegne a chi ha deciso di isolarsi in questi luoghi dimenticati. Sopravvivere nel deserto è davvero difficile, Ben infatti è sull’orlo della bancarotta. (…)
La gente che vive nel deserto solitamente o ci è nata, oppure sceglie di isolarsi dal mondo. I clienti di Ben sono persone estremamente restie ad intessere rapporti sociali, negli anni hanno costruito nei suoi confronti una fiducia speciale che gli permette di adempiere ai propri compiti senza ricevere una scarica di pallottole. Spesso Ben non ha minimamente contatti con i suoi clienti, scarica la merce il più velocemente possibile e riparte, il deserto è un luogo estremamente silenzioso e solitario. (…)
Il deserto è come se fosse un personaggio della storia, è forse il protagonista principale. Detta le regole di un gioco che è la soppravvivenza, tutti gli altri gicatori devono adattarsi e seguire attentamente i comandi se voglioso sperare di arrivare sai e salvi al calare del giorno.(…)

Il diner nel deserto di James Anderson | Recensione

 

 

Non vedo l’ora di ritrovarmi a vagare per il deserto percorrendo la statale 117!

 


 

 

May the Force be with you!
Precedente Showtime: No Good Nick di David H. Steinberg e Keetgi Kogan (Netflix) Successivo The Whispering room: Uropia, il protocollo Maynards di Pietro Bargagli Stoffi