The whispering room #8: Un amore semplicemente imperfetto di K. J. Boodman

“Sei pronta per giocare, Ann?”
“Per la prima volta nella vita, non riuscivo a fermare il mio cuore e imporgli di ubbidirmi e ascoltarmi.”

Apriamo la settimana con la presentazione di un romance made in Italy, si tratta di “Un amore semplicemente imperfetto” di KJ Boodman. Insieme a questa segnalazione potete trovare il Botta e Risposta tra me e l’autrice per conoscere meglio il romanzo. Buona lettura!

Pagine: 375

Acquistalo subito: Un amore semplicemente imperfetto

Editore: Self Publishing
Data di uscita: 10 Gennaio 2018
Genere: Romance

Prezzo: € 2,99
Pagine: 375

Londra.
E se il destino vi facesse incontrare la vostra anima gemella e poi ve la portasse via per sempre, come reagireste?
Dopo la morte del suo ragazzo, Andrea si è lasciata andare al dolore, ha trasformato la sua vita in un’apatica sopravvivenza, ma un giorno, per sfuggire ai suoi errori e ai suoi demoni, si trasferisce a Londra dove William Harrington, uomo affascinante, egocentrico ma anche determinato e astuto, decide di assumerla come segretaria.
I due si ignorano tranquillamente fino a quando scoprono di non essere poi tanto diversi.
Anche la vita di William è stata tramutata tristemente dall’amore ma al contrario di Andrea, lui ha reagito vietando al suo cuore di amare, soddisfacendo ogni suo più piccolo capriccio senza tuttavia legarsi a nessuno.
E’ così che ha inizio tra i due un gioco fatto di lezioni e sfide, un gioco che insegnerà ad Andrea a bastarsi, ad amarsi prima di amare e a William a capire che innamorarsi non è poi la cosa peggiore che possa capitargli.
Due storie diverse ma con un comune denominatore.
Due anime solitarie che scoprono di non essere sole contro l’amore.
Due cuori alla ricerca di un nuovo motivo per cui battere.

Raccontaci di “Un amore semplicemente imperfetto”.

“Un amore semplicemente imperfetto” racconta la storia di due personaggi, Andrea e William, in difficoltà con l’amore. Lei ha amato così tanto il suo compagno che quando questi è morto non è più riuscita ad andare avanti, la sua vita è mutata, lei stessa è cambiata. William invece odia l’amore, lo tiene il più lontano possibile dal suo cuore, non vuole affetti, vuole appartenersi. I due all’inizio si ignorano poi scoprono di essere simili e che questo può aiutarli. William insegnerà a lei a bastarsi, ci proverà almeno! E Andrea tenterà di far capire a William che l’amore non è la cosa più brutta del mondo.
In questo libro volevo mettere in difficoltà i miei personaggi. Andrea aveva già il suo liete fine ma glielo ho tolto, l’ho messa di fronte alla vita reale, l’ho messa lungo la strada di William.

 

Parlaci dei personaggi, Andrea e William, come nasce l’idea per ognuno di loro?

Andrea è un personaggio che è nato pensando a come avrei reagito io al suo posto. La sua storia con Nathan è un po’ la mia storia con il mio ragazzo. Il suo andare nel pallone, cadere nella disperazione alla scomparsa di Nathan è un po’ anche la mia reazione.
William invece è nato come una risposta ad Andrea. Mi serviva un personaggio diverso da lei, più forte, ma in grado di capirla. Mi serviva qualcuno che riuscisse ad aiutarla.

 

Come nasce un romance?

Un romance nasce da un sogno, dal bisogno di raccontare una storia, dal bisogno di raccontare la propria storia. Dietro a un romance ci possono essere milioni di perchè, personalmente scrivo quel che mi sento di scrivere. Parlo di me, di ciò che vedo, delle mie passioni, oppure invento tutto di sana pianta soddisfacendo la mia indole romantica e sognatrice.

 

Cinque motivi per leggere “Un amore semplicemente imperfetto”?

Questo libro lo consiglio a chi come Andrea è stato messo k.o dall’amore e a chi cerca un modo per rialzarsi dopo una delusione romantica.
Lo consiglio a chi preferisce personaggi imperfetti a quelli assolutamente fantastici! E a chi vuole fare un tour a Parigi, Londra o Vienna.
Infine, lo consiglio a chi mi vuole dare un’opportunità.

 

Hai qualche consiglio per chi vuole diventare scrittore?

Diventare uno scrittore è una strada in salita piena di buche e tranelli. Non è semplice, come la maggior parte delle cose nella vita. La prima cosa che mi sento di consigliare è scrivere, scrivere tanto e pubblicare poi in self per fare pratica, per sentire il parere degli altri ma attenzione, non fatevi abbattere troppo. Alcuni commenti sanno essere cattivi, quindi scrivete per voi stessi, accettate le critiche costruttive e ignorate gli invidiosi. Seguite il vostro cuore.

Anche per questa presentazione è tutto, se volete conoscere la storia di WIlliam e Andrea non vi resta che leggere il romanzo. Alla prossima!

May the Force be with you!
Precedente Review Party: Il suo chiodo fisso di Cathryn Fox Successivo Let’s talk about: Il sole è anche una stella di Nicola Yoon