I sentieri di Hibiki di Cristiano Pedrini | Recensione di Sandy

“Perdonami per ciò che sono…”

IL ROMANZO

Prezzo: € 13,90

Acquistalo subito: I sentieri di Hibiki (Auto da fé)

Hibiki e Chris sono finalmente felici e insieme. Il ragazzo che ha rubato il cuore del brillante avvocato londinese tuttavia non riesce a stare lontano dai guai. Un passato scomodo, una proposta indecente: riuscirà Hibiki a proteggere chi ama senza distruggere il suo stesso cuore? Questo terzo volume della saga dedicata a Hibiki racchiude una preziosa riflessione sulle discriminazioni fisiche, sessuali e sociali, in una Londra cupa, bellissima e senza scrupoli.

 

 

 

 

Let’s talk about “I sentieri di Hibiki”

Due splendidi sguardi che non avevano paura di mostrare la forza del loro amore.

Dov’eravamo rimasti? Hibiki e Chris avevano trovato il loro lieto fine in una situazione che, per quanto sgradevole, era riuscito a coniugare i due mondi. Un nuovo inizio per Chris rappresentava un nuovo capitolo anche per Hibiki e suo fratello. Owen non ha mai avuto dubbi sul fatto che sua fratello potesse trovare la felicità con l’avvocato e così è stato.

Di ritorno da una bellissima vacanza i tre ripiombano nella realtà quotidiana, colma di impegni e preoccupazioni.

Durante la loro assenza una donna misteriosa bussa alla porta del ragazzo, ma egli non sa di chi possa trattarsi eppure qualcosa lo spaventa. Lui e Owen non hanno nessuno che possa interessarsi a loro. Come se non bastasse scopre tardi del fratello di Chris, Keegan. Com’è possibile che l’avvocato sappia tutto di lui e la sua famiglia, ma lui non sappia niente dell’altro?

Hibiki rimase in disparte ma non poté evitare di notare, mentre li osservava, quanto fossero diversi quei due, lontani come il giorno e la notte.

Keegan e Chris sono completamente opposti. L’avvocato è di indole pacifica, preferisce il confronto alle discussioni inutili, mentre Keegan è arrogante e presuntuoso. Già dalle prime battute si evince che il suo unico scopo è quello di infastidire Hibiki e come ben sappiamo quest’ultimo non accetterà di essere trattato male da un riccone viziato come il fratello di Chris. Il ragazzo sa di essere impulsivo ma Keegan non gioca di certo onestamente, toccando tasti che non è meglio suonare. 

I problemi si presentano alla porta quando un grosso cliente bussa alla porta dello studio di Chris, servendosi della sua influenza per stipulare un affare importante. L’uomo però non vuole soltanto fare affari con l’avvocato, bensì servirsi del suo giovane compagno per soddisfare i suoi bollenti spiriti. Hibiki ha smesso di fare quella vita di cui si vergognava e che aveva scelto per bisogno, non avrebbe mai creduto di dover soffrire ancora per le scelte dettate dal passato.  

L’Hibiki che Chris aveva imparato a conoscere e ad amare con tutto se stesso sembrava essersi allontanato alla velocità della luce, perso in quel silenzio calato su di loro.

Il presente mette a dura prova Hibiki, che si sente soffocare dal suo passato, ancora una volta. Lentamente comincia per lui una nuova fase più cruda della sua vita, dove la sua testardaggine, ancora una volta, giocherà a suo sfavore. Pur di non far preoccupare le persone che ama, il giovane tiene all’oscuro il suo amato da ciò che sta realmente accadendo mentre quella figura misteriosa e sfocata, comincia ad essere messa a fuoco ed incredibilmente, come se la vita volesse metterlo alla prova, Hibiki scopre di non essere più solo. La vita continua a mettere alla prova il giovane quando scopre che la figura misteriosa, Philippa, non è altro che sua nonna. Per lui e Owen le cose si complicano, essendo ella un parente prossimo potrebbe prendersi cura del più piccolo ed è questo ciò che Hibiki non vorrebbe. Se c’è una persona più importante di Chris è proprio il suo piccolo guastafeste, perciò rifiuta quella presenza tornata a farsi viva quando ormai non avevano più bisogno di lei. Dopo tutto quello che i due hanno passato che senso ha ora?  Pur di aiutare la sua famiglia sarebbe disposto a tutto, stesso discorso per Chris e anche quando Philippa tenta di portare via Owen, Hibiki farà di tutto pur che questo non avvenga, naturalmente supportato da Chris. 

Ma lo erano davvero? Erano solo il frutto della fantasia degli scrittori del passato?

In questo capitolo Cristiano Pedrini emoziona come nel capitolo precedente. La sua penna sa tratteggiare abilmente i suoi personaggi, anche quelli di “contorno”, rendendoli palpabile al tatto. Sullo stile non si discute, riesce a penetrare la carta portando le vicende di Hibiki nel mondo reale. Ma non è tutto. Attraverso le sue righe si evidenzia il suo amore per le storie che crea, sempre curate nei minimi dettagli, volte non solo ad intrattenere ma anche ad educare, senza volgarità e senza eccessi. Anzi, descrivendo in maniera quasi poetica l’amore tra uomini dello stesso sesso.

Non si tratta solo di carnalità ma anche di sentimenti che bucano la carta e arrivano dritti al cuore dei lettori. L’amore trionfa sempre, ma il percorso è lungo. Hibiki lo dimostra concretamente.

La sua storia non è delle più semplici, partendo dal basso si è dovuto formare a suon di strada e vita vera. Ciò che mi ha sempre colpita, oltre allo stile, è la sua abilità di story telling. Come ho detto l’altra volta, potrebbe raccontare tutto e risultare ancora più convincente di prima. È una cosa da non sottovalutare, soprattutto parlando di un autore così promettente. Ho avuto modo di leggerlo in anteprima ed emozionarmi attraverso le righe. Che dire, ancora una volta ha colpito e affondato la nave. 

 

 

 

Note sull’autore – Cristiano Pedrini:

Una delle definizioni del termine autore in senso archetipico, è quella di considerarlo il creatore di qualcosa, colui che fa aumentare l’insieme dello scibile e del fruibile.
Anche se accompagnato da un pizzico di umiltà e dalla giusta dose di autostima, devo riconoscere che mi rispecchio in tutto questo…
Nel mese di agosto del 2014 ho iniziato quella esaltante e incredibile avventura che è la scrittura. Qualcosa che mi spinge a ritrovare me stesso, a fare i conti con ciò che sei ed a immaginarti un mondo diverso, forse migliore o forse peggiore, a seconda degli occhi di chi vede e legge ciò che esprimi.
A dire il vero già poco più che maggiorenne iniziai a scrivere brevi racconti ma, citando San Paolo, ricordo a me stesso che quand’ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino. Ma, divenuto uomo, ciò che era da bambino l’ho abbandonato… e dopo quelle prime esperienze, immerso nella quotidianità e dalle sue mille esigenze, ho finito con il mettere da parte quello stimolo che oggi, invece, ha voluto riconquistare i suo spazio.
Oggi scrivere per me altro non è che un modo di sentirsi libero di poter esternare idee, sentimenti, aspirazioni che rappresentano la somma della mia semplice esistenza e del mio mondo che ha sempre visto la lettura ei libri un punto di riferimento, pur cercando di mantenere anche verso di essi il proprio senso critico.
Nato negli anni settanta, lavoro dal 1998 in una biblioteca della provincia di Bergamo e come tutti ho i miei infiniti difetti, tanto che mi considero un perfetto imperfetto… anche se qualche volta tendo un po’ troppo al fatalismo.
Mi piace emozionarmi e ricercare in ciò che osservo il lato migliore delle cose, che sia un libro, un film, o una canzone: una ricerca costante che oggi pare sempre più difficile da raggiungere, in un mondo dove tutto sembra standardizzato e lasciare poco spazio alla nostra umanità.
Spero di non perdere mai ciò che mi rende semplicemente diverso e al tempo stesso provo a infondere un poco di questa diversità nei miei scritti.
Con questa premessa che tipo di romanzi potrete leggere? Storie, di persone, innanzitutto, provenienti da esperienze di vita diverse ma tutte accumunate dal desiderio di accettarsi e di vivere la vita alla continua ricerca di conoscere se stessi e ciò che li circonda.
In queste trame l’esigenza inalienabile di ciascun individuo di andare alla scoperta e di far propri i sentimenti come il rispetto, l’amicizia, l’affetto e l’amore rimane un punto cardine che mi auguro sappiate comprendere e riconoscere.
Che altro aggiungere… A presto!

L’autore – contatti:

 

Salva

May the Force be with you!
Precedente Tutti i nostri oggi sbagliati di Elan Mastai | Recensione di Sandy Successivo ANTEPRIMA: Yesterday's Gone di Sean Platt e David Wright (Fanucci Editore)