Showtime: Supernatural (stagione 1)

 

Un’altra mia grandissima passione sono le Serie Tv, ne sono dipendente fin da quando ero ragazzina, quando ancora bisognava aspettare con ansia l’ora della puntata giornaliera…e se a causa di qualche impegno si perdeva l’appuntamento? Il trucco era armarsi di tanta fortuna per riuscire nella missione, di un videoregistratore e una cassetta per non perdere la puntata! Ora fortunatamente è più facile avere accesso a tantissimi intriganti telefilm, giusto per alimentare sempre di più la dipendenza!

 

Protagonista di oggi è una delle mie Serie Tv preferite di sempre, ovviamente Supernatural!
Il pilot andò in onda nel lontano settembre 2005 sul network The WB, approdò in Italia nel febbraio del 2007. La mia storia con Supernatural è davvero molto recente, infatti sono due/tre anni che ne sono appassionata; ricordo che quando ero ragazzina iniziai a detestare questa serie senza sapere nulla, solo perché ad un certo punto aveva “rubato” il posto in tv di Buffy, privandomi del mio telefilm preferito. All’epoca non avevo molto chiara l’idea delle programmazioni tv, per questo motivo ho sempre evitato di iniziare questo telefilm anche se gli argomenti trattati mi attiravano molto. Supernatural è un a serie davvero lunga ed impegnativa, so che in alcuni casi può spaventare ma se vi prende sono certa che non vorrete mai e poi mai arrivare alla fine. Siamo di fronte ad una serie tv che tratta argomenti di occulto e paranormale, forse non è per tutti ma è davvero meravigliosa, è impossibile resistere al fascino e alla simpatia dei fratelli Wincester.

 

 

Sam e Dean Wincester sono due fratelli a cui da piccoli è successa una cosa terribile:  la loro madre, Mary, morì arsa viva sul soffitto della camera del più piccolo per colpa di un potente demone. Sam era un neonato quando avvenne il fatto, Dean invece era ancora un bambino quando dovette assistere alla morte della madre e salvare Sam dalla stanza. Da quel momento il padre, John, ha cresciuto i due figli nell’unico modo che conosceva, mettendoli in guardia sul male che infesta il pianeta, armandoli e preparandoli a combattere. Diventati uomini Dean scelse di seguire le orme del padre e diventare un cacciatore, Sam invece decise di abbandonare il mestiere di famiglia per andare all’università. I rapporti con Sam si sono apparentemente raffreddati, ma si sa che i legami di sangue sono più forti ed imprevedibili di qualunque cosa, non è facile voltare le spalle alla propria famiglia, specialmente se nel profondo la sia ama veramente. In Supernatural i legami familiari sono una tematica chiave, anche se a volte possono risultare soffocanti spezzarli è impossibile; la loro forza può addirittura arrivare a giustificare gesti estremi. Quante volte apprendiamo leggendo le notizie di atti barbarici commessi per “amore”? In questo caso l’amore di un fratello per l’altro spingerà i protagonisti a sacrificare tutto.

 

Dean ricomparve nella vita di Sam in piena notte chiedendo aiuto per cercare il padre scomparso da qualche giorno. Tornati dalla caccia una tragedia era in agguato, il male fino a che non è estirpato non smette mai di mietere vittime. Riuniti dalla minaccia demoniaca i fratelli Wincester inizieranno il loro vagabondare attraverso l’America a bordo di Baby, una meravigliosa Chevrolet Impala del 1967. Durante la prima stagione iniziamo ad incontrare molti demoni e spettri che metteranno a dura prova i protagonisti. I vari casi su cui indagheranno li condurranno molto vicino al padre, forse è proprio John a non voler essere trovato dai figli. Forse si è portati a pensare che voltare le spalle alla famiglia sia una scelta facile, certe volte invece si rivela una scelta necessaria e dolorosa. In questa stagione le puntate sono abbastanza autoconclusive anche se  è ben in vista una trama articolata a cui poi si legherà tutto. I fratelli Wincester sono cacciatori in erba, hanno tantissimo da imparare, lo faranno cacciando e rischiando le proprie vite per salvare la gente comune. Se sceglierete di cacciare con i Wincester preparativi a intraprendere un percorso denso e tortuoso, una strada lastricata di dolore e violenza; una vita di rinunce riempita di amore e passione per il fine in cui si crede.

 

 

Ho amato Supernatural alla follia già dalla prima stagione, secondo me è davvero imperdibile, si tratta un lungo viaggio di apprendimento e crescita, di emozioni, paure e amore.

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente #proiettilidicarta: Le origini del male di You-jeong Jeong (Feltrinelli) Successivo Gaijin di Maximiliano Matayoshi | Recensione di Deborah