TGIF – Book Whispers #44: I libri consigliati di questa settimana

Giuro solennemente di avere buoni consigli…

È giunto il momento di tirare le somme! Dopo un periodo di pausa, io e Sara siamo ritornate, pronte a consigliarvi tre titoli da non lasciarvi sfuggire. Pronti per il Book Whispers?

Questa settimana le mie protagoniste sono tutte donne, scrittrici diverse, che attraverso un romanzo la narrativa, il thriller e il mystery per ragazzi hanno portato alla mia attenzione storie peculiari, alcune intense, cariche di adrenalina o semplicemente perfette per staccare dopo un periodaccio. Prima di cominciare vi ricordo di passare da Sara (Bookspedia) per scoprire i suoi consigli letterari di questa settimana.

Figlie di una nuova era di Carmen Korn

Pagine: 524
Uno strano destino, quello delle donne nate nel 1900: avrebbero attraversato due guerre mondiali, per due volte avrebbero visto il mondo crollare e rimettersi in piedi, stravolgersi per sempre sotto i loro occhi. Sono proprio loro le protagoniste di questa storia, quattro donne che incontriamo per la prima volta da ragazze, ad Amburgo, alle soglie degli anni Venti. Hanno personalità e provenienze molto diverse: Henny, di buona educazione borghese, vive all’ombra della madre e ama il suo lavoro di ostetrica più di ogni cosa; l’amica di sempre Käthe, di estrazione più modesta, emancipata e comunista convinta, è un’appassionata militante; Ida, rampolla di buona famiglia, ricca e viziata, nasconde un animo ribelle sotto strati di convenzioni; e Lina, indipendente e anticonformista, deve tutto ai suoi genitori, che sono letteralmente morti di fame per garantirle la sopravvivenza. Insieme crescono e vedono il mondo trasformarsi, mentre le loro vicende personali s’intrecciano in una rete intricata di relazioni clandestine, matrimoni d’interesse, battaglie politiche e sfide lavorative, lutti e perdite, eventi grandi e piccoli tenuti insieme dal filo dell’amicizia. Pagine che ci fanno respirare il fascino d’epoca di un mondo che non c’è più: i cocktail al vermut, i cappelli a bustina, gli orologi da tasca e gli sfarzosi locali da ballo, ma anche le case d’appuntamenti, i ristoranti cinesi e le fumerie d’oppio del quartiere di St Pauli. E poi la lenta, inesorabile disgregazione di tutto, la fine di ogni libertà, il controllo sempre più pressante delle SS, la minaccia nazista…
Forse idealizzava il suo ricordo. Forse chi non è più in questo mondo ha più possibilità di essere amato senza riserve.

È un romanzo che parla di una generazione e del dolore derivante dalle due guerre, che apre una ferita nel cuore del lettore, che quando si ritrova a leggerne i drammi non può non sentire una certa connessione con la storia. È senza dubbio nella sua prosa carica di una grande forza emotiva che l’autrice è riuscita a spingersi molto oltre, toccando le giuste corde anche di chi conosce la storia soltanto perchè l’ha studiata a scuola, ma che qui viene vissuta dai personaggi, rendendola tangibile ai nostri occhi e allo stesso tempo mette in evidenza la parte cruda, i risvolti negativi che travolgono chi popola queste pagine come un fiume in piena.

 

Widows. Eredità criminale di Lynda La Plante

Pagine: 407
Per Dolly essere la moglie del noto criminale Harry Rowlins non è mai stato un problema. Negli anni si è tenuta alla larga dagli affari del marito, ottenendo in cambio tutte le attenzioni che ha sempre desiderato. Eppure l’ultima impresa di Harry è finita in tragedia e con la sua morte Dolly si ritrova sola. Finché non riceve un biglietto anonimo con precise istruzioni: deve presentarsi in banca sotto falso nome e accedere a una cassetta di sicurezza. Qui, oltre a contanti e una pistola, trova il taccuino sul quale il marito ha annotato le persone con cui ha avuto a che fare e le rapine che ha organizzato, compresa l’ultima. Dolly interpreta questo ritrovamento come un segno. Sta a lei portare a termine quello che Harry ha iniziato. Lo deve a se stessa. E soprattutto lo deve a quel marito del quale vuole onorare la memoria. Ma non può farcela da sola. Ha bisogno del sostegno di chi, come lei, sa cosa vuol dire vivere al fianco di un criminale con tutti i rischi che comporta. È così che Dolly si rivolge alle uniche persone che è certa non si tireranno indietro: le vedove dei complici di Harry e la scaltra Bella, che si conquista fin da subito la sua stima. Solo unendo le forze e fidandosi l’una dell’altra, le quattro donne riusciranno a farsi strada in un mondo che non fa sconti e premia quelli che sono disposti a mettere a repentaglio anche la propria vita per ottenere ciò che vogliono. E loro non hanno la minima intenzione di tirarsi indietro. Nemmeno quando le cose non vanno secondo i piani.
“Rimase lì tutta la notte. Non piangeva, non ci riusciva: era come se le avessero prosciugato ogni emozione.”

È un romanzo complesso, ricco di adrenalina, una corsa disperata e a ostacoli per appropriarsi di un succulento bottino, dove quest’autrice mi ha piacevolmente colpita, regalandomi una storia movimentata e allo stesso tempo intrigante.

Lynda La Plante per me è un volto nuovo, uno che continuerò a studiare perchè la sua penna tagliente mi è rimasta impressa, il modo in cui è riuscita a destreggiarsi dosando le parti migliori del thriller è unico, così come scegliere di servirsi di tre vedove per dare vita a un labirinto, dove non si sa mai da che parte queste donne andranno a sbattere, se proseguiranno o resteranno intrappolate dentro un vicolo cieco.

Widows. Eredità criminale è una trappola mortale, nella quale queste protagoniste di grande potere tentano disperatamente di raccogliere il lascito di un uomo che nascondeva preziosi segreti. 

 

Cordialmente, perfido di Maureen Johnson

Pagine: 384

In mezzo alle montagne del Vermont, avvolta nella nebbia e isolata da tutto, sorge la Ellingham Academy, una rinomata scuola superiore per studenti particolarmente dotati. Il suo fondatore, Albert Ellingham, aveva voluto renderla un luogo magico e misterioso, pieno di enigmi, sentieri tortuosi e giardini. “Un posto” disse, “dove imparare sia un gioco”. Ma poco dopo l’apertura della scuola, nel 1936, sua moglie e sua figlia furono rapite e Dottie Epstein, la studentessa più brillante del corso, scomparve nel nulla. L’unico indizio trovato era un indovinello beffardo che elencava una serie di modi per uccidere, firmato “Cordialmente, Perfido”. Il caso non fu mai risolto. Ottant’anni dopo Stevie Bell, aspirante criminologa, si presenta alla Ellingham Academy con un piano ambizioso: risolvere quel mistero. Cioè, lo farà non appena si sarà ambientata e avrà conosciuto meglio i suoi coinquilini: Ellie, l’artista appassionata di meccanica; Nate, scrittore in erba che ha già pubblicato un fantasy ma non riesce a trovare ispirazione per il secondo libro; Hayes, star di YoyTube, che è diventato famoso con una serie sugli zombie; e David, misterioso nerd sul cui conto Stevie non riesce a trovare nulla online o sui social. Poi iniziano ad accadere strane cose, e tutto a un tratto ricompare a sorpresa il misterioso Cordialmente Perfido… E quando la morte visita di nuovo la Ellingham Academy, Stevie non ha dubbi: il passato è strisciato fuori dalla tomba. L’assassino è ancora in circolazione, ma questa volta non la passerà liscia. Perché lei continuerà a cercarlo. L’enigma del passato si fonde con il mistero del presente dando vita a un’indagine che impegnerà Stevie Bell anche nei prossimi volumi della serie.

Sono cattivo. Voglio fare del male. Ti faccio male adesso mettendoti paura. Sono il coltello. Sono Cordialmente Perfido.

È il primo volume di una serie e getta le basi per un seguito promettente, d’altronde con lo stile della Johnson non mi stupirei se ci regalasse sorprese in futuro. La storia si dirama in due diversi periodi, il passato dell’anno 1936 e il presente, queste due componenti però non appesantiscono la storia, anzi la rendono scorrevole e spumeggiante, ricca di fascino e capace attirare l’attenzione di tutti i lettori che hanno voglia sia del mistero sia della spensieratezza di un libro per ragazzi.

È un romanzo ricco di punti forti, un po’ prevedibile, certo, ma che invoglia la lettura ed è anche questo l’importante, il modo in cui attira il lettore regalandogli qualcosa di fresco, vivace e intrigante, capace di incollarlo alle pagine dalla prima all’ultima riga.

Per questo appuntamento è tutto! Ricordate di passare daBookspedia per scoprire i tre titoli consigliati da Sara.
Alla prossima!

 

 

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Amore a prima copertina - Cover Love #48 Successivo A caccia con Lea – Pancia in dentro e naso in fuori: Missione #47