TGIF – Book Whispers #3: I libri consigliati di questa settimana

Giuro solennemente di avere buoni consigli…

Sono lieta di presentarvi questa nuova rubrica in collaborazione con la mia amica Sara del blog Bookspedia. Di che cosa si tratta? In questa sezione consiglieremo tre libri recensiti/letti in settimana, quelli che ci hanno particolarmente colpito e che meritano sicuramente di stare nel podio delle nostre preferenze settimanali.

Prima di domani di Lauren Oliver

Pagine: 432 | Prezzo: € 16,50

Acquistalo subito: Prima di domani

Samantha Kingston ha tutto quello che si potrebbe desiderare: un ragazzo che tutte invidiano, tre amiche fantastiche, la popolarità. E venerdì 12 febbraio sarà un altro giorno perfetto nella sua meravigliosa vita. Invece Sam morirà tornando in macchina con le sue amiche da una festa.

La mattina dopo, però, Samantha si risveglia nel suo letto: è di nuovo il 12 febbraio. Sospesa fra la vita e la morte, continuerà a rivivere quella sua ultima giornata comportandosi ogni volta in modo diverso, cercando disperatamente di evitare l’incidente…

Lauren Oliver è un’acclamata autrice che in America ha raggiunto i vertici delle classifiche. Sempre per Piemme Freeway è uscito “E finalmente ti dirò addio”; per Il Battello a Vapore “Il viaggio di Lili e Po” e “Splinders”.

“Il tempo e lo spazio arretrano ed esplodono come un universo che si espande, e lascia soltanto noi due nel buio.”

Questo è un romanzo che non vedevo l’ora di leggere e devo esser e onesta mi ha piacevolmente colpita. A pochi giorni dall’uscita al cinema farete meglio a procurarvi una copia. Vi lascio un frammento della mia recensione.

Raccontato in sette capitoli, che rappresentano lo stesso giorno vissuto da Samantha, “Prima di domani” narra una storia che lascia il segno e spinge il lettore a riflettere sulle proprie azioni.

Samantha cerca in tutti i modi di combattere la sua attuale condizione, provando di tutto pur di mostrare al mondo ma soprattutto a sé stessa che ha capito di aver sbagliato e di aver imparato dai suoi errori.

Il punto di forza di questo romanzo non è solo nella storia ma anche nel risultato che mostra che ad ogni azione corrisponda a una reazione uguale e contraria. Spesso non bastano le scuse per riparare agli errori commessi, ma il solo fatto che Samantha si sia resa conto che c’è oltre lo strato superficiale di quella che era la sua vita, è stato un enorme passo in avanti. Non è una cosa che capita tutti i giorni, basta guardarci attorno per comprendere. Pregiudizi, stereotipi e rabbia rendono impossibile vivere una vita normale, soprattutto per chi si trova dalla parte di chi subisce e non ha fascino, carisma e popolarità dalla sua parte.

Il caso della bambina scomparsa di Unni Lindell

Pagine: 432 | Prezzo: € 9,90

Acquistalo subito: Il caso della bambina scomparsa

L’ispettrice di polizia Marian Dahle, dopo un periodo di pausa in seguito a un terribile incidente, è ora tornata in servizio e Cato Isaksen le ha chiesto di riaprire l’inchiesta su quel caso mai risolto. Mentre la giovane ispettrice scava nel passato e cerca di trovare nuovi indizi, la polizia di Oslo ritrova i corpi di alcuni uomini rapiti e poi brutalmente torturati. All’apparenza le due indagini sembrano non essere collegate, ma pian piano emerge un quadro inquietante, in cui la stessa Marian è direttamente coinvolta. Gli assassini perseguitano anche lei e vogliono a tutti i costi impedirle di scoprire la verità. Per questo hanno deciso di farle visita proprio a casa…

“Noi vi osserviamo senza che voi lo sappiata, ma alla fine avrete l’onore di incontrarci.”

Questo è un thriller crudo e pungente, il cui fulcro ruota attorno a una misteriosa scomparsa. È un thriller che consiglio ai fanatici del genere, che hanno voglia di una storia che si spinge oltre le normali aspettative.

Unni Lindell ci spinge all’interno di un romanzo profondamente disturbante, dove al centro della scena vi è una donna traumatizzata dal suo passato che cerca di tornare in pista per affrontare un presente ancora più cupo e sanguinoso di quel che si aspettava. Il disagio che si prova attraverso i casi è palpabile e si insinua lentamente sotto pelle, provocando un terribile fastidio e la sensazione è quella che non avrà mai fine ed è la stessa che sente la protagonista. Marian, nonostante l’esperienza, si trova ad essere impreparata quando un gruppo di assassini la prende di mira, violando anche la stessa casa pur di impartirle una lezione.

È un romanzo che mantiene fede all’essenza del thriller quindi di una situazione che per quanto inquietante è anche angosciante. Per tutta la durata del romanzo si fatica a staccare gli occhi dalle pagine, soprattutto quando a colpire sono quelle misteriose figure che si celano nell’ombra, creando scompiglio e servendosi di violenza allo stato puro così come di una lenta e agonizzante tortura. Un romanzo che consigli a coloro che amano il gerene e che sanno a cosa vanno incontro quando si trovano di fronte ad una cruda e spietata realtà. I norvegesi colpiscono ancora, era solo questione di tempo.

Introspettiva di Serena Bilanceri

Pagine: 63 | Prezzo: € 6,99

Acquistalo subito: Introspettiva

“Introspettiva” è la fotografia che l’autrice scatta a se stessa guardandosi allo specchio. Scatto dopo scatto si svela, spogliando l’anima da pesanti zavorre del suo vissuto e aprendosi al cambiamento e alle nuove sfumature dell’essere. Così, nello stesso specchio, chiunque, osservandosi bene, potrà arrivare a vedersi. “Introspettiva” è quindi un’esortazione a leggere meglio dentro di se’ e ad ascoltarsi di più per conoscersi, scoprirsi e accettarsi. Grazie all’accettazione, infatti, si può arrivare a quella consapevolezza che, nel tempo, ci porterà le giuste risposte.
Serena Bilanceri inizia giovanissima a lavorare nel mondo della moda e della televisione. Successivamente, seguendo sempre più le sue inclinazioni artistiche, si dedica alla recitazione e alla pittura. Introspettiva è la sua prima raccolta di versi.

Questi scritti hanno ispirato la sua serie di quadri “Cuoreinverso”. Foto e disegni dell’autrice.

“E su quella terra, puntuale,
la mia ombra mi seguiva ogni giorno,
vigile, si estendeva, mi attraversava
e moriva in me.”

Solo conoscendo noi stessi possiamo comprendere appieno il nostro percorso, quello passato, presente e futuro, riuscendo a decidere, infine, di fronte al precipizio che ci sbarra la strada se andare avanti e fermarsi alla fine della caduta o cambiare strada e conoscerci ancora un po’ prima di affrontare il baratro.

Con la giusta introspezione si può arrivare a comprendere meglio sia noi stessi sia il mondo che ci circonda, permettendo di aprire nuove strade che possono portare a nuove scoperte e nuovi orizzonti.

L’introspettiva di Serena Bilanceri è quindi un viaggio alla scoperta della sua vita, della sua anima e della sua intrinseca essenza, ma spero che sarete nostri compagni nell’affrontarlo con la lettura della sua raccolta di poesie.

Per questo appuntamento è tutto. Non perdetevi i consigliati da Bookspedia.
A venerdì prossimo!

 

 

May the Force be with you!
Precedente Review Party: Prima di domani di Lauren Oliver Successivo La piccola casa dei ricordi perduti di Helen Pollard | Recensione di Sandy