Save the date: Vincoli. Alle origini di Holt di Kent Haruf – #Releaseday

 

 

 

Vincoli. Alle origini di Holt di Kent Haruf

Editore: NNEditore
Data di uscita: 5 novembre 2018
Pagine: ***
Prezzo: 18.00 €
Acquistalo subito: Vincoli

È la primavera del 1977 a Holt, Colorado. Edith Goodnough giace in un letto d’ospedale, e un poliziotto sorveglia la sua stanza. Pochi mesi prima, un incendio ha distrutto la casa dove Edith abitava con il fratello Lyman. Un giorno, un cronista arriva in città a indagare sull’incidente e si rivolge a Sanders Roscoe, il vicino di casa, che non accetta di parlare per proteggere Edith. Ma è proprio la voce di Sanders a raccontarci di lei e del fratello, di una storia che inizia nel 1906, quando Roy e Ada Goodnough sono arrivati a Holt in cerca di terra e di fortuna. La storia di Edith si lega a quella del padre di Sanders, John Roscoe, che ha condiviso con loro la dura vita nei campi, in quella infinita distesa di polvere che era la campagna del Colorado.

 

Cari lettori, oggi è una giornata davvero speciale, una giornata perfetta per correre a perdifiato in libreria, si torna a Holt!
Oggi, lunedì 5 novembre 2018, è il giorno di uscita di Vincoli. Alle origini di Holt, il nuovo romanzo di Kent Haruf, pubblicato da NNEditore.
Continua il viaggio nella meravigliosa e suggestiva piccola cittadina immaginaria del Colorado, creata dalla voce melodica di Kent Haruf. Quando ho appreso la notizia sono andata letteralmente in fibrillazione, è iniziato immediatamente il conto alla rovescia!
Kent Haruf è entrato nel mio cuore: la sua voce e le sue opere, i suoi personaggi sono come amici di vecchia data, Holt è il luogo dove si ha il bisogno di tornare ogni tanto, perché è casa, perché non la si lascia mai veramente.

 

…NNE ci anticipa

 

La Holt delle origini è l’America rurale, dove vige un codice di comportamento indiscutibile, legato alla terra e alla famiglia, e dove la felicità si sacrifica in nome del dovere e del rispetto. Nel suo romanzo d’esordio Kent Haruf racconta i suoi personaggi senza giudicarli, con la profonda fiducia nella dignità dello spirito umano che ha reso inconfondibile la sua voce letteraria.
Questo libro è per le spighe di grano, per le mucche, per i cieli d’estate e la neve, per le stelle e l’erba, per la polvere e il dondolo, per una crostata di ciliegie e per le cartoline; ma questo libro è soprattutto per gli acerbi ragazzi che eravamo, per i dettagli in cui ci siamo persi, per i guai che ci hanno ammaccato, e per la porta che siamo riusciti ad aprire, finalmente liberi di vivere giorni più luminosi.

 

Chi è l’autore?

 

Kent Haruf (1943-2014) è stato uno dei più apprezzati scrittori americani, ha ricevuto diversi riconoscimenti, tra cui il Whiting Foundation Award e una menzione speciale dalla PEN/Hemingway Foundation. Con il romanzo Il canto della pianura è stato finalista al National Book Award, al Los Angeles Times Book Prize, e al New Yorker Book Award. Con Crepuscolo, secondo romanzo della Trilogia della Pianura, ha vinto il Colorado Book Award. Benedizione è stato finalista al Folio Prize. NN Editore ha pubblicato tutti i libri della trilogia ambientata nella cittadina di Holt, compreso Le nostre anime di notte, uscito postumo nel 2017.

 

…il nostro viaggio, ricordiamo Holt e le sue storie

 

Holt è una piccola cittadina (immaginaria) del Colorado, spersa nell’arida pianura dello stato. Respiriamo aria di passato, del presente che si trascina quasi immutabile giorno per giorno, del futuro che tarda ad arrivare. Ci troviamo catapultati nelle normali, quasi banali, vite delle persone del luogo; vi sembreranno semplici ma vi assicuro che non vorreste mai abbandonarli. […] Le malinconiche e solitarie storie degli abitanti di Holt ci faranno perdere nelle atmosfere del sud degli Stati Uniti. Canto della pianura è un romanzo indimenticabile.
( Ricordo di Canto della pianura )

 

Salutando Holt ho lasciato una parte del mio cuore in quella cittadina, spero di ritornarci presto, è un luogo immaginario ma molto più reale rispetto a tanti altri. […] Parliamo dei miei personaggio preferiti, I fratelli McPheron: Raymodn e Harold. La vita dei vecchi allevatori procede regolare, tra la casa, il lavoro, Victoria e la piccola Katie. La giovane sconvolse le esistenze dei due entrando di prepotenza ma allo stesso tempo con titubanza nella vecchia casa padronale. Mostrò ad Harlod e a Raymond che il cambiamento può sempre sconvolgere le nostre vite, per quanto sembrino immutabili. Abituati alla nuova routine, un altro cambiamento è in vista […]
( Ricordo di Crepuscolo )

 

Ogni volta che apro un romanzo di Haruf mi sento subito a casa, è come se gli abitanti di Holt fossero conoscenti, persone che potrei incontrare per strada. Sia l’ambientazione e sia i personaggi sono molto rustici ed agresti. Il tempo passa ma è come se Holt fosse immutata e immutabile, sono sicura che esisterà per sempre. Lo stile di scrittura di Haruf è una superba sinfonia, scorre veloce e dolce, è un piacere leggere le sue parole. La sua semplicità rende tutte le sue storie e i suoi personaggi magici. [..] I racconti sono intrisi di emozioni: gioie, dolore, ricordi, malinconia e un’altra cosa, una cosa che rende il romanzo ancora più speciale, l’autenticità. Quello che si legge in Benedizione non sono favole o elementi impossibili, è la vita vera, nuda e cruda; vengono trasmesse al lettore tante emozioni e sentimenti, è impossibile non entrare in empatia con Tutto. Questo romanzo, così come Canto della pianura e Crepuscolo, mi sono entrati nel cuore, io ho lasciato un pezzetto del mio cuore ad Holt. Credetemi, se vi capita di visitare Holt  non la abbandonerete mai veramente.
( Ricordo di Benedizione )

 

Le nostre anime di notte è un romanzo davvero particolare, è un racconto, il racconto di cambiamenti perché non è mai troppo tardi, è una forte medicina contro la solitudine e l’abbandono. […] Le nostre anime di notte è la storia di Addie Moore e Luis Waters, due persone sole che nonostante abbiano una certa età, non si sono rassegnati alla solitudine e ai cambiamenti.
( Ricordo da Le nostre anime di notte )

 

 

Tornare ad Holt è come iniziare a respirare aria di casa: questa città, i suoi personaggi e la voce di Kent Haruf mi hanno rubato il cuore.
#Staytuned per scoprirne di più!

 


 

 

May the Force be with you!
Precedente BLOG TOUR: Palermo Connection – La procuratrice Serena Vitale Successivo Close-Up #6: La casa del dolore altrui di Julián Herbert (gran vía)