The Whispering Room: Assedio di Messina – poemastro da IL VESPRO SICILIANO LIBRO IV di Gaspar Amico

 

Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare. Apprendi dagli audaci, dai forti, da chi non accetta compromessi, da chi vivrà malgrado tutto. Alzati e guarda il sole nelle mattine e respira la luce dell’alba. Tu sei la parte della forza della tua vita. Adesso svegliati, combatti, cammina, deciditi e trionferai nella vita; Non pensare mai al destino, perché il destino è il pretesto dei falliti.
(Pablo Neruda)

 

Protagonista di oggi è un’opera molto particolare, si tratta di Assedio di Messina – poemastro da IL VESPRO SICILIANO LIBRO IV di Gaspar Amico , derivata di un testo dell’Ottocento. Non perdetevi l’intervista con l’autore per saperne di più!

 

Editore: Independently published 
Data di uscita: 26 marzo 2021
Pagine: 63
Prezzo: 6.80 €

Il testo originale si può trovare su Google Books nella forma di prosa ottocentesca
Africano lo stravolge e ne fa un poemastro di velocissima lettura
Un re potentissimo sta preparando l’invasione di un impero
Gli giunge notizia che un’isola su cui regna è in rivolta
L’ira lo assale e organizza spedizione distruttiva
Alle sue forze aggiunge altre milizie in aiuto
Un esercito formidabile sbarca in Sicilia
Messina non ha solide mura di cinta
Il re ne dispone l’assedio
Il destino è segnato
É la fine?

É l’atto finale del Vespro Siciliano che si deve considerare la prima rivoluzione e ante storiam perché la storiografia le colloca nell’età moderna ma il Vespro Siciliano è del XIII secolo!
Unica eccezionalità?
Sembra tutto inventato tanto si ammassano stupefacenti meraviglie e personalmente lo credo
La Sicilia è un’invenzione letteraria e non può essere successo tutto quello che si dice
Addirittura c’è chi asserisce che l’Omero dell’Odissea sia una siciliana!
Certo i luoghi del poema sono tutti intorno la Sicilia ma questo conferma la teoria:invenzioni di poeti
Secondo i quali ci fu pure un parlamento che ovviamente precorse i tempi di secoli!
In Sicilia!Impossibile e assurdo
Gaspar Amico non può credere che un popolo abituato a un parlamento e alla Civiltà si lasci ridurre allo stato di vassallaggio da un re straniero da cui Rivoluzione
Ci crediamo?
La derivata riporta quanto narrato nell’originale ma nulla può dire sulla sua veridicità
Amico afferma: “Per cose assai minori…la storia nazionale consacra pagine d’oro, e a renderle più abbaglianti concorrono la leggenda e il poema. Questo prodigioso episodio .. invece non ha potuto ancora avere l’onore di essere registrato…;”
La mia tesi è che Amico scrisse LUI il poema e lo presentò in forma di prosa!
La derivata involontariamente lo dimostra prendendo la sua sedicente storia in prosa e dimostrando che è in realtà un poema
Africano fa quel che può potendo vantare solo 4 poesie 4 pubblicate
In sostanza scrive un poemastro ma ciò basta a stabilire che Amico fu poeta e il poema del Vespro fu scritto al contrario di quanto asserito
E se era poeta da poemi e scriveva che mancavano i poeti tutto risalta chiarissimo: invenzione letteraria.

 

#Bottaerisposta

 

 

  • Come è nata l’idea della sua opera?

La mia è un’opera derivata dal libro IV de “Il Vespro Siciliano” di Gaspar Amico
un saggio storico
mentre lo leggevo mi sono accorto che l’Autore era come caduto in trance poetica
e la sua scrittura per lunghi tratti aveva un ritmo che non poteva più dirsi solo prosa
Così ho voluto esplicitare la sua vena ed esaltarla in una nuova forma

 

 

  • Ci parli dei suoi personaggi.

Trattandosi di Storia non ci sono personaggi ma figure storiche
E la figura storica che più risalta è il popolo siciliano
I singoli sono stati perlopiù dimenticati mentre il Vespro Siciliano
rimarrà indimenticabile come sollevazione di un popolo contro una tirannide
una Rivoluzione ante storiam essendo avvenuta nel Medioevo e non in età Moderna

 

 

  • Quali sono gli elementi appartenenti alla tradizione del territorio che trova più interessanti?

Il fatto storico narrato fonda una tradizione
Garibaldi scelse la Sicilia per iniziare la sua impresa non a caso
Così gli Alleati nella seconda grande guerra

 

 

  • Se dovesse associare una canzone alla sua opera quale sceglierebbe?

Bourée dei Jethro Tull

 

 

  • Cosa significa per lei la scrittura?

La scrittura è magia pura
trasforma pensieri in segni
che solcano mari e secoli
e anche in epoca super tecnica
continua a essere indispensabile

 

  • Quali sono i suoi progetti per il futuro?

Metterò mano a una seconda edizione de “Il Nirvana di Neanderthal e altri accenti” che avrà nome “Da Neanderthal a una nuova definizione di specie (proposta)” e soprattutto
mi occuperò di moneta biologica che si usura col tempo e lo scambio ed elimina tasse e connessi e consente REDDITO UNIVERSALE

#Conosciamol’autore

Africano: Autore de “Il Nirvana di Neanderthal” sta lavorando a una nuova edizione “Da Neanderthal a una nuova definizione di specie (proposta)” soprattutto inventore della Moneta Biologica che si usura col tempo e lo scambio e consente REDDITO UNIVERSALE

 

 

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente INK’S CORNER: Animal Jack di Kid Toussaint e Miss Prickly Successivo Review Party: Dal letame nascono i fiori di Vincenzo Galati