The Whispering Room: La strega di Yorkland di Fabrizio Braggion

 

Ricordati che qualsiasi momento è buono per cominciare. Apprendi dagli audaci, dai forti, da chi non accetta compromessi, da chi vivrà malgrado tutto. Alzati e guarda il sole nelle mattine e respira la luce dell’alba. Tu sei la parte della forza della tua vita. Adesso svegliati, combatti, cammina, deciditi e trionferai nella vita; Non pensare mai al destino, perché il destino è il pretesto dei falliti.
(Pablo Neruda)

 

La nostra rubrica The Whispering Room è pronta a ospitare un nuovo romanzo fantasy, oggi scopriamo insieme La strega di Yorkland di Fabrizio Braggion, un romanzo che tratta tematiche forti,  delicate, e molto attuali come il bullismo e l’emarginazione sociale. Non perdetevi l’intervista con l’autore per saperne di più!

 

Editore: Pegasus Edition
Data di uscita: 13 marzo 2019
Pagine: 124
Prezzo: 13.00 €

Nella cittadina immaginaria di Yorkland, Jason è una matricola vittima dei bulli,
compagno di classe di Penny, una ragazza apparentemente psicopatica, su cui
circolano racconti raccapriccianti, e che gli altri studenti preferiscono evitare in
quanto figlia di Elizabeth Withlock, disprezzata da anni dal resto della comunità
perché considerata una strega malvagia amante della magia nera. I due giovani,
cominciano a frequentarsi, e s’innamorano. A causa della loro relazione subiscono
diverse violenze e percosse da parte di alcuni compagni che mal sopportano Penny.
Tutto quest’odio, risveglia tutta la rabbia accumulata nel tempo da Elizabeth, che
perde il controllo di sé, e decide di punire l’intera popolazione rievocando un vecchio
incantesimo che in passato rovinò irrimediabilmente la sua vita e quella dei suoi
amici. Jason e Penny miracolosamente sfuggiti alla sua furia, riescono a spezzare
il terribile sortilegio, e liberare Elizabeth dal male ricominciando assieme a lei una
nuova vita.

 

#Bottaerisposta

 

 

  • Come è nata l’idea di La Strega di Yorkland?

L’idea della Strega di Yorkland nasce, come del resto tutte le mie storie, dalla mia passione per gli Anime e i Manga giapponesi, in particolar modo quelli a tema scolastico, associata a quella per i racconti di Stephen King, che hanno contribuito a creare quell’alone di mistero che circonda i personaggi protagonisti di questo breve romanzo che tengono il lettore col fiato sospeso fino alla fine.

 

 

  • C’è un episodio che le si è delineato prima degli altri?

La prima cosa da cui ero partito per costruire l’intera storia, fu lo scenario. Ricordo che volevo ambientarla nei dintorni di Portland, luogo dove è nato Stephen King di cui sono grande ammiratore, e dove lui stesso ha ambientato diversi suoi racconti, perciò ho inventato il nome di una comune cittadina americana che si sviluppasse nella costa Nord Atlantica degli Stati Uniti, e, senza svelare troppo della trama, credo che la vicinanza con l’oceano mi abbia aiutato a scegliere i gabbiani come animali protagonisti loro malgrado della vicenda.

 

 

  • Ci parli dei suoi personaggi.

Allora partirei da Jason, che è colui che vive la storia in prima persona, ed è un ragazzo timido e gentile, appena trasferitosi a Yorkland con la sua famiglia, dove nella nuova scuola in cui si iscriverà, verrà preso di mira da una banda di bulli, e conoscerà Penny, una sua compagna di classe all’apparenza dura e aggressiva, ma che in realtà ha un animo dolce ed estremamente sensibile, su cui circolano racconti raccapriccianti, e che gli altri studenti preferiscono evitare in quanto figlia di Elizabeth Withlock, disprezzata da anni dal resto della comunità perché considerata una strega malvagia amante della magia nera. Ispirata al mito di Cassandra, Elizabeth è una donna buona e generosa, che però cova dentro di sé una grande rabbia dovuta alla diffidenza e la cattiveria con le quali fu trattata in passato da tutti gli abitanti di Yorkland, che l’avevano emarginata e tacciata di essere una portatrice di sciagure invece che la guida spirituale che tanto desiderava diventare, e solo quando riuscirà a sopire tutto il rancore che nutre nei loro confronti sarà libera di ricominciare una nuova esistenza.

 

 

  • Come mai ha scelto di scrivere un romanzo fantasy?

A questa domanda in parte ho già risposto nella prima. Diciamo che tra i vari manga che mi piacciono ci sono anche quelli fantasy e di avventura, perciò il fatto che mi escano storie di questo particolare genere letterario penso sia una diretta conseguenza.

 

 

  • Come mai ha scelto di inserire nel suo romanzo tematiche così delicate?

Diciamo che mi piace trattare problematiche di vita quotidiana nei miei romanzi che vanno a mescolarsi tra storie ricche di mistero e di incantesimi tutti da scoprire, per renderli più significativi e per lanciare messaggi positivi e di speranza a chi li leggerà.

 

 

  • Se dovesse associare una canzone al suo libro quale sceglierebbe?

Ecco, l’unica che mi viene in mente, che avevo trovato fin da subito perfetta per la mia storia, è il sottofondo musicale che ho utilizzato per realizzare il Book trailer. Si intitola Golden Freeza’s Theme, composta da Norihito Sumitomo e tratta dal disco che include l’intera colonna sonora originale della serie animata di Dragon Ball Super.

 

 

  • Ha incontrato difficoltà nella stesura del romanzo?

Sì, diciamo che non è mai semplice scrivere un romanzo, qualunque sia il genere. Ci vuole tanto lavoro e tanta pazienza nel curare ogni minimo dettaglio per evitare che si creino incongruenze e per far sì che i personaggi si esprimano e si comportino in maniera naturale per tutta la durata della storia, in modo che possa uscire fuori la loro personalità e il lettore possa immedesimarsi con più facilità in ognuno di loro.

 

 

  • Quali sono i suoi progetti per il futuro?

Sicuramente continuare a crescere e migliorare il mio stile per ottenere un contratto editoriale con una grande casa editrice che possa permettermi di far arrivare le mie storie a un’ampia cornice di lettori con maggiore facilità.

 

 

#Conosciamol’autore

Fabrizio Braggion nasce a Chivasso il 24 luglio del 1987 in provincia di Torino. Suona il Basso elettrico e la Chitarra Acustica. Nel 2014 apre un canale YouTube dove inizia a pubblicare video di diverse cover acustiche e di alcuni brani inediti sotto lo pseudonimo di FABRYX. Appassionato di Fantasy e Fantascienza, comincia successivamente a scrivere romanzi a tema conseguendo
lusinghieri riconoscimenti letterari quali il PREMIO PERGAMENA MAGICA e il PREMIO INCANTESIMO al Trofeo del Lupo di Trichiana, e il PREMIO MILANO INTERNATIONAL 2018 classificandosi al quarto posto nella sezione “Romanzi inediti” che gli consente di ottenere anche il suo primo contratto editoriale. Nel marzo del 2019 pubblica il suo primo romanzo fantasy dal titolo “LA STREGA DI YORKLAND” con PEGASUS EDITION Cattolica.

 

 

 

 

 

 

May the Force be with you!
Precedente Tea time: IoScrittore, al via le iscrizioni per l'undicesima edizione Successivo Chi cerca trova: Le novità in arrivo a marzo per Leone Editore