Sleepwalk di Dan Chaon | Recensione di Deborah

Dan Chaon vive a Cleveland, Ohio e insegna all’Oberlin College. I suoi racconti, Among the Missing (di prossima pubblicazione per NNE), sono stati finalisti al National Book Award, mentre i romanzi successivi, tra cui Il riflesso del passato, hanno ricevuto diversi premi e riconoscimenti, tra cui lo Story Prize e l’Academy Award in Literature. Suoi scritti sono apparsi in Best American Short Stories, The Pushcart Prize Anthology, e The O. Henry Prize Stories. La volontà del male, finalista al Shirley Jackson Award, è stato un bestseller negli Stati Uniti e in tutti i paesi europei.

 

Sono stato pazzo per un po’. Ma poi ne sono uscito. Sono scappato.

 

Editore: NN Editore
Data di uscita: 31 ottobre 2022
Pagine: 387
Prezzo: 19.00

Will Bear ha cinquant’anni e non ha mai avuto un vero lavoro, mai pagato le tasse, mai avuto una relazione seria. Si è costruito una vita senza radici né legami, a parte l’amica d’infanzia, Experanza; e a bordo del suo camper, la Stella Polare, attraversa un’America senza più leggi, controllata da droni e milizie private, svolgendo losche commissioni per conto di una fantomatica società di servizi, in compagnia di un vecchio cane da combattimento affetto da stress postraumatico. Un giorno, su uno dei suoi tanti cellulari, riceve la telefonata di una certa Cammie, che gli dice di essere sua figlia e di essere in pericolo. Nonostante i sospetti iniziali, Will si fida di lei. E mentre sente fiorire dentro di sé un autentico affetto paterno, comincia a dubitare di tutto e di tutti, diradando la nebbia che avvolge il suo passato e la sua identità. Dopo La volontà del male e Il riflesso del passato, Dan Chaon torna con un romanzo di frontiera, una fuga rocambolesca e allucinata, una sleepwalk da un mondo dilaniato da controllo sociale, pandemie e cambiamento climatico. E alternando bonaria ironia e malinconica consapevolezza, posa il suo sguardo sull’amore, l’empatia e l’istinto, forze primordiali in grado di regalare sempre un’altra possibilità, anche quando tutto sembra perduto.

 

Le atmosfere cupe, umide e grigie di novembre sono perfette per fare da cornice alla lettura del nuovo romanzo di Dan Chaon approdato nelle nostre librerie grazie a NN Editore lo scorso 31 ottobre. Sleepwalk è un romanzo davvero molto particolare, viene definito il miglior libro dell’autore e anche se non ho letto tutti i suoi libri non stento a crederci, è stata una lettura unica ed emozionante.

Sleepwalk è ambientato in America, non di certo l’America che conosciamo noi ma un’America oscura e malvagia, un mondo distopico nel quale regna il caos e la violenza; tutto è grigio, freddo e in rovina, la vita delle persone è strettamente controllata da robot che fotografano e catalogano tutto. Sul territorio sono presenti strane organizzazioni di stampo criminale, religioso e scientifico, i potenti si spartiscono con crudeltà il poco rimasto, in questa situazione d’incertezza dove bisogna lottare per sopravvivere conosciamo Will Bear, il protagonista.

 

Ma non sono un uomo violento. Ho ammazzato un sacco di gente, certo, ma solo un paio di volte in preda all’ira. Nonostante tutto non vorrei mai che Cammie vedesse il mostro dentro di me, gli occhi fiammeggianti e i denti snudati, perciò resto dove sono e non parlo.

 

Dan Chaon dà vita a un mondo incerto e fuori controllo, i protagonisti di Sleepwalk sono personaggi alla continua ricerca di qualcosa, di un punto fermo, di certezze, di loro stessi. La realtà dipinta da Dan Chaon è lontanissima dall’essere un idillio ma anche dalla più remota parvenza di tranquillità e ordine, in questo contesto incerto e fumoso il protagonista vive eventi sempre più destabilizzanti che lo portano a fuggire da una parte all’altra del paese nella speranza di sopravvivere. Essere una persona migliore e vivere una vita migliore sembra essere impossibile per Will Bear, il nostro protagonista non è di certo la figura positiva che possiamo aspettarci, sicuramente è anticonvenzionale e proprio per questo motivo l’ho amato! Will Bear è un mercenario, a volte diventa un assassino, è un uomo senza regole e senza legami, viaggia a bordo di un camper insieme al suo cane, Flip, che ha salvato tempo fa da un’organizzazione di combattimenti. Il protagonista fa parte della cosiddetta “feccia bianca”, cittadini bianchi poveri e disperati che non hanno effettive possibilità di scrollarsi di dosso questa etichetta sociale; Will Bear è stato cresciuto da una madre anaffettiva tra un motel e l’altro, l’unico punto di riferimento l’amica e mentore Experanza.

Improvvisamente un giorno la routine del protagonista viene sconvolta da una telefonata misteriosa, Cammie, figlia avuta attraverso la donazione di sperma effettuata in gioventù in cambio di denaro. Inizialmente Will non si fida ma telefonata dopo telefonata scopre una connessione con questa ragazza misteriosa, inizia ad affezionarsi a lei e indagare su misteri più grandi di lui dai quali è bene tenersi alla larga.

Sleepwalk è un romanzo molto potente nel quale Dan Chaon condensa diverse paure che derivano dall’ipertecnologia e dall’iperconnessione che caratterizzano la nostra realtà, nella speranza che questo futuro non si realizzi mai. Il romanzo è un thriller davvero avvincente molto diverso dai classici di questo genere, bellissimo, mi ha saputo tenere con il fiato sospeso.

 

 

 

 

Desclaimer: si ringrazia l’ufficio stampa di NN Editore per la copia omaggio

 

 

May the Force be with you!
LIBRI , ,

Informazioni su Deborah

Io sono Deborah, una ragazza sognatrice e fantasiosa; con una grande passione per i libri, i film e la scrittura. Sono una ragazza dinamica e attiva, ma quando sento nominare la parola “maratona” mi vedo sul divano con coperta e popcorn a guardare puntate su puntate di serie tv, o la saga completa dei film di Harry Potter!

Precedente The Whispering Room: Olio di Argan di Francesca Bolandrini Successivo Chi cerca trova: Le novità in uscita per novembre/dicembre