#Segnalazione: Le novità di Clichy in libreria dal prossimo 30 Marzo

Edizioni Clichy arriva in libreria con le sue nuove proposte per i lettori. Scopriamo assieme quali novità ci porta il vento!

In Libreria dal 30 Marzo 2017

Il cuore del problema di Christian Oster

Collana Quai des Orfèvres
In uscita il 30 marzo
Prezzo: € 17
Formato: 13×19 cm
Pagine: 180
Legatura: brossura
ISBN: 978-88-6799-323-9

Traduzione di Tommaso Gurrieri

Il cuore del problema

Tornando a casa, Simon scopre il cadavere di un uomo in mezzo al salotto. Diane, sua moglie, che secondo ogni apparenza lo ha ucciso, gli annuncia che lo lascia e se ne va. Non darà più notizie di sé, e Simon, rimasto solo con quel cadavere, dovrà decidere cosa fare. Mentre sta andando alla centrale di polizia, Simon conosce Henri, un ex agente di polizia in pensione amante del tennis. Tra i due inizia subito una forte e strana amicizia, ma Simon rimane sempre all’erta: ogni parola, ogni gesto potrebbe essere mal interpretato e creargli seri problemi. Parte così tra i due una sorprendente partita a scacchi che avrà un epilogo del tutto inatteso.

Christian Oster è nato a Parigi nel 1949. Il suo romanzo più noto è Il mio grande appartamento (Prix Médicis 1999, pubblicato in Italia da Barbès nel 2009). Tra gli altri suoi romanzi ricordiamo Une femme de ménage (2001), Nella cattedrale (2010, pubblicato in Italia da Barbès), Rouler (2011) e En ville (2013).

Omicidi all’acqua pazza di Umberto Cutolo

Collana Quai des Orfèvres
In uscita il 30 marzo
Prezzo: € 17
Formato: 13×19 cm
Pagine: 220
Legatura: brossura
ISBN: 978-88-6799-359-8

Omicidi all’acqua pazza – I delitti della costiera – 1

Una donna viene trovata impiccata al ponte che scavalca il fiordo Furore, nel più arcano e incantato sito della Costiera Amalfitana. Il marito, con il quale era stata vista litigare la sera prima nel vicino Hotel Furore, è scomparso nella notte ed è ricercato dai carabinieri come principale indiziato. Ma Omero Sgueglia, il cuoco dell’albergo, che detesta gli chef e i turisti quanto la cucina alla moda, non è convinto e confida al maresciallo Di Salvo le sue «punture di spillo». La soluzione arriverà all’ultima pagina, dopo un crescendo di colpi di scena e una sfilata di personaggi particolari. Il romanzo è il primo di una trilogia, I delitti della Costiera.

Umberto Cutolo è nato a Roma nel 1947. Per mezzo secolo ha praticato la professione di giornalista, attraversando di tutti i settori e arrivando a dirigere l’Adn Kronos, l’ufficio stampa dei ministeri del Mezzogiorno e dei Trasporti e i mensili dell’ACI, L’Automobile e HP Trasporti. Lettore incallito fin dall’età di quattro anni, è passato indifferentemente dalla saggistica alla narrativa. Ha scritto alcuni racconti umoristici e una biografia autorizzata, Eleuterio Arcese, Il romanzo di una vita, Il successo di un’impresa. Ha vinto il Premio letterario Coppedé – Premio speciale del II Municipio di Roma.

Lettere di Georg Büchner

Collana Père Lachaise
In uscita il 30 marzo
Prezzo: € 12
Formato: 12×18 cm
Pagine: 240
Legatura: brossura
ISBN: 978-88-6799-362-8

Traduzione Luca Moccafighe

Lettere

Questo libro contiene ciò che è sopravvissuto della corrispondenza di Büchner: una sessantina di lettere, più che sufficienti, nonché necessarie, per avere un quadro completo dell’autore e del turbolento momento storico in cui è vissuto. Se da un lato è lo sfondo sociale a prevalere in questa corrispondenza, dall’altro vi scopriamo la narrazione di un disagio interiore e di una passione che ha saputo trasmettere anche ai protagonisti dei suoi drammi. Appena ventenne, Büchner è riuscito a consegnare una manciata di capolavori alla letteratura tedesca che ancora oggi appaiono di un’attualità sconcertante, proprio perché si fondano su quelle problematiche che l’uomo, forse, non supererà mai.

Georg Büchner, nato a Goddelau nel 1813, fu scrittore e rivoluzionario. È riconosciuto come uno dei giganti della drammaturgia mondiale, e La morte di Danton, l’incompiuto Woyzeck e il meno popolare Leonce e Lena vengono tuttora messi in scena in gran parte dei teatri del mondo occidentale. La sua attività politica fu da sempre pervasa dall’amore per la libertà, e proprio di questa libertà fu privato quando nel 1835 dovette fuggire in esilio a Strasburgo. Morì di tifo a Zurigo nel 1837, a soli 24 anni.

Benvenuti! di Barroux

Collana Carrousel
In uscita il 30 marzo
Prezzo: € 15
Formato: 23×27 cm
Pagine: 32
Legatura: cartonato
ISBN: 978-88-6799-353-9

Traduzione e cura di Maria Pia Secciani

Benvenuti!

La vita scorre pacifica per tre orsi polari finché un giorno CRACK! il ghiaccio si rompe e loro vanno alla deriva su una piccola zolla glaciale! Il mare è pericoloso e la zolla si assottiglia sempre di più, i nostri amici devono trovare una nuova casa alla svelta. Ecco che finalmente avvistano Terra: Siamo salvi! Ma le mucche trovano che siano troppo alti, troppo pelosi, troppo orsi e così non gli danno il permesso di vivere con loro. I panda dicono che non c’è posto sulla loro isola (eppure sembra vuota) e le giraffe fanno finta di non sentirli. Alla fine arrivano su un’isola disabitata, una nuova casa tutta per loro! Finché un giorno approdano tre scimmiette su una scialuppa a chiedere rifugio, gli orsi ci pensano un po’ e poi esclamano Benvenuti!

Barroux è uno dei più importanti illustratori della scena internazionale. Uno dei pochi disegnatori europei che lavora con successo negli Stati Uniti. Le sue opere sono tradotte e pubblicate in tutto il mondo e ha ricevuto riconoscimenti dalle più prestigiose istituzioni per l’infanzia. Di recente ha anche aperto una sua casa editrice. Di Barroux Edizioni Clichy ha pubblicato: Un elefante sul mio alberoIl cane con una casa sulla testaDov’è l’elefanteDov’è la stella marina.

La signora col cagnolino di Antonio Armano

Collana Beaubourg
In uscita il 30 marzo
Prezzo: € 18
Formato: 14×21 cm
Pagine: 280
Legatura: brossura
ISBN: 978-88-6799-338-3

La signora col Cagnolino e le nuove russe con il pitbull

Viaggio nelle città mitiche dell’Est Europa. Tra il glorioso passato artistico e il problematico presente. Jalta (Crimea), dalla Signora col cagnolino di Čechov alle nuove russe col pitbull. Vitebsk (Bielorussia) dai fidanzatini di Chagall alle ragazze radioattive (Černobyl non è lontana).  Kaliningrad (Russia, già Koenigsberg), da Kant alla foresta ubriaca. Drohobyč (Ucraina), da Bruno Schulz ai pic nic sulle fosse comuni. Černivci (Ucraina), da Von Rezzori alle badanti. Višegrad (Repubblica serba di Bosnia), pulizie etniche sul ponte sulla Drina. Nymburk (Repubblica ceca), Hrabal e la cittadina dove il tempo non si è fermato. Bender, un caffè con la nonna di Lilin.  Odessa (Ucraina), da Babel a Bang & Olufsen.

Antonio Armano, giornalista, ha iniziato a scrivere dopo il crollo del Muro viaggiando nei Paesi dell’Est e coltivando lo studio delle lingue slave (russo e ceco). Ha collaborato con numerose testate, in particolare su temi culturali. Nel 2013 ha pubblicato un libro inchiesta sulla censura letteraria in Italia (Maledizioni, Aragno e poi Bur), finalista al premio Viareggio. Ha realizzato reportage sulla prostituzione per diversi giornali, tra cui Sole 24 Ore e Repubblica, sul Big Sister di Praga, locale dove i clienti non pagano e in cambio vengono filmati durante il rapporto, su un lussuoso bordello legalizzato nel quartiere italiano di Sydney, sugli Fkk di Zurigo e Düsseldorf, club naturisti dove esercitano prostitute indipendenti, e sul Teenyland di Colonia, dove si offrono ragazze appena maggiorenni. In Vip, Voghera important people, galleria di ritratti della città dove è cresciuto, ha raccontato la storia di via Mazza, il vicolo con le prostitute in vetrina. È nella giuria del premio letterario Morselli. Ha ricoperto incarichi sindacali nel campo giornalistico. Vive a Milano.

Kokocinski di Tiziana Gazzini

Collana Bateau-Lavoir
In uscita il 30 marzo
Prezzo: € 15
Formato: 14×21 cm
Pagine: 196
Legatura: brossura
ISBN: 978-88-6799-386-4

Kokocinsky – Vita straordinaria di un artista

Madre russa e padre polacco, Kokocinski nasce nel dopoguerra in Italia da apolide. La migrazione in Argentina, l’infanzia con gli indios Guaranì, l’adolescenza in un circo come acrobata cavallerizzo. Il disegno e l’arte “a servizio del popolo” nell’Argentina dei colonnelli. Poi l’Europa e l’incontro con la grande arte classica italiana. Nel libro, passioni, amicizie, militanza e maestri di un artista arrivato al successo internazionale senza mai accettare le regole del sistema delle arti.
Il libro esce in contemporanea con la grande personale del maestro al Museo Archeologico di Napoli.

Tiziana Gazzini vive e lavora a Roma. Giornalista e saggista, ha scritto d’arte, cultura, costume su quotidiani, periodici e testate web (Paese Sera, Il Tempo, Il Piccolo, Cinecritica, Nazione Indiana, ecc.). Attiva nell’editoria d’arte, ha collaborato con la RAI e la Quadriennale di Roma.

Le donne silenziose di Claudio Repek

Collana Bastille
In uscita il 30 marzo
Prezzo: € 15
Formato: 14×21 cm
Pagine: 240
Legatura: brossura
ISBN: 978-88-6799-358-1

Le donne silenziose – 1946, il coraggio di vivere

Patrocinato dalla Lega di Arezzo dello Spi Cgil, questo volume raccoglie le testimonianze di quelle donne che, nate tra gli anni Venti e Trenta, si trovarono nel secondo dopoguerra ad essere le prime italiane ad esercitare il diritto di voto. Il 2 giugno 1946, infatti, lo Stato le chiama a rispondere al referendum, il primo a suffragio universale, che avrebbe decretato il tramonto della monarchia e l’inizio della nostra storia repubblicana. Mogli e madri, sarte e braccianti vanno incontro alla modernità – in un’Italia che si trasforma – al loro primo appuntamento da cittadine destinate ad emanciparsi. Una battaglia ancora da vincere, spesso ignara o inerme, passata per altre battaglie (la Resistenza, la ricostruzione postbellica, l’alfabetizzazione, l’industrializzazione) e raccontata in prima persona in questo memoir collettivo che è anche la fotografia di una generazione senza voce e di un Paese non ancora risorto e già pieno di conflitti.

Claudio Repek si occupa di comunicazione: pubblica amministrazione, aziende di servizi pubblici, categorie economiche, sindacati. Adesso cooperazione sociale. Un lavoro che è stato e continua ad essere la matrice di una serie di libri dedicati alle vite delle donne e degli uomini che spesso la Storia dimentica. Quindi lavoratori di grandi imprese del Novecento (Lebole, Buitoni, Soldini), di militanti di partito (Pci), di delegati e dirigenti sindacali (Cgil), di cooperatori (Koinè).

Salva

May the Force be with you!
Precedente Obsidian di Jennifer L. Armentrout | Recensione di Deborah Successivo #Segnalazione: Unbreakable Hearts di Ella Smith