The Whispering room: Innamorati di me di Sarah Burret

Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare. Apprendi dagli audaci, dai forti, da chi non accetta compromessi, da chi vivrà malgrado tutto. Alzati e guarda il sole nelle mattine e respira la luce dell’alba. Tu sei la parte della forza della tua vita. Adesso svegliati, combatti, cammina, deciditi e trionferai nella vita; Non pensare mai al destino, perché il destino è il pretesto dei falliti.
(Pablo Neruda)

 

La nostra rubrica The Whispering Room si tinge ri rosa, partiamo alla scoperta del romanzo di esordio di Sarah Burret, Innamorati di me, un romance che promette al lettore sogni, sperenze e desideri. Vi ho incuriosito? Non perdetevi l’intervista con l’autrice!

 

Editore: Virgilio Mago
Data di uscita:  13 luglio 2019
Pagine: 127
Prezzo: 2.99 € ebook

Enrica ha solo un mese per trovare una nuova casa. Deve lasciare l’appartamento che divide con altre studentesse. La sensazione che percepisce è una sottile disperazione, perché deve ricominciare tutto da capo. Traslocare vuol dire inscatolare vecchi ricordi e ripercorrere un passato doloroso che vorrebbe lasciarsi alle spalle. E invece si troverà costretta a fare i conti con la sua relazione con Federico ragazzo geloso e violento. Soprattutto si dovrà mettere nuovamente in gioco prima con Giacomo, suo compagno di università, da anni segretamente innamorato di lei e poi con Livio suo collega di lavoro. In una Roma arsa dalla calura estiva, la quotidianità di Enrica, scorre tra esami e passione, tra scontri e riconciliazioni finché non realizzerà che Giacomo è l’uomo della sua vita, l’amore che ha sempre sognato e di cui ha bisogno. Ma le sue insicurezze ed un destino beffardo la porteranno a compiere scelte inaspettate. Enrica dovrà interrogarsi nel profondo e aprirsi finalmente alla vita, perché se è facile innamorarsi, ci vuole molto coraggio per lasciarsi amare.

#Bottaerisposta

 

 

  • Come è nata l’idea di Innamorati di me?

Per molti aspetti è il racconto di una storia vera, nato dalle confidenze fatta da una mia cara amica che mi hanno profondamente colpita e direi scossa. Ho visto in lei una vera eroina per il percorso affettivo difficile e doloroso con il quale aveva dovuto fare i conti. Così ho deciso che Enrica, la protagonista del mio romanzo, dovesse ripercorrere la crescita interiore come donna e come persona che aveva vissuto la mia amica. A differenza sua, però, Enrica troverà un riscatto e la possibilità di concedersi una rinascita e una nuova vita. Per il resto ci ho messo molto vissuto sia negli altri personaggi che nelle ambientazioni. Essendo figlia di un diplomatico, sono stata costretta più volte a rivoluzionare la mia vita cambiando amicizie, case e lavori. Ci sono tanti aneddoti che ho vissuto in prima persona e tante emozioni legate a questo mio girovagare, che mi hanno attraversata e che ho provato a raccontare su carta.

 

 

  • C’è un episodio che le si è delineato prima degli altri?

Quando ho immaginato l’incipit sapevo che avrebbe dovuto avere un legame stretto con il finale della storia; riprenderlo come se il cerchio aperto con le prime frasi di fatto non si richiudesse mai su se stesso ma prefigurasse un nuovo sviluppo. Valigie, traslochi e cambiamenti, proprio come è stata la mia vita. Nel cambiamento ci ho visto sempre un’evoluzione. L’importante per una persona curiosa come me è essere continuamente stimolata da persone e luoghi. Cambiare per me è in qualche modo esistere.

 

 

  • Ci racconti qualcosa sui protagonisti.

Enrica ha solo un mese per trovare una nuova casa. Traslocare vuol dire inscatolare vecchi ricordi e ripercorrere un passato doloroso che vorrebbe lasciarsi alle spalle. Diventerà più consapevole della relazione infelice che sta vivendo con Federico e dalla quale vorrebbe finalmente fuggire. Affronterà tutti questi cambiamenti travolta dalle passioni che Giacomo, suo compagno di università, poi Livio suo collega di lavoro accenderanno in lei. L’incontro con Giacomo è fatto soprattutto di sguardi, per lungo tempo si guarderanno soltanto, senza mai parlarsi. Di fronte a quegli occhi Enrica si sente nuda e fragile ma allo stesso tempo troverà tante risposte alle sue insicurezze e una porta verso la speranza: l’amore che ha sempre sognato. Ma si convince che un ragazzo così non può essere attratta da una come lei se non per gioco. Livio le infonde una grande sicurezza, con lui può confidarsi e trovare una spalla su cui piangere. Riuscirà a capire quale dei due è il vero amore?

 

 

  • Chi è il suo personaggio preferito? Ha qualcosa in comune con lei/lui?

Mi sono molto affezionata a Enrica. E’ un ragazza fragile e forte allo stesso tempo. Molto riservata, caparbia e orgogliosa ma che nutre molte insicurezze. Come detto per molti aspetti mi ci sono ritrovata perfettamente dentro, nelle emozioni e nei sogni.

 

 

  • Cosa la ha spinta a scrivere un romance?

Sono una giornalista e autrice sudafricana, nata a Città del Capo da mamma di origini italiane e papà inglese. Per il lavoro dei miei genitori ho viaggiato di continuo vivendo diversi anni in india e Canada. Ora mi trovo in Italia, a Roma, e spero di rimanerci stabilmente. Ho scritto guide turistiche e articoli per diverse testate internazionali. Da sempre, però, ho coltivavo il sogno di fare il salto nella narrativa. Così ho deciso di pubblicare “Innamorati di me”. C’ho messo molta vita dentro e sono davvero emozionata di condividerlo con voi.

 

 

  • C’è un episodio che non ha scritto nel romanzo e vuole condividere con i lettori?

Un episodio c’è e riguarda quello che succederà a Enrica alla fine del romanzo. Molte si chiederanno come andrà avanti la sua vita. Io inizialmente avevo già immaginato degli sviluppi ma ho pensato fosse giusto che fosse il lettore, ciascuno con la propria sensibilità a immaginare l’ennesimo viaggio di Enrica.

 

 

  • Cosa significa per lei scrivere?

.Fin da piccola tengo un diario sul comodino. Ho sempre sentito forte dentro di me non tanto il bisogno di scrivere quanto la necessità di comunicare delle cose. Anche se sapevo che quel diario sarebbe rimasto dentro il cassetto sono stata sempre spinta a mettere su carta i miei pensieri, le riflessioni sulla vita e sul mondo, sulle persone e sui sentimenti.

 

 

  • Quali sono i suoi progetti per il futuro?

Ho già un’idea per il mio prossimo romanzo. Questa volta la protagonista sarà una violoncellista. La musica è una delle mie grandi passioni. Ho studiato viola da piccola ma poi ho coltivato questa passione solo come hobby. La scrittura di questo nuovo romanzo sarà l’occasione per sbirciare questo universo parallelo non vissuto ma che magari un’altra Sarah sta vivendo da qualche parte.

 

 

#Conosciamol’autrice

Sarah Burret è scrittrice e giornalista di origini sudafricane. Ha collaborato con riviste e case editrici occupandosi di turismo e discipline olistiche. Il suo amore per la letteratura l’ha spinta a scrivere “Innamorati di me”, suo romanzo d’esordio.

 

 

 

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Resta con me per sempre di Elle Kennedy | Recensione di Deborah Successivo Showtime: Blue Exorcist di Tensai Okamura (A-1 Pictures)